Cous cous al forno con cavoli e formaggio

Cous cous al forno con cavoli e formaggio

Una sola parola: meravigliosa!
Sono presuntuosa? No, sincera !
Questa ricetta ha tutto: leggerezza, nutrienti giusti, velocissima e “gusto da vendere”

Volevo proprio provare un piatto da fare in 30 minuti, per quando c’è poco tempo, abbiamo pochi ingredienti e perchè no, poca voglia di cucinare, ultimamente lo so va così!

Cucino poco il cous cous in inverno, non è mia abitudine ma lo diventerà presto grazie alla sua facilità di impiego, parlo di quello precotto naturalmente, ma questa volta ho provato un cous cosu integrale acquistato da Natura sì e mi è piaciuto molto, rimane saporito, ben sgranato e non si spappola come gli altri che si trovano in commercio.

Premetto che in casa mia in questo periodo regnano le crucifere : verze, cavoli verdi, bianchi, viola, capucci, siciliani romani ed è una sfida continua ogni giorno nel cercare nuove proposte, per non annoiare in tavola la mia famiglia, l’inverno deve ancora cominciare e di questa verdura ne dobbiamo ancora mangiare tanta!
E’ vero che a noi piacciono anche al naturale, ma alcune preparazioni danno più soddisfazione.
Oggi vi lascio questa, al forno , calda, avvolgente il giusto, meraviglioso piatto unico da fare come si preferisce usando anche avanzi di casa, fate vostra anche questa ricetta e non ve ne pentirete.

 

Cous cous al forno con cavoli e formaggio

7 porzioni
Facile
10 minuti
20 minuti

Ingredienti

  • 700 g circa di cimette di cavoli (io ho usato cavoli bianchi e broccoli romani)
  • 250 g di formaggi misti (avanzi di frigorifero, fontina provola e mozzarella)
  • 250 g di cous cous integrale
  • 3 cucchiai di formaggio parmigiano
  • 1 un porro
  • olio qb
  • sale qb
  • pepe qb

­Procedimento

  • Accendete il forno a 190°
  • Cuocete per 5 minuti le cimette di cavolo in acqua salata bollente, togliete con un mestolo forato le verdure e conservate il brodo.
  • Nella pirofila dove cuocerete la preparazione mettete il porro tagliato a rondelle con un po’ di olio e fatelo cuocere nel forno per 5/6 minuti, il tempo che si ammorbidisca un po’.
  • Togliete dal forno e aggiungete al porro il cous cous facendolo insaporire, adagiate le cimette di cavolo alternando i pezzetti di formaggio, avendo l’accortezza di ultimare con uno strato di formaggio.
  • Versate dai lati della teglia il brodo che avete tenuto da parte che dovrà coprire il cous cous e raggiungere la metà dei bordi. 
  • Finite con una bella spolverata di parmigiano e pepe se piace.
  • Cuocete per circa 15/20 minuti fino a quando il formaggio non avrà fatto un po’ di crosticina.

Note

Servitelo caldo, ma è buono anche freddo.
Vuoi condividere questa ricetta?

cous cous, formaggio, Ricette light, Ricette veloci, Vegetariane


Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (17)

  • Natalia, ma è una meraviglia!!! Mi ricorda un po’ la terrina di riso integrale e cavolfiore che di tanto in tanto faccio e che piace tanto ai miei bambini!! Io adoro i cavoli in tutte le loro forme e questa è proprio la loro stagione!
    Lo proverò senz’altro, anche se il cous cous non è graditissimo in casa… Ma vale la pensa provare!
    Un abbraccio e grazie come sempre!
    Ale :o)

    • @Alessandra – è vero, io non me ne ricordavo più ma si vede che le ricette che mi piacciono molto mi rimangono in testa e la voglia di riproporle in un qualche modo riaffiora sempre 😉 provalo vedrai com’è buono

  • iiiiiioooooooooooo adoro il cous cous integraleeeee e secondo me anche con quello di farro starebbe benisiimo questa ricetta…
    super top!
    sai anche come li faccio io i cavoli? sia cavolfiore che broccolo siciliano…?
    li affetto e li faccio arrosto nel forno, un po come si fa con la zucca da crudi… rimangono croccantissimi!
    prova amica Nat!

    • @Emanuela – caspita devo provarlo il cous cous di farro, la prossima volta che vado da natura si lo prendo, i cavoli e zucca arrosto sono meravigliosi, io li adoro!! baci manu

  • Grandissima Natalia, che meraviglia da copiare!!! Io amo il cous cous ma d’inverno non avevo mai pensato a questa cosa originale del forno.. ma a 190C si cuoce bene senza diventare un mappazzone??? Si sgrana poi lo stesso come quando lo si fa x assorbimento senza cottura vera e propria?
    ps: x EMANUELA: ciao, grazie del consiglio, ma a quanti gradi e temnoperatura inforni le crucifere? Non diventano secche e coriacee senza coprirle nella teglia forno? Grazie mille a tutte, un caldo abbraccio….

  • ps: fatta ieri la tua mitica Torta di Mele, solo coi miei 60g di olio, super fantastica sempre!!!! La mia ricetta preferita di questo dolce x cui ho davvero un debole immenso.. fin dal profumo della cottura!!
    ps: hai visto la ricetta di barzetti qualche settimana fa, della torta con le mele “dolcezza di sua mamma franca”? Mi ispira, ma 150g di burro proprio no.. dici che si possa sostituire anche con olio?? Grazie!!

  • Fatti stasera, ho usato un cavolfiore violetto così è venuto anche bello oltre che molto molto buono, anche se ho messo un po’ meno formaggio (avevo un pezzo di fontina circa 160 g, comunque saporito) e assicuro che non viene assolutamente un “mappazzone”!

  • ma che delizia!!!
    Anche a casa nostra passano tutte le varietà di cavoli, cavoletti eccc
    La scorsa settimana ho provato quello cappuccio rosso e l’ho cucinato in agrodolce….buonissimo e lo dimostra il fatto che ci siamo sbaffati quasi un cavolo intero.
    Mi complimento per l’idea…brava Nat e grazie di questa ricetta veloce e sana.

  • ECCOOOOMIIIIIIII
    scusate il ritardooooo! fatta questa ricetta con il cous cous integrale della palestina comprato all’equosolidale!
    Toooop la grana è più grossa e mooooooooooooooooooltoooooooo saporito…
    Debora- scusa il ritardo…. io inforno a 180-200 ca … se le condisci bene,,, inrealtà diventano croccanti e buone… puoi coprirle…. se hai paura però se croccano a me piaccion di più
    Nati .-vai piglia farro è provaaaaaaaaaaaaaa!!!
    ti adoro lo saiiiii! <3

Rispondi a Alessandra Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency