• Home
  • Dolci e Torte
  • I “cruffins”, mi sono voluta divertire per preparare una colazione diversa.
cruffin

I “cruffins”, mi sono voluta divertire per preparare una colazione diversa.

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Avete mai sentito parlare dei cruffins?
Una cosa pazzesca, se pensate che vengono chiamati così da due parole che la dicono tutta in quanto a bontà Croissant e Muffin .

Una di quelle nuove mode che sta prendendo piede ormai da un po’ di tempo a casa dei nostri amici d’oltreoceano, si sa che in quanto a golosità tentatrici gli americani la sanno davvero lunga.

Si tratta praticamente di croissant fatti come si deve ovvero con pasta lievitata sfogliata con tanto tanto burro, tagliati a metà e fatti cuocere appunto nello stampo dei muffin in modo che lievitando e cuocendo la loro forma si alzi a cupola rimanendo con una base che può appoggiare come una tortina, che diavoleria.
Fatevi un giro sul web e vedrete che meraviglie, ma quante calorie e quanto lavoro!
Ecco in questo momento lungi da me tutto questo impegno e abbondanza di calorie però l’idea mi ha stuzzicato tanto da provare un’alternativa guadagnando tempo anche se il risultato non è certamente lo stesso , ma comunque molto apprezzato a colazione dalle mie ragazze.
Ho fatto così, avevo impastato il pane, ne ho tolto una parte di circa 350g , già lievitato, l’impasto è semplice farina acqua lievito madre un cucchiaio di olio e sale, quindi come potrebbe essere quello della pizza fatta in casa.
In frigorifero ho sempre dei rotoli di pasta sfoglia e dunque ne ho preso uno.
Ho assemblato sovrapponendo i due impasti . Dopo aver spennellato abbondantemente con uovo e zucchero , distribuito un po’ di gocce di cioccolato , ho arrotolato , tagliato a rondelle e inserite negli stampini e atteso per il riposo una mezz’oretta prima di infornare.
La sistemazione delle stanze mi ha allontanato dal forno e i miei cruffin hanno forse preso un po’ troppo colore.

La prossima volta li ripeterò farcendoli con della buona marmellata di albicocche perchè nonostante lo zucchero il loro gusto era rimasto neutro, certo non sono conditi di burro , se vi piace l’idea potete anche distribuirne un po’ sopra a fioccchetti , ma a noi pè andato bene così.
Si sfogliavano grazie alla presenza della pasta sfoglia e sono stati un modo diverso per fare colazione una domenica mattina uggiosa e casalinga!
Provate anche voi la vostra versione, ho provato anche a scattare le foto dei passaggi per rendere più immediata la comprensione.
Io oggi parto e vado a Sassuolo , tornerò a Roma venerdì, e per allora ci risentiremo qui nel blog!
A presto
Nat

i cruffin

I “cruffin”

9 porzioni
Media
35 minuti
20 minuti

Ingredienti

  • 1 foglio di pasta sfoglia rettangolare da 250g
  • 350 g di pasta lievitata (pane o pizza)
  • gocce di cioccolata qb
  • zucchero qb

­Procedimento

  • Stendete la pasta sfoglia su un piano.
  • Spennellate abbondantemente con un uovo sbattuto
  • Irrorate di zucchero
  • Distribuite le gocce di cioccolata, adagiate la pasta da pane stesa alla stessa grandezza di quella sfoglia, condite come sopra.
    Tagliate a metà, e sovrapporre i due pezzi.
    cruffin
  • Ricavate 9 strisce, arrotolate ed inserite dentro agli stampini dei muffin precedentemente imburrati. Attendete una trentina di minuti prima di infornare a 180 gradi per circa 20 minuti.
  • Potete condire prima di infornare con fiocchetti di burro e altro zucchero.
    cruffin

Note

Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, cioccolato, merenda, tortine


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (15)

Rispondi a Natalia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency