TalentDonna: ve ne voglio parlare perchè….

Questa settimana ho ricevuto una mail che mi aggiornava su un evento, di solito sono frettolosa, li scorro in fretta, non ho molto tempo a disposizione anche per le letture di questo tipo, lo so lo so che bisogna stare aggiornate, informate etc… ma mica si può fare tutto no?

Cosa centra la mia foto alla Prova del cuoco?
No, non è perchè non sapevo cosa mettere, anche se avrei preferito averne delle più belle ma se non sono fotogenica non è mica colpa mia, chi mi conosce sa che vado molto più forte dal vivo vero :)?
Ma veniamo al motivo della foto, lo sapete che tutto è partito dal mio blog?
Dal lontano (si fa per dire) 2009 sono stata contattata dalla redazione della prova del cuoco perchè girovagando nel web erano capitati li, e colpiti dal mio lavoro, energia e anche , diciamolo va, competenza, avevano pensato di coinvolgermi nella trasmissione per condurre la rubrica “la mamma in cucina” .
Niente spinte, raccomandazioni, amicizie dunque, ma solo il mio lavoro e come lo avevo presentato.

Beh, son soddisfazioni, è vero che non pensavo minimamente di entrare in questo mondo, io avevo una scuola di cucina qui a Roma lasciata però qualche anno prima non per mia volontà, ma anche questa abbandono forzato ha contribuito alla mia realizzazione qui nella rete.
Non avrei mai potuto seguire il blog a questi livelli facendo anche i corsi di cucina e scusate ma è solo una questione di gusti, sono molto più felice ed ho ricevuto davvero molto di più seguendo questa strada . Da questo magnifica esperienza ne sono usciti anche due libri, incontri fantastici, lavori con importanti aziende e speriamo ne arrivino altri.
Le idee chiare le ho avute fin da subito, il blog doveva crescere andare avanti e diventare sempre di più un punto di riferimento per gli argomenti trattati, che dite sono troppo ambiziosa? Per questo ho investito sia in soldi (corsi di fotografia, acquisto di attrezzature ,risistemazione del blog, aiuti esterni per gli aggiornamenti ), che in tempo se vuoi che per te diventi un lavoro almeno 8 ore al giorno ci devi stare sopra o no? Tenendo conto che poi io mi devo adoperare anche in cucina e sul set fotografico (a oggi oltre il balcone ho sequestrato un angolino nella stanza lavanderia)il tempo spesso sfora le otto ore, quindi l’impegno in questo senso c’è tutto. L’unica cosa che riconosco essere ancora carente nonostante abbia cercato di sopperire via via con piccole consulenze personali di amiche ed esperte disponibili, è come far fruttare al massimo tutto questo impegno nella rete, lo sapete che sono distante anni luce con questi sistemi.

Ho voluto raccontarvi la mia esperienza personale per farvi sapere che seguire un blog e farne diventare un lavoro è davvero impegnativo , non è un passatempo , ci vuole sempre una grande passione come tutte le attività che svolgiamo , avere pazienza ,tenacia e credere in quello che si fa dando il massimo .Così tutta questa lunga premessa mi è servita per dirvi che , se per caso pensate di buttarvi anche voi nel mondo del web e soprattutto avete idee imprenditoriali il Talentdonna vi potrebbe dare una mano per iniziare la vostra avventura, aggiornandovi aiutandovi e spiegandovi con consulenti esperti come entrare con tutte le carte in regola in questo lavoro.

Per tutte le informazioni vi rimando direttamente nella loro pagina, sperando di aver dato a chi me lo chiedeva delle notizie utili,  non perdetevi se potete  il loro open day dell’11 febbraio , dove riceverete dal vivo tutte le informazioni che vorrete augurando a tutte voi in bocca al lupo.

Vuoi condividere questa ricetta?

sponsored post


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency