Ciambelline fritte con la zucca: così buone, è un delirio!

Fatte per caso, avevo una zucca dolcissima, di quelle mantovane per intenderci, cotta nel forno .
Metà me la sono goduta io, da sola, mangiandola a cucchiaiate, raschiando fino la corteccia, e pensando a quando ero bambina…
Poi ho deciso di condividere questo piacere con la mia famiglia, ma trasformando la zucca semplice in gustosissime ciambelline, un aggiornamento di stato era doveroso, anche perchè la proposta di mangiarla nel mio modo vintage non aveva sortito un grande apprezzamento.

Così rielaborando la ricetta della mie ciambelline con le patate (una delle prime ricette postate qui su tempodicottura) ho prodotto le ciambelline alla zucca e “che ve lo dico affà” (scusate ma il romanesco ci sta tutto!) forse anche più buone delle cugine. E’ inutile che vi dica che con la zucca queste ciambelline si arricchiscono di fibra e sostanze nutrienti niente male, quindi il danno viene alleggerito e in più il loro colore all’interno è davvero strepitoso ed invitante e rimangono morbide anche per il giorno dopo, le mie bambine le hanno portate a merenda a scuola e le hanno gradite anche i loro compagni!!

Ecco qui la ricetta senza fare tanti giri di parole, un consiglio per reperire delle buone zucche mantovane anche se non siete in quei paraggi come me: dalla Lidl sono ottime, le trovo sempre e ho risolto il mio problema di reperibilità a Roma. Su Su fateci un pensierino ora non avete più scuse 🙂

Ciambelline fritte con la zucca

50 ciambelline
Facile
15 minuti

Ingredienti

  • 500 g di farina
  • 250 g di zucca già cotta al forno (consideratene circa 400 g da cruda)
  • 80 g di burro
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 130 g di latte
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • buccia di limone bio e se avete anche mezza bacca di vaniglia (facoltativa)

­Procedimento

  • Fate sciogliere il lievito nel latte, nel robot frullate la polpa di zucca, aggiungere il burro morbido, lo zucchero, la farina, l'uovo, il latte con il lievito, la buccia del limone e la mezza stecca di bacca di vaniglia.
  • Ottenete un impasto elastico ma morbido che farete riposare per circa un'ora e mezza.
  • Una volta raddoppiato il suo volume stendere la pasta con il mattarello, ricavate con coppa pasta rotondo le ciambelline che forerete all'interno con un altro stampino tondo più piccolo (io ho usato il mattarello delle bimbe per il Didò!!) lasciare riposare le ciambelline per circa 15 minuti.
  • Friggete in olio di semi di arachide, e tuffatele poi nello zucchero semolato.
Vuoi condividere questa ricetta?

ciambelle, Feste, fritti, merenda, zucca


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (23)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency