Cartoccio di pollo al cocco!

Non stropicciate il naso! Questa ricetta è davvero buona!Quando l’ho proposta alla scuola di cucina si sono anche divertiti a costruire le scatolette!!!

Questo infatti, è un contenitore per la cottura al cartoccio molto originale, che potete proporre ai vostri ragazzi anche per altre preparazioni.

Io per esempio lo utilizzo quando vengono delle amichette a pranzo: cucino un panino con l’hamburger, metto le patatine accanto, compro una sorpresina da inserire vicino e le invito così al mio ristorante… loro si divertono, si crea subito un clima sereno di gioco, sparisce l’imbarazzo e tutto ha un gran successo!

La preparazione di questa ricetta è facilissima, la presenza del cocco la rende un po’ più originale, ma potete anche non metterlo ed aromatizzare la carne come meglio credete. Se poi accompagnate il tutto con una porzione di riso bianco, sarà un piatto unico e potete divertirvi anche a mangiarlo con le bacchette ( ai ragazzi piace usarle!).

Nella cottura al cartoccio poi, il lavoro del “cuoco di turno”è molto semplice, infatti i cibi si cuociono da soli, con pochi condimenti e vengono mantenuti intatti i loro sapori e i loro profumi . La cottura è a vapore (circuito chiuso), in questo modo gli alimenti rilasciano molto liquido. Vi consiglio di preparare piccole quantità di cibo e piccoli pezzi, usate sempre il forno caldo quando inserite i cartocci, non mettete troppi liquidi ( un filo di olio, un cucchiaio di vino o di crema di latte, di vino, di succo di limone o di pomodoro)e lasciate spazio all’interno del cartoccio per dare modo agli ingredienti di “respirare” e gonfiarsi in cottura,aprite il cartoccio all’ultimo momento per non far disperdere il profumo del piatto. La cottura di monoporzioni di carne ,di pesce (150gr) , o di verdure sarà di circa 10/15 min.

E’ tutto molto semplice, dovete solo impegnarvi nella costruzione della scatolina, ma i vostri figli hanno una buona manualità e per loro sarà semplice seguire queste istruzioni, qui troverete le indicazioni per riprodurre, con la carta da forno i vostri originali contenitori,altrimenti c’è sempre il classico cartoccio a “sacchettino” (un foglio quadrato di carta dove al centro mettiamo gli ingredienti e poi ne richiudiamo le punte con un pezzo di spago da cucina). Non avete più scuse, vi ho detto tutto quello che serve, procuratevi gli ingredienti e mettetevi al lavoro!

Pollo al cocco

4 Persone
Facile
15 minuti

Ingredienti

  • 4 fette di petto di pollo
  • 1 porro (o una cipollina fresca)
  • 2 funghi
  • 2 carote
  • 2 zucchine
  • 1/2 bicchiere di latte di cocco (si compra al super, lo trovate in lattina)
  • 1 cucchiaio di farina di cocco
  • 2 cucchiai di crema di latte (per chi vuole stare proprio a dieta può anche non metterne,il piatto sarà meno cremoso, ma buono ugualmente)
  • aglio
  • olio di oliva
  • sale
  • pepe

­Procedimento

  • Tagliate il porro a fettine sottili, le verdure a bastoncino e il pollo in piccoli pezzi. In una padella soffriggete il porro con pochissimo olio, poi aggiungete le verdure, l’aglio, e il latte di cocco, salate e fate restringere l’intingolo. Intanto in una ciotola, mescolate la crema di latte alla farina di cocco, aggiungete il pollo,salate e pepate.
  • Distribuite le verdure nelle scatoline, adagiatevi sopra il pollo a pezzetti e ricopritelo con un altro strato di verdure.
  • Chiudete il cartoccio e cuocete nel forno caldo per circa 15 min,se introducete nel forno più porzioni aumentate i tempi di cottura di 15 min.

Note

Io ho decorato le mie scatoline prima di presentarle in tavola con dischetti di cartoncino nero ed ho portato così in tavola “un dado con sorpresa”, l’idea è piaciuta e il contenuto anche!
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, cocco, pollo


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (18)

  • questa volta sarà una vera sorpresa anche per il palato. Cioè, proprio non riesco a pregustarmi il sapore.
    Cocco, cipolla, pollo…
    nord, sud, est…
    dolce, fresco, corposo…
    il dado si lancia,
    è una scommessa?
    Saluto tutti i compagni di tempodicottura, la mitica Robby e la dolce Simona.
    Ricorda: temperatura sotto zero e il coccobello della spiaggia, essere qui e là, magico.

  • @mary -nonna mary sei stata la prima!!! ma non vai a letto a quell’ora? sei proprio una nonna sprint!!
    @ claudia – ti piacerà vedrai! le scatole poi le puoi fare per tantissime occasioni, anche per confezionare regali, come le spiega la ragazza! Sono io che ho fatto una piccola deviazione! (deformazione professionale, penso sempre a cucinà!)
    @ mannu – stai diventando una critica del food? dolce, fresco, corposo…senti questa!!!

  • non finisci mai di stupirmi!
    è bellissimo…
    la tua cucina si “costruisce” proprio..
    COMPLIMENTI…
    sei geniale…

    ricambio i saluti di mannu..e la ringrazio per suoi commenti artistici e originili…che danno ai piatti di natalia una tridimensionalità…come se li guardasse da tutte le angolazioni.
    baci a tutte le cuoche!!!
    robby

  • il petto di pollo con cocco e funghi!!
    deve essere esageratamente buono
    per quanto riguarda la confezione della scatola
    hem!!
    hai dimenticato di dire che le istruzioni sono in lingua inglese

  • oggi in Tv hanno preparato un filetto arrosto con l’aiuto di una decina di ingredienti
    pensavo che non fosse il caso di elaborare tanto una ricetta di carne già per se buonissima
    poi ho letto la tua
    addiritura mi fai costruire una scatola?!?!
    Esagerata, guardi troppa tv a mezzogiorno!!
    contenitore a parte il mix di ingredienti mi piace
    saluti a tutti
    P.s
    benvenuta fra noi Tata
    spero che altre “voci silenti” prendano corpo

  • questa ricetta è semplicemente fantastica!!
    i miei figli la divoreranno
    grazie Betti

    vorrei anche dire grazie a Tata
    per quanto ho letto
    betti

  • @ roberta – grazie a te per il tuo sotegno in questa mia avventura!!!
    @lucy – che cagnolino fortunato!
    @ emiliana – ops! se uoi ti mando uno schemino in italiano.
    @ golosona – Forse era un pezzo di carne finta! Sai questa ricetta è stata presentata da una “vera” maestra di cucina, che vuole dimostrare la sua conoscenza delle ricette internazionali, se no che ci starebbe a fare li? L’unica cosa è che essendo una ricettina un po’ datata, non la trovo adatta per i nostri tempi, e per le abitudini e i gusti attuali. Non c’è più tutto questo tempo, la donna non può più stare tutto il giorno in cucina a prepare filetti e consomè. Anche le stesse maestre di cucina se passano tutto il tempo in tv e dare lezioni a destra e a manca, non possono più cucinare le loro ricette, o sono delle donne bioniche, bah non ci credo più a queste favole! Ecco, dovrebbero aggiornarsi un po’ di più e venire incontro alle esigenze attuali.Questo è quello che penso io. Dici che le scatoline sono troppo…. ehm scusate, mi sono lasciata prendere anch’io dalla sindrome della maestra di cucina!
    @ valeria – grazie e auguri, adesso in ritardo però!
    @ sergio – evvai! 🙂
    @betti -si betti. grazie a tutti e grazie alla tata!

  • Mi trovo molto imbarazzata di fronte a questa fotografia.E’ talmente bella da guardare, buona da mangiare che ho la voglia di allungare la mano e portarmelavia! Mi cattura in modo totale.
    Comlimenti allo chef , al designer e al fotografo.
    Lucy e Umby

  • AVVISO IMPORTANTE
    ho comprato il pollo, il cocco, il latte di cocco, funghi etc
    ho misurato e tagliato la carta da forno (operazione che non è nelle mie corde!)
    Verso sera spezzettato, lavato e saltate le verdure in padella (nel forno stavano finendo di cuocersi i cookies)
    poi, incanto e magia, io di fronte a carlo, vittorio all’elena, abbiamo aperto la scatolina simil-bianca e trionfante sui piatti e… vapore caldo e profumato ci ha invaso narici e palato.
    A volte si sta insieme anche così, con il pensiero di altri che ci sono fisicamente lontano ma presenti, “ma la zia natti, che mito!”

  • non c’è niente da fare. questo blog di cucina acchiappa tanto noi mamme perchè si sente che la rezdora è una vera mamma, dal cuore grande per le sue pulcine e tanta pazienza….una come noi, ma…con una marcia notevolmente in più!

  • grazie di questo bel sito. l’ho scoperto da poco.
    potresti dirmi dove trovo le istruzioni per fare le scatolette? io non trovo ! grazie

    marina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency