Semifreddo di ciliegie: un boccone tira l’altro!!!

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Ancora ciliegie? Come dire di no! D’altra parte, vi ricordate? Devo utilizzare le due cassette di ciliegie che mi hanno regalato, così praticamente sto provando tutte le ricette che mi vengono in mente e che desidero… mangiare!!

Le torte con questo caldo inaspettato non si possono più fare e allora vado avanti con le preparazioni fredde, anzi ghiacciate! Va beh, a voi lo confesso, in questi giorni posso fare tutti gli esperimenti che voglio perché qui a casa ho due validi aiuti, la mia mamma e la dolce zia, due valide collaboratrici sempre pronte, scattanti e disponibili a prestare il loro aiuto là dove occorre.


Sono molto fortunata ad avere legami così stretti con la mia parentela, queste sono ricchezze che ti ritrovi e che a volte nemmeno meriti, affetti insostituibili che fanno parte della tua vita e che ti hanno danno tanto e continuano a farlo!! Ho una famiglia piena di zii e zie, cugini e cugine insostituibili, sempre presenti, siamo uniti da un legame solido che anche nella lontananza mantiene la sua forza. Dunque tornando alla ricetta, mi è sembrato carino proporla in versione bocconcini, si, come le ciliegie che ne costituiscono l’ingrediente principale, e come loro queste gelide porzioni si mangiano in un sol boccone, con un ritmo veloce e deciso per non lasciare che il caldo della giornata li faccia sciogliere e ci impedisca di gustarli al meglio. Inutile dire che alle bimbe e alle ragazze questa idea è piaciuta, si divertono sempre ad accumulare gli stecchini che infilano il cibo per poi fare a gara a chi ne lascia di più nel piatto, e indovinate chi vince?

Bocconcini di semifreddo alle ciliegie

Facile

Ingredienti

  • 250 gr di ciliegie snocciolate
  • 100 gr di zucchero (anche di canna)
  • 4 tuorli d’uovo
  • 250 ml di panna da montare
  • bastoncini di legno (vanno bene anche i bastoncini di plastica per il caffè o i cucchiaini piatti per il gelato)

­Procedimento

  • Frullate le ciliegie e riducetele in crema, potete anche passare al setaccio, io non l’ho fatto perché ho preferito lasciare qualche pezzettino di frutta visibile.
  • Montare i tuorli con lo zucchero, se volete pastorizzare le uova montatele dentro ad un recipiente a bagnomaria, avrete maggior sicurezza e non utilizzerete l’uovo a crudo.
  • Montate la panna, unite delicatamente tutti gli ingredienti e versate in uno stampo da plumcake grande (io ho usato quello al silicone per non avere difficoltà a staccarlo una volta raffreddato, altrimenti vi consiglio di rivestire lo stampo con la carta da forno bagnata e strizzata, facendola aderire bene alle pareti).
  • Mettete a riposare per alcune ore in freezer.
  • Al momento di servire tagliate a cubetti il semifreddo, infilate il bastoncino e servite velocemente.

Note

Potete anche preparare prima i bocconcini rimettendoli nel freezer fino al momento di servire.
Se volete maggiore stabilità al vostro semifreddo potete aggiungere un foglio di gelatina fatto rinvenire in acqua fredda e poi sciolto in due cucchiai di succo di ciliegie caldo, unite delicatamente alla purea di frutta ed aggiungete gli altri ingredienti.
Può diventare una torta golosona se mettete sul fondo di un recipiente rotondo uno strato di meringhe sbriciolate, versate il semifreddo alle ciliegie e una volta tolta dal freezer la ricoprite di panna montata e alcuni frutti freschi, bella, stagionale e …che figurone!
Vuoi condividere questa ricetta?

ciliegie, estate, frutta, semifreddo


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (25)

  • I semifreddi sono una mia grande passione, insieme ai gelati e quando ho letto il titolo mi sono precipitata, spinta dalla curiosità.
    Qualche volta che ho messi a solidificare i semifreddi in stampi non di silicone ho usato la pellicola trasparente per rivestire questi ultimi, ma il risultato “grinzoso” non mi ha soddisfatto. L’alternativa della carta forno è preferibile in tal senso?
    Bellissima l’idea dei quadrrotti con relativo stecco. Baci

  • Con la zia nei paraggi mi meraviglio che sei riuscita a “salvare” 250 gr ci ciliegie per il semifreddo… se ben ricordo, le adora!
    Vorrei essere lì con voi, peròperò al telefono sentivo una confusione! le bambine euforiche, il marito con le sue 1000 domande, la nonna con Chiara, la zia con Silvia… ti sei chiusa nello studio per conversare tranquilla e allora sai cosa ti dico? Il semifreddo lo preparo qui e noi continuiamo con il nostro FORTE LEGAME telefonico!
    BACIONI a presto, per fortuna ci sono le cresime!

  • Ma che bontà!!! E certo che uno tira l’altro … se li presenti così poi e proprio inevitabile, senza neanche doversi prendere il fastidio di tagliarsi un’altra fetta!!! AHAhAHhA!!! ( ^ _ ^ )
    Un bacio

  • @lenny – no lenny, le piegoline rimangono se bagni la carta, ma se la inserisci sagomandola bene, piegando gli angoli, ricavando una sorta di secondo contenitore, allora vai tranquilla, l’ho fatto tante volte, prima di avere i contenitori al silicone, ci vuole solo un po’ più di tempo. altrimenti quando vado di fretta , stropiccio la carta, la sistemo poi quando tolgo il semifreddo lo rifilo con il coltello. è inutile dire che fine fanno i pezzetti brutti….nella mia bocca sono buonissimi!!!!
    @mannu- si hai ragione! ma quando sono uscita dallo studio le mie collaboratrici avevano sistemato tutta la cucina e messo a letto le bambine…una meraviglia!
    @nadia -davvero, è una presentazione molto pratica…fatta a posta per i golosi!!! ciao

  • la consuocera non è brava come Natalia, ma è troppo invogliante il semifreddo.
    oggi pasticciamo anche noi! I quadrottini sono proprio carini…complimenti !!!
    Bacini da dodo a laura

  • Natty, ha proprio ragione Manuela! Con me che circolo per casa , le due cassette di ciliegie sono pericolosamente a rischio| Adoro le ciliege, ma ancora di più i tuoi “peccamonosi” semifreddi. So già cosa farò: questa notte svuoterò il congelatore.
    Ciao. zietta lulla

  • Golosa alternativa al semifreddo allo zabaione, che sempre mi chiedono i miei amici. Mi sa che ho trovato la soluzione per il secondo dolce alla cena di lunedì…
    Grazie dell’idea 🙂

  • Sai Mannu perchè ci sono ancor ciliegie in frigo?
    la zia Lucy ha trovato ospiti all’interno di qualche ciliegia e improvvisamente le è passata la voglia di mangiarle!
    a presto

  • Mi piacerebbe un sacco tuffarmi in una piscina piena di ciliegie e panna montata mentre mangio questo ” delizioso” semifreddo.
    adoro la frutta rossa!

  • Adoro i semifreddi! L’estate andrei avanti solo con quelli! E la presentazione a quadrotti non ti fa sentire in colpa… perchè… in fondo… è solo un pezzettino… anche quando arrivi al ventesimo!!! 🙂

  • ecco un semifreddo finalmente con un sapore diverso da tutti gli altri
    adoro le ciliege proprio come lucy!!!!!!!
    grazie per questa ricetta

  • ciao Natalia è un piacere conoscere il tuo blog, scoperto per caso e di cui gia’ sono pazza…io ho “solo” due bimbi e sono sicura che parecchie tue idee saranno molto gradite da loro che per mangiare verdure e frutta mi fanno penare non poco…..ho gia’ segnato alcune tue fantastiche idee e prossimamente le mettero’ in pratica.buona giornata a presto silvia

  • belli e gustosi questi bocconcini di semifreddo ”’uno tira l’altro”
    è una ricetta sfiziosa rinfrescante adatta a queste alte temperature
    un abbraccio

  • ho vaschette di ciliege direttamente da vignola (mo) che non aspettano altro che essere snocciolate una per una per finire nel tuo semifreddo. sarà buonissimo, e sano.

  • dopo aver letto la presentazione della ricetta, e dopo aver goduto di una visita inaspettata quanto improvvisata (al cuor non si comanda alle volte, o no?!) da persone a noi care….ci si rende conto di quanto si è fortunati ad avere una bella famiglia rumorosa e numerosa! anche se purtroppo c’è sempre qualcuno di altrettanto caro che manca per diverse ragioni…ma che, a parte lo zio carlo purtroppo, tanto si sa, prima o poi arriverà…o ritornerà…..baci a tutti

  • @tutti .mi fa piacere che l’idea del semifreddo a quadrotti vi sia piaciuta, in fondo siamo ancora tutti …bambini golosi!!!! un saluto a sly che è piena di entusiasmo e a tutte voi che mi seguite sempre. alla prossima ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency