I fiori della mamma che “spezzano la fame a Silvia”

Povera ragazza, tutto il pomeriggio davanti al pc a…. studiare! Verso le sei comincia a sentire un certo languore, ma la sua mamma, amorevole e sempre presente a soddisfare i suoi desideri ha già qualcosa pronto per lei.
-Assaggia questi fiori di zucca, sono saporiti ma leggeri, croccanti ma non fritti, ti piaceranno e non ti faranno aumentare la dose di calorie giornaliere!(è una bella ragazza magra lei, e ci tiene alla linea)

Ecco che la mamma avvicina il piattino alla tastiera del computer, e la giovane, senza proferire parola allunga la mano e ne afferra uno per assaggiarlo.
La mamma osserva e attende invano un commento di apprezzamento, ma nulla, solo una mano che ne afferra un altro e poi un altro ancora. – Le sono piaciuti! La ragazza è timida, è di poche parole lei, ma li ha apprezzati, le ha fatto molto piacere ricevere le attenzioni della madre, è un amore vicendevole pieno di scambi affettuosi , di rispetto ed amore reciproco….

Ops, scusate, sto parlando dell’adolescente di casa? Come non detto!!!!

I fiori della mamma

10 Pezzi
Facile
15 minuti

Ingredienti

  • 10 fiori di zucca
  • 150 gr di farina
  • 150 ml circa di acqua minerale frizzante
  • sale
  • alici (facoltative)
  • olio di oliva
  • pepe nero macinato

­Procedimento

  • Pulite i fiori aprendoli asportando il pistillo e la parte dura alla base, lavateli velocemente sotto l’acqua corrente e asciugateli con un tovagliolo di carta.
  • Preparate la pastella mescolando la farina con l’acqua minerale, salate, pepate e immergete bene ad uno ad uno i fiori ricoprendoli da entrambi i lati.
  • Versate un po’ di olio di oliva su un foglio di carta da forno, adagiate ben distesi i fiori di zucca formando un unico strato (effetto tipo pizza), condire ancora con un filo di olio, aggiungete se vi piacciono le alici per insaporire e cuocete a forno caldo, circa 200gradi, per circa 10/15 fino a che non inizieranno a cambiare colore e a diventare croccanti.
  • Tagliateli in striscioline e servite caldi, tiepidi e sono buoni anche freddi.

Note

Ps se volete leggere una trilogia molto particolare di ricette sui fiori di zucca andate da lenny e ne vedrete delle belle.
Vuoi condividere questa ricetta?

Ricette veloci, verdure


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (25)

  • Mmmm… io ADORO i fiori di zucca. Pero’ solitamente li faccio fritti con la pastella e un po’ di fomaggio che fonde all’interno, un cuore rovente invitante e pericoloso (vd. scottature alla lingua dei piu’ ingordi). Se poi voglio esagerare aggiungo un po’ di menta alla pastella… l’apoteosi! Unico neo: i magnifici fiorellini diventano micidiali bombe caloriche…
    Non ho mai pensato di poterli cuocere al forno a mo’ di pizza e l’idea mi stuzzica parecchio…

  • grazie,grazie,grazie!
    la mia tigre non è un adolescente , ma adora i fiori di zucca e anche pavoneggiarsi un pò.
    ogni volta mi devo armare di pazienza ed impuzzolire la casa per friggere i suoi adorati fiorellini!
    ma ora basta!
    da oggi anche io adotterò la tua tecnica!
    ora vado a curiosare da lenny come hai suggerito e…grazie ancora!

  • ciao ho scoperto oggi il tuo blog e lo trovo davvero bellissimo e pieno di spunti creativi e golosi….visto che ho anch’io 2 bimbi piccoli,verrò a trovarti spessissimo!!baiconi grandi imma

  • IO adoro i fiori di zucca, ma detesto friggere, quindi queste meraviglie le farò per coccolare ME STESSA… sì, sì, va bene, scherzavo, le dividerò con le piccole.
    Possiamo goderci tranquille questi cibi un po’ “diversi” (diversi dalla cucina monotona di mia suocera) perchè il comandante è a zonzo per la puglia a vedere Fari.
    Grazie della bella e leggera idea!

    P.S. tutto bene l’inserimanto di Elisa? Quello di Anna sta andando a gonfie vele, non vuole venire a casa ed esce dalla classe solo dopo l’assicurazione che ci tornerà anche domani 🙂 che buffa!

  • @Robby – sei fortunata a poter conoscere questa delizia. quando ancora abitavo a sassuolo mica c’erano. i fiori di zucca “se potevano magnà solo a RRRoma!! al forno non vengono come fritti, eh no, quella è proprio una vera goduria, ma il nostro fegato ci ringrazierà e la nostra gola sarà appagata ugualmente!
    @luby – chissà se la accontentiamo la tua “bestiola” ! ti conviene provare, tanto è velocissimo, non si sa mai!
    @imma – ciao. anche tu hai un blog pieno di idee, invito tutti a venierti a trovare, si respira aria di casa, famiglia e serenità. ci sentiamo presto! grazie di tutto
    @lenny – questa ricetta me l’hanno data al volo questa estate, per dirla tutta è stata la suocera di cristiana, un amica che interviene ogni tanto qui nel blog. mi diceva che le sue nipoti (dell’età delle mie ragazze) ne andavano pazze, così ho subito provato. l’idea non è per niente male!!!
    @mannu – bastassero i fiori ne farei avere tonnellate!!! ah l’adoloscenza!!
    @elga – si, e non sono per niente male, diventano croccantini e con le alici sono anche saporiti!
    @monica – allora è tutta vita !! elisa comincia lunedì, penso che anche per lei non ci saranno problemi!! monica e noi che faremo????? meraviglioso!!!!
    @natalia – certo che puoi, spero che ti siano piaciute!! a presto

  • che ridere nati…..anche il mio e’ un amore vicedendevole con le mie figlie…. pieno di scambi affettuosi……MAH! Mi chiedo ma anche noi eravamo cosi’ alla loro eta’? Che fatica essere madri di adolescenti! Un bacione

  • io e mio marito adoriamo i fiori di zucca. io li friggo ma senza pastella perchè si sente di più il sapore, ma questa ricetta io, ipersalutista, non me la perdo di sicuro.
    però natty, adesso vedremo: il marito non so se ti ringrazierà o dirà piuttosto ‘accidenti alla natalia!’

  • Che c’è di meglio dopo aver studiato a lungo sul computer, con gli occhi un pò stanchi ed un languorino allo stomaco, di una mamma premurosa che offre un piattino di fiori di zucca
    passati in pastella e dorati in forno con pochissime calorie? Quasi nulla, visto l’espansiva gratitudine di chi li ha ricevuti………..
    Questa è proprio una bella idea sana e gustosa da leccarsi le dita! Ciao e a presto!

  • Ciao Natalia! Ero sicura di aver lasciato un commento qui, ma chissà che cosa ho combinato! Ho comprato i fiori oggi e stasera li faccio come antipasto, nell’attesa di sfornare la lasagna al pesto (sempre in preparazione oggi). Ti faccio sapere come vengono! Un bacio!

  • @cristiana – davvero, l’adolescenza è un momentaccio…non l’avrei mai pensato!!! hai visto che successo i fiori di zucca di tua suocera? detto e fatto!!!
    @estrellazul – che scelta importante e bella che hai fatto tu nella vita, ma che coraggio!!! ti stimo molto, mi piacerà molto seguire i tuoi passi, i tuoi pensieri, le tue storie e posso farlo comodamente, così lontane ma così vicine. a presto allora ciao!!
    @chiara – senza pastella non li ho mai sentiti…che bello, in cucina c’è sempre da imparare e forse mi piace proprio per questo!!! dai fai questa prova ad andrea, anche se lui il fritto se lo può permettere tranquillamente!!
    @giulia – che pazienza, che pazienza, speriamo che vada sempre tutto bene. intanto però i fiori di zucca mentre li tagliavo me li sono mangiati anch’io, un modo per consolarmi lo devo trovare no?
    @loretta – un bacio anche alle tue di donne che ormai sono cresciute! tu loretta ce l’hai fatta, quindi devo tener duro anch’io!!!!
    @barbara -instancabile, ma ti conoscerò un giorno!!! sto quasi pensando che non esisti!!! ma quante cose fai!! un bacio alle piccole
    @Paolo – dai che mi fai arrossire, qui non mi conoscevano tutti da ragazza! sigh, è passato tanto tempo ma come dici tu i ricordi sono bellissimi e la cucina con i suoi sapori e odori (anche quelli sgradevoli perchè no) ci riporta indietro nel tempo, nel nostro caso ai campi scout, ai giri in macchina, alle passeggiate con i “morosi”, alle serate passate in trattoria (già promettavamo bene eh?)ricordo tutto alla perfezione paolo, bei tempi e sono contenta di averli trascorsi quasi sempre con persone che mi hanno lasciato momenti indimenticabili. un carissimo saluto, torna a riportarmi ogni tanto indietro nel tempo, è bellissimo!!!! grazie per avermi attribuito l’ispirazione della scrittrice, mi sa che lo leggerò anch’io questo libro. ciao ancora

  • Sembravano veramente buone dalla foto e invece…
    SONO FA-VO-LO-SE !!! 🙂
    Anna e Chiara hanno spazzolato e a me son rimasti gli avanzi (avevo fatto 2 mazzetti=20 fiori)
    Mi sa che domani faccio il bis 😉
    Grazie come sempre e baci dalla Laguna.

  • @monica – dai , ma sei un mito!! 20 fiori spazzolati, ma hai messo qualche acciughina? io preparo sempre un angoletto per me con le alici, e un po’ di pepe nero…che bonta!!!

  • non ho pensato alle acciughe, so che è tipico di Roma, ma qui da noi non si usano… sarà per la prossima volta.
    Ora ti lascio perchè… manca poco per trovarti in tv!
    🙂

  • @emanuela – scusa, non ti avevo risposto. sono contenta che questi fiori abbiano incontrato il gusto del tuo bambino, non mangia niente ma in questo caso si è rivelato un vero intenditore!!! ciao

  • Ciao Natalia!!che dire..complimenti per tutto! il tuo sito è bellissmo e ti seguo anche al sabato alla prova del cuoco! Bravissima!Si vede proprio la tua passione per la cucina e l’amore per la tua famiglia..Io sono mamma da 8 mesi e anch’io adoro cucinare (merito dell’insegnamento della mia mamma), lavoro tutto il giorno ma cerco di fare del mio meglio per preparare piatti diversi..la noia è sempre dietro l’angolo!!grazie per le tue idee e per il tempo che ci dedichi!

  • […] – Crocchettine di cavolfiore e zafferano, Sigrid; – Fritelle croccanti con cipollotti e sesamo, Sigrid; – Stuzzichini di mela, cacio e pepe, Mammachebuono; – Stuzzichini guacamole e mozzarella, Sigrid; – Spiedino di polpette e germogli di semi di lino, Un tocco di zenzero; – Falafel, Comida; – Fish & chips italiano, La mercante di spezie; – Frittelle di melanzane, Foto e fornelli; – Bastoncini di patate con formaggio, Tempo di Cottura; – Fiori di zucca al forno, Tempo di Cottura. […]

Rispondi a Elga Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency