La ghirlanda è finita nel piatto!

Finalmente!
Si perché vanno benissimo le ghirlande appese alla porta che devono rimanere li, integre,fino alla fine delle feste, vanno bene le ghirlande appese agli alberi di natale piene di lustrini, vanno bene anche quelle che si preparano per mettere al centro della nostra tavola delle feste però…. a casa nostra per il momento è andata meglio questa!

Realizzata con verdura, uova, e pasta lievitata , è stato un pasto divertente e diverso dal solito, quasi inaspettato, perché è stato proposto a pranzo.

Ci credete che non mi ero nemmeno accorta della sue sembianze? Infatti mentre lo componevo pensavo solo a racchiudere nello stesso piatto verdure e proteine in modo accattivante, le bambine tornano a casa tardi da scuola e vanno a nuoto prestissimo, in un solo pasto devono mangiare quello che serve per dare nutrimento energia e leggerezza.
Inutile dire che la pizza è per loro la soluzione preferita, ma questa “ghirlanda” è stata all’altezza della situazione .
Prima di portarne in tavola una, solito passaggio fuori in balcone sul tavolino, nel mio studio fotografico naturalmente. Questo studio, che un giorno avrò il piacere di documentarvi è esposto a raffiche di vento micidiali e a volte, per tenere bloccato tovaglioli, tovagliette, dischetti riflettori, specchi, tavole bianche e ammennicoli vari, sono costretta ad usare attrezzi tecnici : barattoli di conserva, bottiglie di acqua…beh, il balcone è quello della cucina e gli ingredienti si utilizzano per diversi usi!
Così quando l’ho posizionata per lo scatto veloce, perché sennò si raffreddava tutta, ho notato l’assomiglianza spiccata alle ghirlande natalizie, sarà che in questi giorni ne vediamo tante!

Ghirlanda di broccoli e uova

Facile
15 minuti

Ingredienti

  • 500 g di farina
  • 1/2 cubetto di lievito
  • 350 g Acqua (per impastare)
  • Verdura saltata in padella (broccoli e funghi cotti separatamente)
  • 1 uovo (a persona)
  • 1 peperone rosso
  • Olio extravergine di oliva

­Procedimento

  • Impastate e lasciate lievitare (se non volete farlo penso che potreste benissimo usare anche quelle piadine gìà pronte che a volte fa così comodo avere in casa, specie se si hanno figli adolescenti!).
  • Una volta lievitato l'impasto prelevatene una piccola quantità (come un mandarino) e stendetela a mano o con il mattarello in modo sottile.
  • Disponete sopra al disco di pasta  le verdure in cerchio  creando uno spazio al centro e poi rompete l'uovo.
  • Condite con olio e sale e mettete a cuocere nel forno molto caldo (200gradi) per circa 10/15 minuti.
Vuoi condividere questa ricetta?

decorazioni, Feste, focacce, Natale, Vegetariane


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency