Kiymali pide, il mio souvenir dalla Turchia

Ho fatto di recente un viaggio con la scuola in Turchia, un’immersione totale per 5 giorni in profumi , persone ,colori, davvero emozionante e travolgente.
Abbiamo attraversato la città di Istanbul in lungo e in largo, quante camminate, tra vicoli e stradine piene di gente e di mercati da ogni parte.
Ovviamente anche il cibo ha attirato la mia attenzione, ho mangiato delle minestre bianche freschissime con foglie di menta, erba che usano tantissimo per insaporire, che mi hanno lasciato dei nuovi sapori in bocca.


Un’altra preparazione che fanno ovunque è questa versione della nostra pizza il kiymali pide, che farciscono con carne macinata di agnello e di montone, mescolata a spezie e verdure , soprattutto cipolla. E’ roba forte così, non c’è dubbio, specie per il sapore della carne, io ve ne riporto qui una mia versione, che ho alleggerito ma che vi garantisco ha avuto in casa e tra le mie amiche che l’hanno assaggiata un notevole successo.
Vediamo insieme come si prepara:

Kiymali pide

6 Persone
15 minuti

Ingredienti

  • 90-100 g di peperone sia giallo che rosso
  • 90-100 g di cipolla dolce
  • 300 g di carne macinata due volte possibilmente (ci andrebbe anche del prezzemolo ma io non l’avevo)

Pasta per pizza:

  • 300 g di farina
  • 15 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di sale fine
  • 20 g di olio extravergine di oliva
  • 200 ml circa di acqua per impastare

­Procedimento

  • Prima di cominciare raggruppate gli ingredienti
  • Dopo aver impastato gli ingredienti per la pasta e lasciato lievitare fino al raddoppio del suo volume dividete il panetto in 6 palline.
  • Stendete con il mattarello in modo da ricavare degli ovali abbastanza lunghi.
  • Mescolate la carne alle verdure tritate grossolanamente.
  • Condite con olio e sale e mescolate bene.
  • Farcite al centro della vostra pizza ovale abbondando con il ripieno.
  • Chiudete prendendo i lembi esterni formando così le sponde che contengono la carne, sembrerà una barchetta.
  • Qui ho visto varianti: c’è chi lucida il bordo con uovo sbattuto e chi invece lo fa con l’olio io ho preferito rendere più croccante l’impasto e dunque ho spennellato con olio extra!
  • Fatto, saranno belle?
  • E ora in forno caldissimo, a 200 gradi per almeno 15 minuti.
  • Ecco qua, guardate come sono belle, profumate e invitanti.

Note

Ve le consiglio davvero, come vi consiglio il viaggetto a Istanbul, ci siete già stati? le avete mangiate anche voi?
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, Feste, pizza, verdure

Comments (18)

  • Purtroppo non sono mai stata a Istanbul 🙁 …. ma almeno posso fare al volo questa gustosa e saporita ricetta, così mi sembrerà di sentirla più vicina 🙂

    Un bacione e grazie del passo passo sempre estremamente utile

  • brava chiara! queste mi ispirano tantissimo…io e la zia conci le faremo venerdi al posto della pizza. grande chiara mi piace un sacco leggere le tue ricette. secondo me stai dando un contributo prezioso al blog. baci!

  • Certo che semplificata come una specie di nostra pizza, perde la sua etnicità, ma rimane l’innovazione e la rielaborazione da te apportate per renderla comunque un’idea divertente e buona, come sempre!!! 🙂 Mangiandola penserò anche io ad Istanbul, nell’attesa di poterci fare un giro!! Intanto con le tue dritte sarò sicuramente preparata sulla cucina locale!! 🙂
    Bye e Baci!

  • E’ semplicemente strepitosa!!!
    L’idea mi fare delle piccole barchette mi piace, volendo si può adattare anche alla nostra classica pizza…si si lo so, la pizza è pizza, ma a me piace stravolgere un pò tutto!
    Il profumo di cottura di questa farcitura è sicuramente delizioso: carne+peperoni+cipolle…che terzetto.
    Complimenti davvero Chiara!!!

  • Ommiodio che cosa buona!E quanto mi manca Istanbul con i suoi odori e sapori così intensi!!Penso che questa ricetta li rappresenti al meglio e penso che mi è venuta talmente tanta fame a vederla che potrei addentare il monitor!!^^

  • Mmmm la provero’ sicuramente mi piacciono sapori forti e adoro sperimentare piatti di altri paesi, ricchi di spezie!
    Grazie x l’ispirazione

  • che brava la mia chiaretta! ormai stai diventando una cuoca internazionale!!!
    hanno davvero un’aria invitante e chissà, magari mangiandole potrò assaporare un po’ di Istanbul anche io!!!! un bacioooooooooo

  • sono stata ad istanbul 2 volte e la pide e il lachmachun sono strepitosi! mi manca molto la turchia e vorrei tornarci con i bambini. specialmente in cappadocia e in licia. chissà in futuro! ciao!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency