Panzerotti 2.0

Eccomi qui con una seconda versione di panzerotti con l’impasto alla panna, ne avevo già fatta una con il ripieno di peperoni, chi desidera potrà vedere la sua esecuzione oggi live alla trasmissione La Prova del cuoco, ricorderò anche il procedimento qui sotto.


Come continuare a non produrre sempre nuove varianti quando si ha voglia di qualcosa di goloso e stuzzicante e si ha in mano una ricetta veloce e vinìcente?. In fondo bastano pochi ingredienti, quelli che abbiamo in casa ad esempio e subito ci vengono in mente abbinamenti, che funzionano eccome se funzionano!
Io per esempio oggi li ho farciti con il primo cavolo della stagione, un po’ di salsiccia, formaggio e un po’ di salsa besciamella che contribuisce a legare il tutto e rendere questo ripieno scioglievole (mica si dice lo so) in bocca.
Ho poi provato ad accompagnare questi bocconi con una salsa davvero non male, fatta con una rapa rossa, salsa tahina, yogurt e aglio,bellissimo il suo colore e accattivante il sapore da provare. Questa alle bambine, anche se attratte dal colore, non è piaciuta ma a mio marito si, quindi se la portate in tavola e pensate di proporla ad un pubblico di minori incrociate le dita perchè ormai lo sapete anche voi che i nostri bambini sono imprevedibili no?

Per una versione aperitivo con amici fighetto posso proporvi anche questa alternativa di presentazione, io mi diverto sempre quando posso mettere insieme il mio servizio di bicchierini “spaiati” è un modo allegro di presentare le cose e poi in questo modo ognuno avrà il suo e nessuno starà a litigare 😉

Ed ora mi è stato chiesto di sostenere un iniziativa che ritengo davvero importante e ne approfitto anche io di segnalarvela sul mio blog traendo alcune frasi del comuncato che mi è arrivato:

Il problema è quello relativo alla spaventosa diffusione del tetano materno e neonatale,

P&G Italia, insieme a molte delle sue marche, ha deciso di sostenere per il terzo anno consecutivo  l’UNICEF nella lotta contro questa malattia, con l’obiettivo di coinvolgere un numero ancora maggiore di famiglie italiane.

Una delegazione composta da giornalisti, rappresentanti di P&G e Unicef, e Valeria Mazza, che anche per questa edizione ha voluto dare il suo sostegno,  è in partenza per il Camerun per testimoniare sul campo questo impegno. Ma insieme a loro ci sarà anche una rappresentante della Rete: dopo Jolanda Restano, che l’anno scorso ha visitato la Tanzania, quest’anno Claudia Porta raccoglierà da lei il testimone e partirà per l’Africa. Claudia è una blogger molto attiva, una persona dolce e sensibile verso il mondo dell’infanzia, e ha accettato con energia ed entusiasmo l’invito di Dash per Unicef.

 Se volete potete seguirla qui,  e condividere  le sue foto e le sue testimonianze.

Dal 1 ottobre e fino al 31 dicembre 2012, sarà possibile sostenere l’iniziativa anche presso supermercati e ipermercati grazie a un semplice meccanismo 1 confezione=1 vaccino. Basterà individuare le confezioni o le attività promozionali legate all’iniziativa e, per ogni confezione acquistata, Dash e le altre marche P&G doneranno all’UNICEF l’importo equivalente all’acquisto di una dose di vaccino. Al fianco di Dash, ci sono Gillette, Pantene, Oral-B, AZ, Olaz, Herbal Essences, ACE, Ambi Pur, Fairy, Mastro Lindo, Swiffer, Viakal.

www.missionebonta.itwww.unicef.it/missionebonta

Panzerotti 2.0

15 Pezzi
Facile

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 100 g di panna liquida
  • 120 g di farina sale

Per il ripieno:

  • 100 g di cavolo
  • 1/2 salciccia
  • 1 cucchiaino di farina
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 50 g di provola dolce o altro formaggio di casa.

­Procedimento

  • Impastate anche nel robot e mettete in frigorifero.
  • Cuocete il cavolo diviso a cimette con un po' di olio, a 10 minuti circa dalla fine aggiungete la salciccia sbriciolata e fate insaporire insieme al cavolo.
  • Nella stessa padella unite il cucchiaino di farina e il mezzo bicchiere di latte, salate e pepate.
  • Togliete dal fuoco unite il formaggio tagliato a dadini ed ecco che avete già pronto il vostro ripieno.
  • Stendete la pasta, ricavate dei cerchi, farcite e piegate a mezzaluna.
  • Friggete in abbondante olio extravergine di oliva

Per la salsa:

  • frullate la rapa con gli altri ingredienti, aggiustate di sale e mettete in una ciotolina per accompagnare i panzerotti.

Panzerotti ai peperoni:

  • saltate in padella 150g circa di peperone con olio e aglio, una manciata di pinoli, capperi, tre alici sotto sale e cuocete.
  • Per ultimo aggiungete un po’ di pecorino grattugiato con un po’ di provola (in tutto 50g), un cucchiaio di pan grattato e con questo ripieno farcite i dischi di pasta.

Versione senza glutine molto appetitosa:

  • fecola al posto della farina fate attenzione che l'impasto è molto delicato ma vi assicuro croccantissimo (ovviamente togliete dal ripieno anche il pan grattato).
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, panzerotti, senza glutine, verdure


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (9)

  • Ti seguirò live per vedere ancora meglio l’esecuzione di questa ricetta golosa!!
    Quanto all’iniziativa, è davvero facile parteciparvi senza un grosso impegno!
    Bye e Baci!

  • Grazie per questa nuova ricetta sfiziosa!Posso rubarti il tempo di due domande?
    I panzerotti si possono cuocere al forno invece che friggerli?
    Ti ho seguita ieri all aProva del Cuoco e, nell’anteprima, hai dato un altro splendido consiglio.Solo non ho capito se le puree di frutta vanno fatte con la frutta fresca frullata oppure se bisogna prima cuocerla.
    Grazie e scusa se sono stata un po’ lunga

  • @Stef – rubala rubala che non te ne lenirei, è un gnocco fritto ingrassato va potremmo chiamarlo anche così!

    @Patrizia – eccomi qua un po’ indaffarata cerco di recuperare le risposte ai commenti, lo so che sono in arretrato ma voi perdonate vero?

    @Teresa – grazie mille teresa mi fa piacere che ti sia piaciuta, e per quanto riguarda la trasmissione beh, li c’è sempre fretta!!!

    @Pippa – la panna è quella che usi da montare fresca, si trova nel banco frigo

    @Teodora – quello che hai a disposizione va bene, oltre a questi due puoi mettere la classica mozzarella con un po’ di salsa di pomodoro, oppure funghi trifolati con un po’ di formaggio, ricotta e spinaci, stracchino e rucola, wurstel e formaggio insomma ti puoi davvero sbizzarrire tieni dolo presente che a dose è per circa 15 panzerottini, sono bocconcini e anche il ripieno non deve essere molto, circa 2 etti scarsi in tutto!

    @Manuela – non mi rubi tempo anzi approfitto per approfondire il discorso. Per quanto riguarda la cottura al forno il risultato sarà quello di avere in panzerotto croccante e non morbido come quello che ottieni dalla frittura ma si può fare, certo. per quanto riguarda la frutta basta solo averla schiacciata o resa a purea con un frullatore, la banana , la mela e la carota vanno crude, se hai un po’ di zucca allora quella deve essere cotta. a presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency