Sono tornata con i miei Sgabei!

Eccomi qui dopo la pausa estiva mi sono presa un po’ di tempo, quest’anno con l’esame di maturità non si scherza, ma ci vuole anche un po’ di distrazione e a me la cucina fa a volte questo effetto.


Oggi vi voglio parlare di questa ricetta , gli Sgabei, che insieme ad altre mi hanno accompagnato nelle mie vacanze in Terra rossa, un paesino nella lunigiana, tra Liguria e Toscana. Con i miei amici ho fatto una vacanza “alternativa” siamo andati tra Sagre di paese , bagni al fiume e Feste tradizionali in giro per il posto . Bellissimo davvero e grazie a tutti !
Per la ricetta che mi è stata insegnata dalle signore del posto vi occorre

E voi ? Adesso arriva il domandone,  avete imparato una ricetta dalle vostre vacanze, se è si e siete di queste parti vi va di venirla a cucinare qui con me? Su non fate i timidi dai che vi aspetto!

Gli sgabei di Chiara

4 Persone
Facile
1 ora 30 minuti

Ingredienti

Per la pasta:

  • 500 g di farina
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • 1 cucbetto di lievito di birra
  • 230-250 g di acqua
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 1 pizzico di zucchero.

Per accompagnare gli sgabei fate voi:

  • salumi
  • stracchino
  • chi vuole anche la nutella alla fine

­Procedimento

  • Prima di tutto sciogliete il lievito in mezza dose d’acqua, unite alla farina insieme all’olio, il sale e lo zucchero, impastate fino ad ottenere un composto elastico e morbido continuando ad aggiungere il resto dell’acqua.
    Potete fare questa operazione anche nel robot o impastatrice.
  • Fare un panetto rettangolare e mettete a lievitare su un tagliere per un ora e mezzo circa ungendo la superficie con un po’ di olio e se potete copritela o mettetela nel forno spento.
  • Trascorso il tempo tagliate direttamente dal panetto lievitato delle strisce di pasta, gli sgabei che ho mangiato io erano lunghi il triplo e larghi il doppio, eravamo ad una sagra di paese e loro avevano pentoloni enormi, in casa io più di così non sono riuscita a fare.
  • Una volta tagliata la striscia appiattitela leggermente con le mani.
  • Procedete fino al ultimare tutto.
  • Prendete una pentola capiente per friggere e versate l’olio extravergine abbondante (circa mezza bottiglia e più dipende dalla padella io ho usato una specie di wok).
  • Portate l’olio a temperatura (controllate con uno stecchino se viene subito circondato da bollicine l’olio è pronto) e iniziate a cuocere gli sgabei fino a farli dorare
  • Ecco finalmente la parte che ha dato più soddisfazione a noi ragazzi: portate in tavola e servire con salumi e formaggi , questa dose ha sfamato abbondantemente 4 persone e mezzo (Laura la conto così)

Note

Vuoi condividere questa ricetta?

fritti

Comments (14)

  • Ciao! Io sono di Sarzana….anche qui si fanno (e si mangiano) gli sgabei! troppo buoni!
    (provali anche farciti di Nutella! ecco…la porcheria del giorno l’ho detta! 😉 )

  • buonissimi!!!!! ma che significa “grazie a tutti quelli che hanno permesso e concesso l’ospitalità”?? Hai fatto una specie di Lunigiana Express?? 😀

  • @Antonietta – ti rispondo io , Chiara è stata ospite da una famiglia di un amico, e li ha trovato nonna, zii, cugini che si sono presi cura di loro coccolandoli come non mai…

  • Chiara,
    che bello ritrovarti dopo la pausa estiva.
    Anch’io sono ligure, ma della zona di ponente nel savonese, e dalle mie parti non si chiamano sgabei ma…bagascin.
    Un nome non proprio ortodosso ma è questo…
    Che dire, confermo che i salumi sono la loro “morte”.
    Ti aspetto con altre appetitose ricettine.

  • Ciao Chiara e Bentornata!!
    Sei proprio come la mamma, “rubi” ricette nei posti in cui vai in vacanza!!! Brava, continua così che a noi piace quando condividi queste scoperte!! 🙂
    Una domanda per Natalia, se legge i commenti….domani sei a La Prova del Cuoco?
    Bye e Baci!

  • Chiara!!! già solo dall’aspetto mi sembrano buonissimi…ecco ora ho una ricetta in più da aggiungere al ricettario! 🙂 1 bacione…ci vediamo alla prossima ricetta!!!

  • @Patrizia,- i commenti li leggo è che purtroppo lo faccio al volo e poi mi passa il tempo di rispondere, scusate tanto 🙂 certo che si e spero che mi fari da supporter vero? salterò il prossimo, ma poi dovrei tornarci chi vivrà vedrà!!!

  • woooow che brava la mia chiarettaaaaa!!! dopo la splendida vacanza passata insieme e tutte le mangiate è confortante sapere che ti sei rubata questa ricetta impiantandola anche a roma!!! sempre più intenzionata a farci ingrassare! bhè allora non vedo l’ora di poter assaggiare la ua versione degli sgabei!! BRAVISSIMAAA!!! <3

  • @ Natalia: il mio non era un “rimprovero”, ci mancherebbe!!! Pensavo che poichè era l’angolo di Chiara tu non venissi a controllare, o comunque a leggere spesso i commenti!!! Certo che farò da supporter…domani sarò pronta davanti alla tv!!! 🙂

  • Ciao Chiara è la prima volta che ti leggo e mi trovo …gli sgabei…. io ci sono cresciuta perchè mia mamma era di Codiponte e io ci ho passato tutte le mie vacanze (1 giugno/30 settembre). Gli anni più belli della mia vita. a presto
    Rossella

    • @Rossella gobbi- ciao ti riposando io Natalia perché chiara è un po’ latitante in questo momento ha iniziato a lavorare ed ha pochissimo tempo da dedicarmi 🙁 a presto

    • @Giorgio- accipicchia Giorgio come sei rigido, certo ci sono creme al cioccolato migliori quindi possiamo consigliarne un’altro tipo, che dici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency