• Home
  • Dolci e Torte
  • A la Prova del cuoco: Torta magica al limone con caramello e mandorle
torta magica al limone

A la Prova del cuoco: Torta magica al limone con caramello e mandorle

Scritto da Natalia il .

Sono tornata da un viaggio/lavoro bellissimo, è andato tutto bene, ho vistato posti che mi hanno lasciato ricordi indelebili, ho conosciuto belle persone e sono anche riuscita a stare un po’ con una buona parte della mia famiglia, mia sorella e figli compresi, cosa volere di più dalla vita.
Bisogna approfittare di questi bei momenti, viverli tutti e appieno, so che non ne capiteranno spesso quindi proprio per questo li tengo stretti e ne faccio tesoro.

Dal punto di vista culinario durante il mio viaggio a Cuba e alcune isole caraibiche non sono stata colpita da nulla in particolare, abbiamo provato a cercare piatti e sapori diversi dai nostri senza però rimanere estasiati. L’unica cucina che abbiamo apprezzato è stata alla fine quella messicana con i suoi burritos , nachos, guacamole e fajitas,  con una piccola eccezione piacevole in Giamaica dove abbiamo mangiato lo strombo con peperoni verdi verdure e curry abbinato a riso e fagioli.  A seguito di queste nostre incursioni gastronomiche sono susseguite anche piccole fastidi intestinali ma che fortunatamente sono passati nelle giornate seguenti ;(

Il mio rientro in studio a La prova del cuoco è stato con la proposta della torta magica,  una torta con ben tre diverse consistenze tutte ricavate da un unico procedimento un classico qui sul web che mi riproponevo di fare da tanto tempo e finalmente ci sono riuscita.
Nessuno degli esecutori di questo dolce ha osato mai cambiare le proporzioni degli ingredienti e le modalità di esecuzione, probabilmente per il timore di non riuscire ad avere l’effetto promesso, i  tre strati , ma io involontariamente l’ho fatto!!!
Si la prima volta che ho fatto questo dolce, letta la ricetta  da un libro francese, ho proceduto seguendo bene le indicazioni, ma alla fine quando ho aggiunto il latte e versato l’impasto nello stampo, mi sono accorta che non era liquido come doveva essere dalle spiegazioni . Ho infornato ugualmente, con il dubbio che continuava a rimanere nella mente. Così ho ripreso il libro ed ho visto che avevo confuso le dosi del latte, leggendo 50cl ho messo però 50ml invece di 500ml abituata a questa unità di misura, svelato l’arcano ho subito ripreso la torta, ho rovesciato l’impasto in una ciotola, ho aggiunto il latte ed ho riversato il tutto di nuovo in teglia dopo averlo “massacrato” . Ho infornato con poche pretese, in attesa del mio piccolo fallimento.
La mia sorpresa è stata quando ho tagliato la fetta, la vedete in foto? Perfetta, i tre strati ben distinti, che  sono comparsi meravigliosamente, anzi direi magicamente ;).

Penso di aver capito che più si incorpora l’albume montato più l’ultimo strato sarà alto e soffice, se invece non si monta bene l’albume  e si lascia più lento si otterrà una base più spessa e una parte soffice meno alta.
Le sequenze degli ingredienti non sono poi così fondamentali per il risultato finale della torta ma solo per decidere queste sfumature, ma vi devo confessare che a parte questa avventura le ho sempre rispettate, perché rischiare di nuovo?

Grazie per seguirmi sempre e in tanti, vi abbraccio tutti e vi aspetto alla prossima ricetta 😉

torta magica al limone

Torta magica al limone

12 Persone
Media
20 minuti
1 ora

Ingredienti

  • 4 uova
  • 150 g di zucchero semolato fine
  • 125 g di burro
  • 1 limone (buccia e succo di mezzo limone)
  • 115 g di farina
  • 500 ml di latte intero

Per decorare:

  • 3 cucchiai di mandorle a lamelle
  • 100 g di zucchero
  • 3 cucchiai di acqua
  • 30 g di succo di limone
  • 10 g di burro
  • 2 cucchiai di acqua

­Procedimento

  • Accendete il forno a 150 gradi modalità statica.
  • Sciogliete il burro e metterlo da parte.
  • Dividete i tuorli dagli albumi.
  • Scaldate il latte
  • In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero con l’aiuto di uno sbattitore elettrico per 8/10 minuti fino a quando non saranno belli gonfi e chiari.
  • Ai tuorli montati aggiungete azionando sempre le fruste elettriche, il burro sciolto, la buccia e il succo di limone e la farina ben setacciata.
  • Unite mescolando a mano il latte caldo, e da ultime le chiare montate a neve.
  • Versate il composto in una tortiera quadrata 20×20 precedentemente foderata con carta da forno.
  • Cuocete per circa 60 minuti, togliete dal forno e lasciare raffreddare almeno due ore.

Per decorare (facoltativo):

  • Preparate il caramello al limone, sciogliete lo zucchero sul fuoco con 3 cucchiai di acqua.
  • Non appena si sarà colorato di biondo togliete dal fuoco e aggiungete il succo di limone, il burro e l’acqua, mescolate e attendete il raffreddamento.
  • Spennellate la superficie della torta con il caramello al limone, oppure spolverate semplicemente con zucchero a velo, distribuite sulla superficie le mandorle e tagliate a cubotti prima di servire.

Note

Può essere preparata in anticipo il giorno prima e può essere anche congelata per averla sempre di scorta.
Vuoi condividere questa ricetta?

caramello, limone, mandorle, torta


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (50)

  • Ciao Nat bentornata!
    La torta l’ho vista sul web ma non l’ho mai fatta,
    Oggi vedendoti in TV mi hai fatto venire voglia di provarla, sei sempre
    semplice e chiara nelle spiegazioni ( compreso art attack ?). Ciao buonanotte.

    • @Cristina – ciao, anche io l’avevo vista nel web così per studiarla meglio ho acquistato un libro francese di sole torte magiche, che belle!!! mi sono così entusiasmata che ho voluto provare anch’io naturalmente dalla più semplice, ma ce ne sono tante che vorrei fare, alla frutta, alla Nutella, alla crema di castagne….una delizia!!

  • Scusa Natalia non avuto modo di guardare la TV….il latte caldo non bollente? Complimenti sei una persona ‘squisita’…

    • @Claudia Buffa – grazie mille Claudia, tutto bene? il latte lo devi solo scaldare, non deve essere bollente, io appena lo sento caldo lo tolgo dal microonde o dal fuoco e lo verso nella ciotola con gli altri ingredienti.

  • Cara Nat, Grazie. Due domande: 1) se non si ha la tortiera quadrata, una tonda va bene ugualmente? 2) al posto della carta forno posso usaro lo staccante?

    • @Ire – allora certo che puoi usare lo stampo tondo, rimani però con la misura di 20cm / 22 di diametro se vuoi che l’effetto dei tre strati si noti di più. la carta da forno è indispensabile per estrarre la torta, il risultato è una base budinosa e non puoi sollevarla senza o scaraventarla. potresti provare ad usare lo staccante se utilizzi una tortiera con la base estraibile, in questo caso eviteresti di estrarla fuori dallo stampo e potresti servirla con tutta la base, prova dai e fammi sapere!

  • Ciao Natalia, mi chiamo Giovanna e vivo in Germania seguo da sempre la prova del cuoco e mi piace molto il tuo modo semplice di cucinare ( sei la cuoca preferita da mio marito ) . A proposito della torta magica su un sito tedesco sul fondo della forma mettono 200 g di lamponi e poi aggiungono il composto, quando la torta é cotta i lamponi si trovano tra il secondo è il terzo strato molto decorativa da provare.Cari saluti e a presto

    • @Giovanna- Grazie mille Giovanna, mi hai fatto un bellissimo complimento!! Grazie anche a tuo marito naturalmente! Si nel libro francese dove ho preso la ricetta fanno vedere in effetti altre torte magiche con frutta all’interno e l’effetto è come quello che dici tu, molto coreografico e l’idea è che con la frutta la torta sia ancora più fresca!! un abbraccio grande

  • Potrei permettermi di chiederti di regalare alle tue fan la ricetta di una torta magica con le fragole, dato che per adesso ne troviamo tante e di stagione? Sarebbe buonissima e bellissima da vedere!!!

    • @fanny- ciao , io di solito non cuocio le fragole perchè non amo la consistenza delle fragole cotte, puoi comunque decorare la torta con le fragole fresche, oppure provare ad inserirne alcune alla base della tortiera prima di versare sopra il composto, la frutta si sistemerà tra di due strati (cremoso e morbido) e sarà molto particolare, nel caso usa fragole piccole!

  • Rientro grandioso con questa torta magica, che peraltro vedo spessimo in rete ma non ho mai provato a realizzarla.
    Vedrò di mettermi in pari 😉

    Peccato per la cucina, credevo molto meglio.
    I miei genitori sono stati a Cuba una decina di anni fa e ricordano ancora oggi quanto abbiano mangiato bene.
    Chissà come mai tanta differenza…
    Il Messico è il Messico, difficile trovare qualcosa che non sia buono.
    Tutto sommato mi sembra di aver capito che comunque sè tata una bella “vacanza di lavoro”.
    Un abbraccio

  • Appena fatta,ma mettendo forno statico,come l ho cacciata,mi sono accorta che pur sembrando cotta,il composta balla nella teglia.è normale?si raddensa da solo?

  • Ciao Nat, già messa in forno e anche gia finita!! È stato un successone, buonissima. Ho capito bene? Faccio uno strato di fragole sul fondo verso il composto sopra e poi…. ? A presto!

  • Ciao Natalia, la faccio spesso e provo anche la tua ricetta oggi!
    un libro francese di torte magiche? si può avere il nome?? grazie!! sempre il top!

    • @Maddalena – si certo si chiama 100 recettes de gateaoux magiques di Hachette cuisine, non è molto dettagliato nelle spiegazioni ma suggerisce tante idee e varianti di questo tipo di dolce. non costa nemmeno tanto il suo prezzo euro 5,95

  • Ciao ho provat a farla che avevo ospiti. Purtroppo avendo seguito scrupolosamente tutti i passaggi e avendo fatto la p’rova stecchino al momento di toglierla dal forno sotto era tutta liquida. L’ho rimessa ancora ma wquando l’ho tolta l’ultimo strato si e’ staccato.(

    • @Valerias- quanto mi dispiace… ci sarà stato senz’altro un problema nella cottura, la prossima volta non esitare a tenerla ancora di più nel forno, nel tuo i tempi sono evidentemente più lunghi

  • Ho provato la torta magica, molto buona, ben divisa in strati. L’unico inconveniiente :la parte cremosa un po’troppo attaccata alla carta forno, ho fatto fatica a tagliare le fette. Come posso ovviare a questo inconveniente?

  • Proverò sicuramente la ricetta della torta al limone ma sono un po’ dubbiosa sulla quantità del latte rispetto a quella della farina. ……dubbio infondato? ????……niente lievito? ??…….grazie 1000

  • Ciao ho provato a fare questa torta con lo stampo 20×20 seguendo le tue istruzioni.. ma in cottura la parte superiore si è tutta aperta tipo cratere da cosa può dipendere . Colgo l’occasione di complimentarmi con te e attendo risposta… buona estate

    • @Franca Milan-ciao forse era troppo caldo il tuo forno, prova a tenerlo ancora più basso di quanto ti ho indicato io. comunque piò capitare che il dolce si gonfi di conseguenza crepi e poi si abbassi, in genere però quando accade è per colpa del troppo calore

  • Ciao Natalia l’ho fatta oggi ma non mi e’ venuta intendo non si vedono i tre strati ho fatto tre errori forse ho scaldato poco il latte poi il forno ci ha messo tempo per arrivare a temperatura e la torta era già nello stampo ha aspettato prima di essere infornata e poi non si e’ raffreddata del tutto era tiepida e l’ ho tagliata mi dici quale di questi errori ha pregiudicato il risultato finale mi aiuti vorrei rifarla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency