Stinco di maiale al forno con patate

Stinco di maiale al forno con patate

Guardate che meraviglia, un piatto ricco di gusto ma economico nella spesa e forse tenuto poco in considerazione per le feste importanti,  come il Natale, almeno qui a Roma.
Ho visto questi bellissimi stinchi di maiale in offerta al supermercato, costavano davvero poco, mi pare sui 2 euro e qualcosa l’uno, non ho resistito e ne ho comprati 4.
Non essendo riuscita a cucinarli subito ho pensato di congelarli.
Ecco qui che è venuta finalmente l’occasione di prepararli per un pranzo con amici a casa.
Li ho scongelati la sera prima mettendoli in un sacchetto ad insaporire con erbe fresche sale pepe e aglio.
Il giorno dopo li ho fatti rosolare delicatamente in padella e poi ultimato la cottura nel forno.
Non vi dico per tutta casa il profumo …
Le patate fritte hanno completato il piatto con una bella insalata di finocchi e arance.
Non avevo preparato un primo piatto, perché ho servito un antipasto ricco fatto di stuzzichini e torte salate, che abbiamo consumato in piedi aspettando l’arrivo di tutti.
Ho avuto un grande successo e credo che dovrò ricordarmi di questi stinchi di maiale al forno  per riproporli più spesso, perché il suo gradimento mi ha decisamente gratificato.
Che ne dite anche voi? Li preparate spesso gli stinchi di maiale? E come li preferite?
Ci vediamo domani!

Stinco di maiale al forno con patate

Stinco di maiale al forno

8 persone
Difficile
30 minuti
2 ore

Ingredienti

  • 4 stinchi di maiale
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2 bicchieri di brodo
  • 1 cipolla grande una carota una costa di sedano
  • Erbe aromatiche: rosmarino, salvia, alloro, aglio, sale, pepe

­Procedimento

  • Se potete mettete il giorno prima gli stinchi ad insaporire con le erbe aromatiche, e un po’ di olio extravergine d’oliva, potete inserirli in un sacchetto e tenerlo ben chiuso nel frigorifero.
  • Al momento di cucinarli procedete in questo modo: rosolateli delicatamente in padella con un po’ di olio da tutte le parti.
  • Salate , pepate, sfumate con il vino.
  • Trasferite gli stinchi in una teglia da forno, aggiungete la cipolla il sedano e la carota tagliata a pezzetti grossi, salate, unite il brodo e tutta la salsa rimasta in padella.
  • Coprite con un foglio di alluminio e mettete a cuocere nel forno caldo a 180 gradi per circa un ora abbondante.
  • Trascorso il tempo togliete la carta d’alluminio, rigirate gli stinchi e bagnateli con il brodo, se dovesse occorrere aggiungetene dell’altro. O anche della semplice acqua calda assicuratevi che rimanga sempre almeno un dito abbondante di liquido.
  • Fate cuocere ancora per un oretta, gli ultimi dieci minuti se vi piacciono i gusti leggermente agrodolci spennellate gli stinchi con miele mescolato a peperoncino, darà colore e un leggero contrasto dolce-salato molto piacevole.
  • Coprite gli stinchi una volta cotti con la carta stagnola per mantenerli al caldo, prendete la salsa, schiacciate le verdure e filtratele con un colino, se occorre addensatela aggiungendo mezzo bicchiere di acqua fredda nella quale avrete sciolto un cucchiaino scarso di amido di mais, mettetela sul fuoco e tirate per la cottura.
  • Servite gli stinchi con a parte la salsa.
  • Potete cuocerli prima e riscaldarli al forno sempre coperti per evitare che si secchino.

Note

Serviteli con patate fritte o al forno.
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, Feste, inverno, maiale, Natale, patate


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency