Semifreddo di clementine

Questa ricetta se la ricorderanno di sicuro le, ehm, “ragazze” della mia generazione!
E’ una preparazione vintage, diciamo circa degli anni ottanta, quando si usava molto servire questo tipo di dolce nel “guscio”.

Le riviste di cucina ci proponevano questa idea in mille modi ed ecco che allora nelle nostre cene limoni, arance, mandarini, pompelmi, noci di cocco, ananas, riempiti di sorbetti, gelati, creme aromatizzate… stupivano i nostri invitati!


Ricordo che una volta, alla fine di una cena importante, presentai una piramide gigantesca di frutta ghiacciata di diverso tipo decorata con candele accese e foglie fresche… una bella soddisfazione! Adesso ci sono i fruttini gelati, li trovi ovunque anche se, a dire la verità, pochi meritano davvero di essere mangiati!

Così, voglio farvi scoprire questa ricetta che si prepara in anticipo e vi permette di variare usando la frutta che più desiderate. Sarà un dolce piacevole, dall’aspetto un po’ retrò, che verrà senz’altro apprezzato da chi avrà la fortuna di assaggiarlo. Se chi legge in questo momento è una “ragazza di ieri” che non ha ancora fatto questo esperimento, beh, cosa aspetta, non deve rimandare ancora, questo è il momento buono!

Semifreddo di clementine

6 Pezzi
Facile
3 ore 15 minuti

Ingredienti

  • 500 gr di spicchi di clementine (potete usare anche: limoni, arance, pompelmi, ananas…)
  • 100 gr di zucchero (che può variare con la dolcezza o meno della frutta scelta)
  • 4 tuorli di uovo
  • 2 a lbumi
  • 250 ml di crema di latte
  • 4 gr di gelatina in fogli (facoltativa)

­Procedimento

  • Prelevate dai frutti gli spicchi aiutandovi con un cucchiaino, cercando di lasciare intatti i “gusci” se avete intenzione di usarli come contenitori.
  • Frullate e filtrate il succo di frutta, ne ricaverete circa un bicchiere pieno, mettetelo in un pentolino e fatelo ridurre sino alla metà.
  • Per aromatizzare ancora di più il semifreddo, grattugiate anche la buccia di una clementina, sempre che sia di coltivazione biologica e aggiungetela al succo.
  • Mettete in ammollo la gelatina in acqua fredda, dopo circa 15 minuti, strizzatela bene e aggiungetela alla spremuta ancora bella calda, mescolate bene.
  • In una ciotola montate gli albumi con metà dello zucchero, in un altra montate i tuorli con il restante zucchero, infine montate la panna.
  • Assemblate adesso le varie creme, unite ai tuorli d’uovo il succo delle clementine ridotto e ormai tiepido, incorporate la panna e da ultimo gli albumi montati.
  • Distribuite il composto nel guscio vuoto della frutta scelta, o in un altro contenitore (stampo da plumcake o da monoporzione) fate riposare nel congelatore per almeno tre ore.

Note

Sedetevi in poltrona, guardatevi intorno a voi (io vedo le mie figlie che ridono mentre giocano…mi è andata bene!) e pensate, prima di gustarvi questo dolce, a quanto è bella la vita!
Vuoi condividere questa ricetta?

agrumi, frutta, semifreddo


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (20)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency