Trasferita al mare con “baracca e burattini”!!! Si ricomincia…

Quest’anno è stato più faticoso del solito il “trasbordo“ di tutta la famiglia al mare.
Ci sono arrivata stanca, impreparata e disorganizzata. A volte capita anche a noi del segno della Vergine, mi hanno detto che di solito siamo delle ottime organizzatrici…mah, io a queste cose…
Comunque sta di fatto che ancora mi devo sistemare, ma in questi giorni sto avendo delle grandi soddisfazioni in famiglia. Le due bimbe piccole mi stanno dimostrando giorno per giorno che stanno crescendo e mi fanno apprezzare sempre di più la loro compagnia e quanto sia bello dedicarsi in questo momento a loro!

 I capricci sono sempre più rari, ci si può parlare benissimo, ragionare, decidere, insomma non ricordavo più questa fase bellissima dell’età dei nostri figli, ora è il momento di goderseli in pieno, ora sono sempre più felice e contenta, ora penso a quanto davvero siano belle e importanti e di come mi stiano arricchendo giorno per giorno anche se la stanchezza si fa sempre più sentire!!! Un po’ di ottimismo e sferzata di buonumore ogni tanto ci vuole, o no?
E proprio per questo, per volerle festeggiare e ringraziare a modo mio, ho fatto a loro una sorpresa il giorno dopo il nostro arrivo. A Roma avevo comprato a un euro l’uno, due secchielli mini nei negozietti cinesi, così ho pensato di regalarli in un modo divertente ed originale. Ho preparato un’insalata di farro spezzato molto semplice (gli ingredienti dei primi giorni di apertura della casa sono sempre essenziali e poveri e in genere avanzi di casa di casa a Roma), poi ho creato delle lumachine con la fesa di tacchino in busta e del formaggio spalmabile e…sorpresa, l’ho sistemata nei secchielli ben lavati con tutti gli attrezzi vicino.
Che dire, una bellissima idea per iniziare alla grande anche queste vacanze!
Da un gioco è nata una ricetta che è piaciuta a tutti, saporita e fresca, so già che dovrò ripeterla a grande richiesta, magari preparerò a parte anche altre verdure per dare la possibilità a chi lo desidera di aggiungerle per dare un tono di freschezza in più.

Insalata di fatto spezzato

4 Persone
Facile

Ingredienti

  • 140 g di farro spezzato
  • 4 cucchiai di mais
  • 100 g circa di fette di fesa di tacchino
  • 60 gr circa di formaggio spalmabile
  • insalatina da taglio
  • olio
  • sale
  • succo di limone

­Procedimento

  • Semplicissimo: cuocete il farro dopo averlo ben sciacquato partendo da acqua fredda.
  • Raffreddatelo.
  • Conditelo con olio, sale e limone se piace, aggiungete il mais, l'insalata.
  • Preparate le “lumachine” spalmando il formaggio sulle fette di tacchino, arrotolate ben stretto e lasciate riposare in frigo fino al momento di servire.
  • Allora tagliate i rotolini, date la forma di lumachine aggiungendo se volete le antenne con dei rametti di prezzemolo senza foglie e disponete i rotolini sul piatto di portata.
  • Per tagliarle meglio potete mettere i rotoli di fesa farciti in freezer per alcuni minuti.

Note

Questa ovviamente non è una ricetta parigina....non ho ancora avuto tempo di gustarmi i libri francesi ma...non temete...colpirò, eccome che colpirò!!!
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, estate, farro, formaggio, insalata, tacchino


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (20)

  • Buongiorno Natalia, come sempre una ricetta buona e semplice! non amo il farro, ma la ricetta mi tenta. Mia figlia ha compiuto 5 anni ed ora comincia il bello! ho altri due figli di 24 e 18 anni. E’ stata davvero dura all’inizio, ma come dici anche te, a questa età (non so quanti anni hanno le tue) comincio a vedere la luce!!
    Ciaoooo

  • @Loredana – ciao, ma che bella famiglia che hai anche tu!!! forse con i due grandi ne avrai passate tante, o no? le mie due prime figlie hanno 18 e 16 anni le due piccole hanno 6 e 4 praticamente come la tua ultima! è stato faticoso ma bello, soprattutto da adesso in poi. Fermo restando che ormai so già cosa aspettarmi quando cresceranno come le altre…dolori e dolori!!!! Ma tu abiti a Roma? Sei andata tu a via Pisa ad acquistare il libro? Dai che allora se è così finite le vacanze possiamo anche incontrarci…. baci

  • bentornata Natalia!
    ..che invidia pensarti a Parigi!!
    vorrei tanto andarci anche io!!..
    un po’ meno invidia quando ti pensavo con le tue figlie!!hihi
    io vorrei andarci con qualche buona amica!!i miei figli e marito non mi farebbero fare niente..tipo guardare i negozietti..i mercatini..ahaha mi vedo già esaurita dopo 2 minuti!!!
    comunque ….aspetto le tue nuove ricette parigine…
    e…ah dai su che anche in questa ricetta si stata condizionata dal tuo viaggetto…escargot all’italiana!!!hihi
    a presto!!!

  • No a piatto e pasta, si a secchiello e farro. Che geniale furbizia, ti invidio. E le lumachine che gironzolano pian pianino… super!

    Ho messo un pò di ricettine per la cometa:
    genigenitori.blogspot.com/search/label/cometa

    Bacioni
    Lety

  • Approfitto di internet che è in un momento buono:)

    Ben tornate e buone vacanze al mare. Come ti ho scritto via sms ho un po’ di problemi col computer ma il libro va alla grande (ne ho piazzate 7 copie… avere una libreria è sempre stato il mio sogno!), sto cucinando un sacco e sto apportando modifiche (piccole) per rendere senza glutine alcune ricette, così anche la nostra favolosa nanny potrà godere della tua genialità-
    Un abbraccio,
    MO:)

  • carissima natalia,
    anche questa è un’ottima, fresca, veloce e “vacanziera” ricettina!
    di quelle che, anche se le ferie sono lontane, ci sembra di essere in vacanza!

  • Buongiorno a tutte,
    si Natalia, sono andata io in via Pisa. Sarebbe fantastico vedersi! proprio l’altro giorno dicevo a mio marito che non è poi stata così drammatica la fase adolescenziale dei nostri due grandi. E’ anche vero che dirlo ora che ormai ne sono fuori è abbastanza facile. La parte più difficile se vogliamo, per me è stata quella di ricominciare. credo di aver sottovalutato la cosa, ho pensato che un figlio a 40 anni (41 esattamente), sarebbe stato mlto più facile. Invece non lo è stato. Però ora và molto meglio, ed in più possiamo uscire la sera e lasciare la piccolina felice con suo fratello e sorella. un bacio

  • beata te Natalia! … ci torno volentieri anche io a Parigi quando posso!
    Senti Mannu era forse una specie di invito il tuo?
    un abbraccio

  • Che lumache appetitose …..
    Buone vacanze Natalia e non preoccuparti per la connessione: per me è un piacere fare una capatina e leggerti (indipendenetemente dalle visite ricevute!)!
    Un abbraccio 🙂

  • @Glu.fri – hanno gradito e poi si son portate il mini secchiello in spiaggia e giocato a fare la “pappa”…eh, l’esempio!!!!

    @Manuela – che ridere è vero lumache italiane!!! sai che le lumache (quelle vere) sono tra i pochi piatti che non riesco prorio a mangiare, la loro consistenza mi fa rabbrividire….Guarda che a Parigi è andata benissimo, ho rivalutato tanto marito e figlie, ormai sono grandi e hanno fatto le brave turiste senza mai o quasi fare capricci. insomma il viaggio è stato anche riposante. certo che con un amica prenderebbe tutta un’altra piega!!!

    @letiziando – le ho viste e mi hai messo in seria difficoltà…fantastiche, poi dicono che sono di parte!!!!!

    @Monica:) – internet ci sta provando a dividerci ma noi ci aggrappiam a tutti i costi…costi quel che costi, ah, ah, ah
    ho visto che hai pure ricominciato a dar lezioni di nuoto…vuoi saper una cosa? anche io sono istruttrice di nuoto e pure assistente bagnanti…ma quante ne facciamo????’

    @loredana -io invece sto combattendo la mia battaglia!!! e ti posso dire che è dura, durissima. poi anche per me è stato difficile ricominciare con DUE a 40 anni (laura è nata che avevo 40 anni elisa quando ne avevo 42) le forze e l’energie sono cambiate…però è tutto bellissimo

    @sandra – io ci ritornerei pure ma ho una paura terribile dell’aereo!!!

    @adele – grandi!!! e grazie mille

    @Giulia – come va con la tua bella famiglia!!! sei troppo gentile ora che ho la linea possiamo sentirci di più..baci

    @stefania.confidential – grazie mille fa sempre piacere ricevere complimenti 🙂

    @Milena – lo so che sei una cara amica, ma dispiace a me non poterti raggiungere facilmente, ora però dovrei aver in parte risolto!!! baci

  • No no, io sono della Vergine, e questa storia dell’organizzazione non l’ho mai creduta (nè vissuta)!!!! Ci provo ci provo, ma poi….appena torno dalle ferie mi accaparro il tuo libro, aspettavo proprio che ne facessi uno!!!
    ciaoo

  • […] Oggi faccio un post-ricetta a blog unificati qui e su Alessia scrap & craft per la ricetta estiva che partecipa a due concorsini: sia il nostro primo contest culinario "Semplicità volontaria", sia alla seconda tappa della Caccia al Tesoro di Mammafelice, in questo caso si doveva prendere spunto dalle splendide ricette di "Tempo di cottura" ed io ho scelto di farmi ispirare da questo post qui: Trasferita al mare con “baracca e burattini” !!! Si ricomincia… […]

  • […] Oggi faccio un post-ricetta a blog (quasi) unificati qui e su Casa Organizzata per la ricetta estiva che partecipa a due concorsini: sia il nostro primo contest culinario "Semplicità volontaria", sia alla seconda tappa della Caccia al Tesoro di Mammafelice, in questo caso si doveva prendere spunto dalle splendide ricette di "Tempo di cottura" ed io ho scelto di farmi ispirare da questo post qui: Trasferita al mare con “baracca e burattini” !!! Si ricomincia… […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency