Terrina di spaghetti spezzati alle verdure

Prima che mi si rompesse il forno 🙂 !

Eh si son cose che capitano, ma proprio adesso?
Ma esiste l’ora giusta?
Che domande stupide che mi faccio, ma con tutto quello che sta accadendo ci mancava proprio questa! Fino a giovedì “senza “, avrò modo di fare una “pausa di riflessione” dunque , di cose ne abbiamo da riflettere, e forse meglio non cucinare nulla che altrimenti ci potrebbe andare di traverso !!!!


Meno male che sabato , giorno di silenzio, sono riuscita a giocare con Laura e le sue 4 amichette a fare i biscotti, e domenica ci siamo gustati questo sformato di spaghetti, poi anche il mio forno ha deciso di fermarsi, la scheda è andata in tilt, magari è parente di quelle elettorali???

Io per oggi mi fermo qui , l’unica cosa positiva e non è poco, è che ancora una volta ho capito di avere delle figlie in gamba, giovani ragazze che hanno partecipato con noi e con i loro amici a dibattiti politici e a discussioni condividendo le nostre paure e ansie, ci siamo confrontate, ci siamo ascoltate, e abbiamo cercato di fare progetti, almeno nelle nostre famiglie qualcosa di buono è rimasto e da parte mia la fiducia nei giovani è ancora molta. Forza ragazzi che tocca a voi!

Terrina di spaghetti spezzati alle verdure

8 Persone
Facile

Ingredienti

  • 300 g di vermicelli
  • 1 peperone verde
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso (piccolo oppure usatene metà)
  • 200 g di carote
  • 150 g di funghi champignon
  • 200 g di zucchine
  • 100 g di formaggio asiago (o di vostro gusto)
  • parmigiano
  • 600 g di besciamella (fatta con 400ml di latte e 200 ml di acqua, 50g di maizena e una noce di burro)

­Procedimento

  • Tagliate le verdure a dadini, mettetele in una ciotola, salate e lasciate che perdano un po' della loro acqua di vegetazione.
  • In una capiente padella versate un po' di olio (quanto basta) strizzate bene le verdure e mettetele a cuocere a fiamma alta, dovranno rosolare non lessare.
  • Preparate la besciamella mettendo in un pentolino a scaldare il latte, nell'acqua fredda sciogliete l'amido di mais e aggiungetelo poi al latte caldo con la noce di burro, aspettate che si rassodi e togliete dal fuoco.
  • Mettete a cuocere i vermicelli dopo averli spezzettati bene, toglieteli al dente.Prendete una pirofila da forno, imburratela bene.
  • Condite gli spaghetti nella besciamella, poi procedete a versarli a strati alternandoli con le verdure e i formaggi (dadini di asiago e spolverata di parmigiano) nella vostra teglia, terminate con le verdure e il formaggio.
  • Infornate a 200 gradi fino a quando non si sarà formata la crosticina sopra.
Vuoi condividere questa ricetta?

formaggio, Pasta, Vegetariane


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (15)

  • Qualcuno mi sa spiegare perché non ci si rende ancora conto della gravità di pubblicare sempre ricette i cui ingredienti sono verdure fuori stagione?

    • @Francesca – eccomi qui subito a risponderti : hai perfettamente ragione, anche io uso quotidianamente ingredienti di stagione, costano meno sono più buoni e se la natura ce li fornisce un motivo c’è. Queste verdure le avevo acquistate per preparare ricette per le riviste con le quali collaboro, si parla di riviste che verranno pubblicate in primavera/estate, che fare dunque? Non lavorare perchè non c’è al momento la materia prima? oppure lavorare con questi ingredienti, mangiarli e non consumarli? Certo tu potresti dire ma non pubblicarla ora? Ma perché, ognuno non è libero di fare quello che vuole? e se abiti in posti dove queste verdure crescono anche in inverno e ti va di cucinarle (io ho lettori anche oltreoceano)? sta ad ognuno di noi recepire il messaggio , il consiglio e poi agire di conseguenza, pubblicando questo piatto non obbligo nessuno, mi piacerebbe solo dare qualche idea, magari questa preparazione a te viene voglia di farla, ma con prodotti di stagione come i broccoli o le rape (senz’altro ottima) quindi avresti perso un opportunità , mica sono tutti senza buonsenso o tu per caso hai questa considerazione dei lettori del mio blog? Io invece ho un altissima considerazione e so benissimo che faranno quello che ritengono più giusto , anche perchè qui si predica sempre quello 🙂 scusa se ti ho risposto in questi termini ma oggi proprio è una giornata in cui è difficile trattenersi dalla rabbia, in altre circostanze non avrei ceduto a questa provocazione :). buona giornata!

  • Guarda, la mia innanzitutto non voleva essere affatto una “provocazione”, come dici tu. La mia era un appunto che farei al 99% dei e delle foodblogger del mondo. È chiaro che non intendo che la libertà di ognuno debba essere limitata, e nemmeno che i tuoi (e di tutti gli altri) lettori non sono abbastanza intelligenti da arrivarci. Il problema però mi sembra che in questo periodo in cui i blog, i programmi televisivi, le riviste di cucina sono entrati nella vita quotidiana di molti, sarebbe più intelligente e soprattutto educativo sottolineare l’importanza del fattore stagionale. Anche solo sottolineandolo in una ricetta fatta, per un motivo o per l’altro, con ingredienti fuori stagione.
    Detto questo, la tua risposta non mi sembrava così “aggressiva”! Cercavo solo un riscontro da parte di chi, come te, ormai ha fatto della cucina, più o meno a livello professionale, il proprio mestiere.

  • Ah ah ah. La scheda parente di quella elettorali mi ha fatto morire! Dai, il forno ti ha abbandonata ma è un motivo in più per creare ai fornelli!
    Buonissima questa pasta così colorata!

  • @Fracesca – sono contenta che la mia risposta non sia sembrata aggressiva perchè non voleva assolutamente esserlo. Io queste indicazione le sottolineo in continuazione, i miei lettori lo sanno e mi conoscono, e ribadire sempre il motivo e il perchè ho scelto un ingrediente al posto di un altro non lo trovo sempre così indicato e delicato (anche qui sanno bene che scrivo ricette per libri e riviste e faccio anche video: l’ultimo per i piccolini che andrà on line a fine aprile ho dovuto usare le fragole e l’ho girato la settimana scorsa! ). importante è che la pensiamo tutti in questa direzione , e sono felice che questa sensibilità sia ben radicata nei nostri pensieri, perchè lo è credimi, almeno per chi viene su tempodicottura!!! alla prossima

    @Arianna – che tragedia però!!! avevo la base per la crostata di ricotta già pronta ho dovuto rimpacchettarla e surgelare tutto!

    @carlottalk – penso che con Francesca ci siamo già chiarite in fondo la pensiamo tutte e due allo stesso modo 🙂

  • Un’ottima idea da provare..dato che io non cucino mai sformati di pasta, tranne gli amati cannelloni!!! Eppure la pasta mi piace molto!!!
    Pazienta un po’ col forno…datti per un po’ di giorni al crudismo!!! 🙂
    Bye e Baci!

  • Nati…hai risposto ancora con grande self control….stanne certa…..
    soprattutto in una giornata come questa, in cui per un motivo o per l’altro, o per tanti messi insieme, anche io sono senza parole……
    Un abbraccio

    PS pure io cerco di essere il più possibile stagionale…ma ogni tanto con le basse temperature la tentazione di un piatto colorato, con verdure che non fanno parte del freddo, viene anche a me…e per inciso noi stasera mangiamo peperonata con dadolata di pollo e riso pilaf! anvedi la coincidenza?! bacio

  • Ahhhh vorrei tanto dire cose che però non dirò perchè sto cercando un angolo di tranquillità in un giorno di ansie e paure…
    IO sto bene qui Naty, e ormai sono due anni che ti seguo, ho entrambi i tuoi libri e ho fatto una quantità infinita di tue ricette.
    Ti ho anche scritto per posta privata e la tua risposta mi è giunta non solo in posta ma anche al cuore…
    Noi di tdc, e permettimi di usare il noi, sappiamo chi sei, cosa fai e qt amore hai per la tua famiglia, per il blog e per chi ti segue.. altro non conta
    Neanche il forno conta.. prendi qs 3 giorni con calma, rallenta e pensa ad altro, il forno ritornerà a funzionare e spero che presto anche l’Italia riprenda a partire… anche se qs pista di decollo sembra lunga ed infinita
    In qs giornata, qs colori della tua pasta mi mettono allegria e mi fanno intravedere un raggio di sole.. la felicità è una piccola cosa…
    Con affetto
    Pat

  • @Patrizia – questa idea mi è venuta sfogliando riviste americane loro utilizzano molto gli spaghetti e soprattutto in modi spesso a noi impensabili. nello specifico la ricetta in questione era ricca di ingredienti, compreso crostini di pane, crostini di pane ti immagini. però avevo questi benedetti peperoni da usare e allora ho pensato a quello che avevo visto ed ecco qui. siamo stati tutti molto soddisfatti , un tipo di pasta al forno non usuale ma buona, che consiglio a tutti nelle sue varianti (di stagione ;))

    @maetta – purtroppo oggi era la giornata sbagliata 🙂

    @patrizia a. – lo sapevo di poter contare su di voi, ed è quello che ho detto !!!! grazie pat, per il forno aspetto giovedì, per il resto incrociamo le dita!!! un bacio grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency