Oggi alla Prova del cuoco: Pane arabo con pollo speziato

Scritto da Natalia il .

Una versione per ragazzi, d’altra parte la facevo anche io da “giovincella” . Appena tornata a casa dal mio viaggio a Londra avevo assaporato questi ingredienti grazie alle amicizie fatte nell’ostello per ragazzi, una volta alla settimana si cucinavano le specialità dei nostri paesi e chi voleva poteva così imparare trucchi e segreti: lo ripeto mica c’era internet e più di 30 anni fa (non vale però…) l’unico modo per imparare era quello di andare sul posto!!!

E fu così che le spezie entrarono in casa mia, ma finita la scorta portata a casa dal viaggio , ho dovuto aspettare un bel po’ prima di riutilizzarle, vi ricordo che io abitavo in un paese dell’Emilia, tra nebbie, freddo e …piastrelle!

Ora invece è tutto cambiato, curcuma, curry, paprika, cumino si trovano ovunque e dobbiamo approfittarne: lo sapete che il dottore di casa (era da un po’ che non lo nominavo) mi ha espressamente chiesto di cucinare ed usare di più il curry e la curcuma per i loro altissimi poteri antiossidanti? E allora non mi sono fatta ripetere la cosa, e qui queste spezie vengono usate almeno una volta alla settimana.
Purtroppo tutte queste cose non sono riuscita a dirle in tv, ma sono contenta di poter condividere questi consigli di salute qui sul mio blog, il dottore è un po’ latitante in questo periodo ma quando si fa sentire bisogna approfittarne. Vi lascio la ricetta, quella del pane la conoscevate già  ma la marinatura del pollo è una novità.

Mi raccomando non usate mai i succhi che restano della marinatura della carne a crudo, potrebbero essere contaminati, e ricordate che una buona marinatura (almeno una mezz’ora per pezzi piccoli più tempo se sono pezzi grandi anche se la sua azione rimane sempre in superficie) deve sempre avere 4 componenti: grassa (olio, burro, grasso animale, latte ) serve a far veicolare meglio i sapori e rendere la carne morbida, acida (limone, yogurt, aceto , birra, vino ) serve per intenerire e cuocere meglio, sale (senza esagerare perchè il suo effetto di spugna fa rilasciare e attirare i liquidi quindi anche gli aromi ma potrebbe essere troppo e lasciare secca la carne), e spezie che servono per aromatizzare.
Il Rub (polveri secche tipo sale, spezie, spezie zucchero) invece che viene usato dai nostri amici che fanno della cottura al Grill una vera e propria arte, serve per proteggere la carne e formare quella adorata crosticina e viene passato strofinando bene prima di versare la parte liquida..

Beh, mi sembra di avervi detto tutto vi lascio con la ricetta, buona giornata a tutti!

Ps se poi avete fame e vi va di cucinare un piatto velocissimo vi ricordo questo sugo al pomodoro con la mela che lo rende vellutato e molto, molto buono , l’idea la potete leggere qui 

Pane arabo con pollo speziato

25 Panini
Media
45 minuti
15 minuti

Ingredienti

Per il pane:

  • 500 g di farina
  • 250-300 g di acqua
  • 2 cucchiaini di lievito disidratato
  • 2 cucchiaini colmi di zucchero
  • 2 cucchiaini rasi di sale
  • olio per ricoprire l’impasto

Per il pollo:

  • 500 g di filetti di pollo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 pizzico di cannella
  • 1 pizzico di cumino
  • pepe nero
  • 1 cipolla
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiai di olio
  • succo di un limone
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1 cipolla

Verdure:

  • pomodori (se in stagione)
  • 50-80 g insalata iceberg
  • yogurt greco
  • foglie di menta
  • succo di limone
  • sale
  • 1 cetriolo.

­Procedimento

Per il pane:

  • fate rinvenire il lievito in metà acqua con l’aggiunta dello zucchero unite alla farina il sale.
    Versate la miscela di lievito e acqua nella ciotola con la farina e impastate con la restante acqua.
  • Fate riposare la massa in una ciotola unta di olio, fino a quando non aumenta di un terzo del suo volume(non deve raddoppiare)
    Prendete la pasta rovesciarla su un tagliere e dividerla in filoncini che a sua volta daranno vita a quadrottini.
  • Date a loro la forma di pallina infarinate bene il piano di lavoro, poi con un mattarello stirate irregolarmente facendo più pressione al centro.
  • Mettete queste “linguette” su un foglio di carta da forno e fate riposare solo 15 minuti. Accendete il forno sui 180° e cuocete il pane solo per 10/15 minuti, non deve scurire ne seccare.

Per la salsa allo yogurt:

  • grattate il cetriolo aiutandovi con una grattugia a buchi grossi salatelo e lasciate riposare per far uscire la sua acqua di vegetazione, unitelo allo yogurt con il succo di limone a piacere le foglie di menta e il sale.

Per il pollo speziato:

  • mettete in un sacchetto di plastica il pollo con le spezie e massaggiate bene poi aggiungete, il vino emulsionato con il succo di limone, l'olio e lo zucchero di canna conservate in frigorifero per almeno una mezz'ora.
  • Cuocete il pollo alla piastra, aggiungendo anche la cipolla tagliata a fette, farcite i panini con le verdure la salsa allo yogurt e i filetti di pollo.
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, pane, pollo, spezie, verdure


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (14)

  • mammamia… guarda cosa si sono persi!!! Che bontà!! sono una di quelle cose che mi mangerei in solitaria davanti ad un bel film!! Senza dover lasciare le parti migliori al cucciolo 😉

  • Ma…me la sono persa, oppure non è andata proprio in onda?! Vabbè…per fortuna c’è il blog!! 🙂
    Il pane arabo lo feci quando pubblicasti la ricetta, quindi mi piace….questa nuova marinatura con la salsa non ti dico…resta solo da provarlo!!!
    Ho fatto una leggera risata quando ho letto, pomodori ( se in stagione )! 🙂
    Bye e Baci!

  • Pollo speziato..uuhmm, come dire di no a questa provocazione?!?!?
    Se lo accompagnassi a delle simil piadine di grano saraceno???
    Secondo me ci stanno bene ugualmente…
    Per fortuna che ti seguo qui, perchè La Prova del Cuoco è in un orario improponibile per i miei impegni.
    Qui riesci comunque a dire e fare quel che vuoi, dato che è casa tua, cosa che forse da Antonellina non ti è data possibilità.

    • @Stef – il profumo delle spezie invaderà tutta la tua casa e sarà così buono che potrai mangiarlo con tutto quello che vorrai. mio marito ad esempio ha preferito solo la carne con un po’ di insalata senza pane per rimanere più leggero! home sweet home 😉

  • E’ vero che è tutto cambiato ma l’esperienza, quella di persona… bè, interent non la da e quello che hai fatto tu, che ho fatto anche io, è quello che auguro a mia figlia: viaggiare, confrontarsi con gente e sapori diversi per imparare e insegnare anche, perchè no.

    • @arianna – devo dire che in effetti siamo state fortunate, almeno ci siamo andate a cercare tutto quello che ci è capitato non lo abbiamo trovato per caso..bella esperienza ..

  • Ciao, provo a scriverti sul blog per la prima volta, fino ad ora ti ho scritto solo via mail. A noi piace tanto il pane arabo per cui non vedo l’ora di provarli! A casa (dopo qualche esperimento fallito) non tengo mai lievito secco ma, visto che ho la macchina del pane, ho sempre del lievito fresco disponibile.Volevo quindi sapere se posso sostituire il lievito secco con del lievito fresco e in quale dose.
    Grazie mille. Federica

    • @ederica – certo che puoi sostituire il lievito fresco a quello secco. tieni presente che 16 g di lievito secco corrispondono ad un cubetto di quello fresco. Anche le mie figlie adorano questo pane e quando lo preparo lo divorano tutto in un attimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency