carciofi soufflè

Oggi alla Prova del cuoco : carciofi soufflè!

Leggera e vegetariana al 100% come piace a me, avrete notato tutti che in questo blog di carne se ne mangia poca vero? Dispiace molto alle mie figlie piccole che una bella fetta di carne se la mangerebbero volentieri e spesso, ma per il loro bene qui sono disposta anche ad accettare lamentele, io sono “la mamma” e lo ripeto spesso in casa, ci sono decisioni che spettano solo a noi adulti, specie se si tratta del bene dei nostri figli!

Ne approfitto per darvi il mio consiglio: lo so che è difficile dire di no, sentire capricci e mantenere punti fermi, ma mica lo dobbiamo fare su tutto! Decidiamo delle priorità sulle quali non dobbiamo transigere e qui ci metteremo tutta la nostra determinazione , poi invece su altri punti ed argomenti possiamo anche dare inizio a piccole contrattazioni o ascoltare pareri per venirci incontro ma senza mai dimenticare di far notare che gli adulti siamo noi e che si arriva a questa conclusione lo si fa perchè noi lo abbiamo acconsentito. I nostri figli hanno bisogno di incontrare dei limiti, di seguire delle regole e di sbatterci contro! Non siamo delle streghe o se ci definiscono così poco importa, non credo all’amicizia tra genitori e figli, ma all’apertura, al dialogo, e alla comprensione, quella si che è ben diversa. Si vede che in questi giorni tira una brutta aria in casa mia vero?? Ecco ogni tanto mi fa bene ribadire questi concetti che voglio mantenere come punti fermi sull’educazione delle mie figlie, è dura ma questo lo abbiamo capito fin dai primi giorni di vita dei nostri figli, vero?

Alleggeriamo questo post tornando alla ricetta: questi carciofi possono diventare un piatto unico con l’aggiunta di una bella insalata di farro condita semplicemente con pomodorini olive e rughetta, se avete in casa dei buongustai l’apprezzeranno , dovete però pulire benissimo i carciofi, togliere le foglie dure in modo che si possano mangiare senza problemi, così quando si arriverà al cuore di pane croccante apprezzarne le consistenze e i sapori sarà ancora più piacevole!
Buon fine settimana e grazie mille a tutti!

 

Carciofi soufflè

6 Carciofi
Media
15 minuti
35 minuti

Ingredienti

  • 6 carciofi romaneschi
  • 400 g di ricotta di pecora
  • 50 g di formaggio grana
  • 1 a lbume d'uovo
  • fetta di pane casareccio circa 60/80g
  • prezzemolo
  • una manciata di olive taggiasche (facoltative)
  • aglio
  • peperoncino
  • un limone
  • per le cialdine di pecorino
  • 40 g di pecorino e pepe

­Procedimento

  • Pulite i carciofi esternamente mantenendo solo la parte più tenera, scavate anche la parte centrale privandola dell'eventuale “barba” togliete il gambo e pulirlo dai filamenti. Passate i carciofi con il succo di limone poi metteteli a cuocere in acqua salata per circa 15 minuti.
  • Una volta cotti scolateli e lasciateli intiepidire.
  • Scavate ancora il carciofo togliendo le parti interne per ottenere uno spazio bello capiente, tenete da parte gli scarti .
  • In una padella antiaderente tostate il pane tagliato a piccoli cubetti e mettete da parte, fate rosolare l'aglio con un po' di olio, unite gli scarti dei carciofi tritati le olive a pezzetti, salate aggiungete un po' di peperoncino e mescolate al pane croccante e al prezzemolo tritato.
  • Mescolate alla ricotta il formaggio, salate e pepate, montate l'albume a neve e incorporateli alla ricotta delicatamente.
  • Avvolgete i carciofi con una fascetta di carta da forno fermata da uno spago da cucina.
  • Farcite le ciotoline di carciofi cominciando dal ripieno di pane e carciofi, poi riempite con la spuma di ricotta aiutandovi con una sacca da pasticcere uscendo dai bordi del carciofo per creare l'effetto soufflè.
  • Ungete una teglia da forno e appoggiate i carciofi, cuocete per circa 20 minuti a 180/200gradi.
  • Servite tiepidi con una cialdina di pecorino e pepe

 

Vuoi condividere questa ricetta?

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (9)

  • ottima questa ricetta! Sono certa che sarà gustosissima e leggera e al tempo stesso e per ultimo, senza carne, che a mio avviso, per motivi di salute, ne andrebbe mangiata molto meno di quella che consumiamo!!!!!!!Promossa a pieni voti!!!!!!!!

  • Bellissimo post Natalia!
    La penso esattamente come te! I figli hanno bisogno di linne guida e di “paletti” da non dover superare… Siamo noi a decidere quando, e se, su qualcosa si possa trasgredire, ma quella deve essere l’eccezione, non la regola! Un bacio grande

  • Sabato non ti ho vista in tv così ti ho guardata sul sito della Rai! Mi riapproprio di prepotenza del mio ruolo di correttrice di bozze 😉 e ti domando come mai le grammature della ricetta qui sopra e di quella fatta in trasmissione non combaciano in pieno! Ormai lo sai che sono quella più rompi del blog!! 🙂
    Detto questo è una ricetta molto gustosa, divertente ed insolita!
    Buon inizio settimana!
    Bye e Baci!

  • Io lo dico sempre a mia figlia “mamma ride gioca e scherza con te ma ricordati sempre che sono la tua mamma e quando devi ascoltarmi lo fai e basta”
    Spesso sono stata “accusata” di essere cattiva, e nello stesso tempo la mamma più brava del mondo.
    Dalla mia poca esperienza ho però notato che se si prova a “lasciar correre” i primi a risentirne sono proprio i bambini, loro hanno bisogno di regole ben precise.
    E di tanti baci, abbracci, amore e tanti sorrisi
    pat

  • Mi piace un sacco la ricetta soprattutto perchè i carciofi piacciono a tutti a casa mia (cotti e crudi in insalata) e questo è un modo di utilizzarli che non avevo mai visto! Grazie mille Nat!!!
    Eccomi, presente…Mamma Strega al rapporto…
    Anche io come te sono per il dialogo ma con dei bei paletti ben piantati…in fondo tutti i genitori sono cattivi, chi più e chi meno….anche i miei genitori lo erano…
    Io invece mi preoccupo quando vedo genitori troppo buoni e permissivi su tutta la linea…le regole non guastano, sono una palestra di vita per il loro futuro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency