Natalia mi consigli uno chef a domincilio? Mhmm io non saprei ma… chiedilo a Vicker!

vicker

Mi capita spesso di ricevere questa richiesta, al contrario però di quello che si possa pensare non sono la persona giusta a cui rivolgere questa domanda.
Quante volte pensate che io abbia chiamato qualcuno a cucinare per me?
Ecco appunto Mai!!

Si è vero esistono gli amici degli amici, che magari ti hanno raccomandato qualcuno , oppure anche solo parlato o segnalato questo tipo di lavoro, ma ahimè se ne parla li per li ma mica penserete che possa ricordarmelo per sempre, ne tanto meno posso segnarmi cose che non mi interessano , anche io ho delle priorità che devo mettere per forza davanti alle altre .
Così come non posso ricordarmi di tutte le persone che sono venute a risolvere i piccoli/grandi lavoro domestici , si di alcune di loro mi sono annotata nome e numero, ma ahimè qualcuno nel tempo l’ha cambiato , qualcun’altro ha cambiato lavoro e di altri ho perso il bigliettino, si come sapete non sono bene organizzata per certe cose, così mi ritrovo spesso a mani vuote e senza sapere dove prendere!
Per non parlare delle disdette all’ultimo minuto, perchè si sa quando ti affidi a persone senza avere nessun’altra garazia al di fuori della loro parola, sei completamente nelle loro mani e fino all’ultimo momento potresti rimanere senza il loro aiuto ritrovandoti all’improvviso in mezzo ai guai e a volte anche  in serie difficoltà! (mi è capitato proprio in questi giorni)

Poco tempo fa sono stata invitata da un’amica alla presentazione di una nuovo progetto, Vicker,  una startup tutta Italiana dove chiunque può rivolgersi per chiedere e offrire lavoro in grado di risolvere tutte le esigenze del quotidiano. Non vi capita mai di pensare “ come vorrei che qualcuno lo facesse al posto mio?” Ecco io in questi giorni pieni di impegni famigliari , tra comunioni, compleanni e feste di classe , avrei proprio bisogno di una mano e pianificando un po’ le varie spese magari potrei trovare l’aiuto giusto che fa per me! La caratteristica unica di Vicker è che l’offerente imposta (non al di sotto di un minimo) il prezzo che ritiene adeguato per la prestazione richiesta, in questo modo si crea un nuovo spazio di opportunità per un incontro di domanda e offerta di lavori occasionali, è
facile sicuro e legale e premia chi sa lavorare bene grazie al sistema di feedback, perchè attiva in questo modo rapporti di fiducia.
Per il momento questa applicazione completamente gratuita è attiva solo su Roma  ma questa è la promessa di Luca e Matteo i due ideatori :
Quello che vorremo fare con la nostra azienda è migliorare la vita di tutti coloro che, troppo spesso, non sanno a chi rivolgersi per soddisfare incombenze e necessità quotidiane. In questo modo, siamo anche in grado di creare delle opportunità di lavoro per tutti coloro che sono alla ricerca di collaborazioni saltuarie. Abbiamo la possibilità di incidere profondamente sul tessuto sociale, per questo, dopo una prima fase che prevede l’attivazione dell’app a Roma, vorremo espanderci nel resto d’Italia..

così per essere pronti quando arriverà anche il vostro momento fatevi un giro sul loro sito scaricatevi la loro app e spargete la voce.

A me questa  idea piace moltissimo  perché  mi offre la possibilità di rendermi autonoma nelle ricerche di un aiuto professionale senza dover ricorrere a conoscenti il cui lavoro a volte raggiunge risultati anche discutibili! E voi cosa ne pensate?


Visualizza il
testo

Vuoi condividere questa ricetta?

sponsored post


Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commento

  • Un’idea tanto banale e mai nessuno ci aveva pensato.
    Complimenti a questi ragazzi, davvero.
    Spero che il servizio venga estesto in tempi brevi su territorio nazionale

Rispondi a Stef Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency