Pasta frolla all’olio extravergine di oliva

 Mamma cosa sono le coronarie?
– Sono quei tubicini dentro il nostro corpo che portano da mangiare al cuore. -silenzio-

Mi fermo qui, è andata bene, nei paraggi non c’è il papà, la mia spiegazione molto semplificata ha accontentato Laura che sta pensando ad amalgamare gli ingredienti per fare questa torta.


Elisa aggiunge la farina, io dirigo i lavori, oggi sono carica di buona volontà e pazienza, arriviamo così serenamente alla produzione finale delle crostatine, le abbiamo farcite tutte in modo differente, così da provare bene questo impasto in tutte le sue sfumature. Alla sera, dopo cena le abbiamo offerte al resto della famiglia. Solo Chiara ha detto che sentiva qualcosa di diverso, ma è stata anche l’unica che essendo rimasta a casa nel pomeriggio ha seguito le nostre operazioni dunque:
– Non è che l’hai sentito Chiara che abbiamo messo l’olio al posto del burro? O dobbiamo proprio pensare che in famiglia sei la persona dal palato più fine?-

Dunque tornando alla nostra frolla (se vogliamo usare questa licenza), sono rimasta molto contenta. Ho provato due ricette, due versioni diverse, una è stata una mia elaborazione, l’altra mi è stata data dalla nonna Anna (è una ricetta della sua famiglia, in campagna una volta facevano tutti i dolci con l’olio, ingrediente che avevano in abbondanza rispetto al burro che non veniva prodotto). La mia è un po’ più croccante, va bene per le torte basse, con poco involucro di pasta, rimane più duretta, la sua versione è più morbida, soffice, dunque adatta per le crostate da colazione (avete presente quelle che si comprano dai fornai che hanno una pasta altina, lievitata, leggera!). Vi lascio entrambe le ricette, provatele a seconda dell’utilizzo che volete farne. Certo l’uso del burro impreziosisce questo preparato, ma l’olio extravergine di oliva non toglie nulla al piacere di godersi una fetta di crostata, magari fatta con della buona marmellata fatta in casa, sapendo tra l’altro che sarà una fetta più sana,che non danneggerà la nostra salute con l’apporto di ulteriori grassi animali, e che così quasi quasi ce ne potremmo mangiare più tardi un’altra fettina!!

Le paste frolle

Facile

Ingredienti

Per la pasta numero 1 (la mia):

  • 300 g di farina
  • 125 g di zucchero
  • 100 g di olio extravergine di oliva (io preferisco usare un olio dal sapore leggero, fruttato ad es. come l’olio ligure)
  • 1 uovo intero
  • 2 tuorli
  • buccia di limone grattugiata
  • un pizzico di vaniglia (io uso quella macinata bio)
  • una punta di cucchiaino di lievito per dolci

Per la pasta numero 2:

  • 350 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • 100 g di olio extravergine di oliva (1/2 bicchiere)
  • 50 g di fecola o amido per dolci
  • 2 uova intere
  • 1 cucchiaino pieno di lievito per dolci
  • buccia di limone

­Procedimento

Per la pasta numero 1:

  • Mescolate le uova con l’olio, aggiungete lo zucchero, la farina con il lievito la buccia di limone e la vaniglia.
  • Lavorate velocemente l’impasto e mettetelo a riposare in frigorifero (potete farlo anche il giorno prima).
  • Usarla come una frolla normale, meglio se la stendete con due fogli di carta da forno perchè rimane molto unta e morbida.

Per la pasta numero 2:

  • Procedete allo stesso modo dell’impasto precedente, fate riposare e utilizzate come meglio credete.
Vuoi condividere questa ricetta?

colazione, crostata, merenda, pasta frolla, torta


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (47)

  • GRAZIE NATI!!!! l’aspettavo…..
    se nn erro abbassi il quantitativo dell’olio rispetto a quello del burro.
    La provero’ senz’altro poi ti faro’ sapere! baci

  • Ciao Natalia, avevo sentito parlare della frolla con l’olio, ma non l’avevo ancora provata…
    Copio e metto da parte, poi ti faccio sapere come è venuta!
    Brava tu e le bimbe, come sempre!
    A presto!

  • brava!
    a me è sempre piaciuto l’olio nei dolci da sempre!
    si tratta di gusti
    comunque penso che l’olio delicato sia ottimo
    ciao

  • veramente particolare questa pasta frolla
    senza grassi animali sostituiti dall’olio di oliva
    penso che la preparerò presto anch’io

  • E’ da tempo che mi sono ripromessa di provare la frolla con l’olio, ma ancora non ci sono riuscita.
    Avevo idea di modificare la mia solita frolla classica, ma qaundo sarà, seguirò le tue ricettte :-))

  • bella idea.dimmi a quanto il forno e per quanto tempo cuoca natty. anche se il mio forno nuovo non lo conosco ancora bene e caspita mi cuoce poco…

  • @mannu – sintetica! devi andare da qualche parte?
    @betty – dai, supermammabetty, provale, è buonissima!
    @golosona – questa fa bene a tutti, i tuoi golosoni ringrazieranno!!
    @cristiana – si. sono contenta che vada tutto bene! tu studia che poi queste estate mi fai il ripasso! se prendi confidenza con gli chef, chiedi anche a loro una ricetta di questo tipo, così le confrontiamo! ciao alla prossima! tienimi aggiornata
    @barbara – si, è andata bene, era una giornata ok, a parte l’olio che ungeva le mani e a loro non piaceva molto!
    @anna – grazie
    @marilena – tu allora sei un igenista! brava
    @rita – purtroppo lo erano, e mannaggia a noi ce le siamo sbafate in un attimo!!!
    @carolina – provale poi mi racconti!
    @lidia – dai unisciti al nostro club di mangioni.
    @betty – vedrai che piacerà . qui nessuno a notato la differenza!
    @alex – veramente non è proprio una pasta frolla, però ti assicuro, va benisimo per questo tipo di dolce!
    @loretta – conosco quella marmellata, buoissima! prova allora la seconda versione, rimane più morbida e dovrebbe assorbire meglio il suco dei frutti.
    @mara – sei strepitosa, della serie cotta e mangiata, bravissima!
    @domitilla – io sono golosa e cerco di escogitare di tutto per non sentirmi in colpa!!
    @lenny – prova a fare i tuoi esperimenti così poi li mettiamo a confronto!!
    @chiara – io la metto a 180 gradi per circa 45 min con il forno ventilato, perchè il mio forno a modalità statico ci mette una vita! mi sa che tu hai lo stesso mio forno, è della whirpool vero? allora fai come ti ho detto!

  • Complimenti davvero!! Con un pizzico d’invidia però!!…con quelle 4 meraviglie… per casa…
    Non dev’essere facile trovare il tempo anche per la tua passione!
    Condivido in pieno ciò che scrivi nel profilo, per me è un diario, dove appuntare parole e immagini della mia passione… se ti va vieni a trovarmi, mi farebbe piacere sapere che ne pensi… Complimenti!!! A presto!

  • @ Il ramaiolo – ciao, hai ragione il tempo è veramente poco ma come dice mio marito “dove c’è gusto non c’è perdenza!!! (l’ho tradotto dal calabrese). il tuo blog è molto bello, se ho tempo metterò il tuo link sotto il tuo commento , io per cercarti sono andata su google!! ciao e a presto
    @nonnaAnna – senti chi parla di fantasia, le tue favole sono bellissime! ne approfitterò anch’io per le mie due piccole pesti! ciao

  • natty, sei incredibile. ti giuro, sono qua che mi lamento del mio forno nuovo. cuoce poco. accetto tuo consiglio. secondo te dovrei fare così per tutto? (per i muffins ad esempio e torte del genere?)
    Evviva i microonde!!

  • Ciao natalia, mia suocera deve fare la solita crostata con la crema e la frutta.
    Ma a ma non piace vedere che dopo tanto lavoro nei piatti rimangono i pezzi di pasta frolla ben ripuliti della crema e della frutta….allora facciamo direttamente un budino alla crema con decorazioni di frutta sopra!!!!!!
    Oppure tu mi dici una ricetta di pasta frolla cosi morbida e gustosa che i bambini mangeranno!!!
    Questa che ho appena letto può andar bene?
    E se ci si mettesse l’olio di semi le coronarie cosa direbbero?
    Salutami Chiara anche da parte di Chiara
    ciao

  • @maurizio – ciao! dunque cominciamo: l’olio di semi è simile all’olio extravergine di oliva per quanto riguarda la protezione delle coronarie (ho qui il dott che mi conferma!) purchè venga utilizzato non di semi vari perchè non viene specificato quello che usano. io però dovendo scegliere preferisco quello extravergine. per quanto riguarda la consistenza, questo impasto viene simile a quello della crostata, dunque rimane un po’ duretta e croccante (temo come la base di tua suocera). se vuoi ti propongo un’alternativa molto morbida e veloce che è una base per molte torte, è una variazione di dosi del pan di spagna, ma la puoi usare anche per fare i rotoli farciti (di nutella, di marmellata, di gelato) in questo caso una volta cotta la base, la dovrai sistemare direttamente sul vassoio di portata, farcire con la crema e la frutta e sono sicura che non ne rimarrà nemmeno un pezzetto! allora le dosi per una torta di frutta per la VOSTRA famiglia sono : 120gr di zucchero, 120gr di farina e 4 uova.Come vedi qui le coronarie le lasciamo tranquille, non ci sono grassi!! Metti in un recipiente le uova intere e montale per circa 10 min con lo zucchero adoperando una frusta elettrica (la crema si gonfia e diventa chiara). aggiungi piano piano (ti puoi aiutare con un colino per setacciare meglio ) la farina e lavora pochissimo dall’alto in basso. usa un foglio di carta da forno, stendilo sulla placca del forno e versa il composto pareggiandolo bene. cuoci nel forno riscaldato , per soli 15 min o finchè non vedi dorare la superficie, con una temperatura di circa 180°. attendi che si iniepidisca, staccala e sistema la base sul tuo vassoio, farcisci metti in frigo e….fammi sapere.

  • per Natalia,scusa se mi permetto di rettificare la tua frase(come vedi qui non ci sono grassi,e le coronarie sono libere)ma le quattro uova, se vogliamo essere pignoli,hanno una bella dose di colesterolo,che è appunto quello che interessa le coronarie,inserito nei tuorli,oppure sbaglio? scusami per il rilievo ma anche io sono un assertore della campagna contro i grassi animali,ciao

  • Ciao! io con la tua frolla ho fatto dei biscotti! non ti dico che bonta’! ho aggiunto solo la dose di zucchero, ma erano buonissimi! li ho bagnati leggermente prima di infornarli con latte e zucchero buoni!!! e mi ha aiutato mia figlia di 2 anni e mezzo^^ GRazie per la tua ricetta, complimenti! (ps: non era molto dura come pasta..anzi! io ho usato un extra vergine molto fruttato ma non si sentiva x niente credimi). grazie

  • ciao,volevo solo dirti che ho provato oggi a fare questa crostata all’olio ed è venuta davvero buonissima!!!!!!’:-)grazie mille per la ricetta!!!!!:-)

  • Ciao Natalia,voglio provare a fare la ricetta della crostata morbida ma mi puoi dire che forma usare?Perché la devo regalare ma non so se riempie una tortiera da 28 cm.Io ti seguo sempre anche nella prova del cuoco,le tue ricette sono scritte in modo così chiaro che che riesce facile a provarle tutte e il risultato é garantito.Ci voleva una mamma come te che nonostante tutti gli impegni della famiglia,riesci a trovare il tempo per i tuoi hobby,ti ammiro davvero tanto.Io invece provo solo ogni tanto delle ricette ma sempre da regalare così sto + attenta alla linea.Grazie in anticipo

    • @valeria – scusa se ti rispondo solo ora, alcuni commenti mi erano sfuggiti, grazie prima di tutto per le belle parola, ce l ammetto tutta! per una tortiera da 28 l’impasto dovrebbe bastare se non la tiri troppo alta

  • Ciao Natalia,senti ma l’impasto della crostata all’olio và bene anche x fare i biscotti semplici o con le gocce di cioccolato sia con le classiche formine x biscotti che con lo sparabiscotti x fare + veloce?Perché vorrei fare un regalo alla mia commara che abita in Germania ed o pensato di spedirgli dei dolci secchi che con il viaggio di 5 giorni non si dovrebbero rovinare,loro sono una famiglia numerosa e amano i biscotti.Se poi ai qualche idea di altri dolci secchi facili e veloci con poco lievito o anche senza è ancora meglio perché ho il forno a gas che cucina solo sotto e x il sopra o il grill che funziona separatamente e quindi cucina cio’ ke rimane sottile tipo crostate e biscotti e io devo fare max 5 kg e sarei felice del tuo aiuto perché alcune tue ricette che ho provato sono riuscite ottime?

  • Ciao Natalia, è da tempo che volevo provare a fare la classica crostata con la frolla all’olio evo e tra le millemila ricette in rete, non ho esitato a fidarmi della tua!
    Ho optato per la prima ricetta, il risultato che cercavo era proprio una pasta meno morbida. Ho usato olio evo bio (autoprodotto) e confettura di albicocche home made…risultato strepitoso!!!
    Grazie per averla condivisa,
    Sabrina.

  • Non ho mai provato! Vorrei solo levarmi un dubbio ma l’olio d’oliva deve essere leggero io ho casa olio d’oliva molto intenso! Posso fare metà olio di oliva e metà olio di girasole grazie ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency