Garlic bread

Scritto da Chiara il .
Pubblicato in Antipasti.

L’estate scorsa sono andata in Irlanda to improve my english, e sono stata ospitata da una bellissima famiglia per ben 3 settimane. Devo ammettere che il cibo non era proprio il massimo, si mangiavano solo patate, patate fritte, patate al forno,  frittata di patate,  patate e carne, purè di patate…. quando sono tornata in italia penso di non aver toccato patate per 3 mesi! La mamma, Johan, era però un ottima cuoca e se ne intendeva molto anche di cucina italiana. Ci siamo trovate subito in sintonia e ci siamo scambiate un po’ di ricette. Tra le ricette irlandesi di Johan, una delle mie preferite è il garlic bread, buonissimo anche se non consiglio di mangiarlo prima di un appuntamento romantico!

Il garlic bread

Facile
15 minuti

Ingredienti

  • 1 bel filone di pane (il mio circa 40 cm )
  • 50 g di burro morbido
  • 50 g di formaggio parmigiano (anche misto)
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiaini di origano
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva (circa)

­Procedimento

  • Tagliate a fettine il filone di pane senza arrivare fino in fondo, mantenendo quindi il pane intero.
  • Mescolate i formaggi con il burro l'aglio schiacciato l'olio l'origano formate una specie di crema che andrete a spalmare tra le fette di pane.
  • Mettete nel forno a 200 gradi per circa 15 minuti fino a quando non si sarà tutto sciolto e il pane sarà diventato croccante.
Vuoi condividere questa ricetta?

formaggio, pane, Ricette veloci

Commenti (22)

  • Cara Natty , io sono incantata dalla belezza di tua figlia più che dalla ricetta…ha un aspetto molto chic…so che mi tirerò gli accidenti di molte delle tue amiche , ma non sembra “romana” ; ) ; ) ; )

  • Certo che mi hai fatto venire voglia!!! Come tutte le tue ricette…sei un’ottima spalla ( ma forse dovrei dire bastone della vecchiaia 😀 ) per tua mamma!!! Inoltre io il pane lo faccio, quindi prenderò un mio filoncino e gli darò questo gusto deciso!!!
    Grazie a mamma e figlia!!!
    Bye Bye e Baci!!!

  • Si Chiara, sei veramente bella e brava!! questo garlic bread mi attrae molto, adoro il piccante quindi alla salsina non mancherò di aggiungere peperoncino
    Ciao, un grande abbraccio

  • Buono il garlic bread, ne facevo certe scorpacciate anch’io in Inghilterra e che successone quando l’ho replicato qui.
    Natalia, tua figlia è bellissima ed è pure brava!

  • “do you know how to use this?”
    “…………ok!?”
    hahahahahhahahahaha bei ricordi, bell’inglese, belle patate e che spettacolo di garlic bread chiare’e’e’e’!! sei bravissima e bellissima, continua cosi’!
    take care mingr family 🙂

  • Avatar

    Chiara (la cuoca)

    @eli- che figuraccia,mi aveva mandato in confusione con tutte quelle domande! 😀 Mi raccomando proponi un pò di sana cucina italiana alla tua american family e magari passami qualche ricetta statunitense! un bacione

    GRAZIE A TUTTI PER I COMMENTI! continuate a seguirmiiiii

  • Chiara, ho dovuto comprare un nuovo computer! sei tanto bella che “buchi il video”!!!!!!!!!!!!
    Mi fido del tuo buon gusto e “lo metterò in cantiere”.

  • molto interessante, anche se burroso e quindi….un po’ calorico 🙁
    però deve essere di un buono!!!!
    eccezionale invece l’aggeggino per l’aglio…….lo voglio!!!!!!!!!!!!!!!! 🙂
    bacioni

  • Avatar

    carlottalittlekitchen

    ecco questa é la classica maialata che piace al mio ado!! Da ado ad ado…la stampo per lui!!
    Grazie cara ado!!

  • Quasimamma: noooo, il garlic bread senza aglio è come la pizza senza il pomodoro, come le lasagne senza il ragù, come gli spaghetti alla carbonara senza l’uovo… Non si può proprio. Tanto più che “garlic” significa proprio aglio, quindi si tratta di pane all’aglio. Senza aglio, che pane all’aglio è? Non so se mi spiego 😉
    Comunque, io ho abitato a Londra per 3 anni e hai voglia quante scorpacciate di garlic bread mi sono fatta. Certo, poi la gente ti evita come se fossi un appestato, ma vuoi mettere la soddisfazione di addentare qualcosa di così sfizioso e saporito?
    Fantastico ^.^

  • sono stato proprio contento di seguire i consigli della mia cara nipotina e gustare così
    una specialità a me sconosciuta e così gradevole!
    Ciò dimostra come i giovani viaggiando sappiano mettere a frutto tante cose , non solamente
    questa ma questa è una valida dimostrazione.
    Resto in attesa di altre novità
    bacioni nonno Enzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency