staccante per torte dolci e salate

IL MIO STACCANTE

Da quando l’ho proposto per la prima volta in una puntata a la Prova del cuoco non avete più smesso di chiedermi la ricetta, il mio staccante per teglie da usare per le cotture di preparazioni dolci o salate ha fatto il giro delle vostre case. È stata apprezzata e replicata da tanti, anche con opportune modifiche strategiche😉, ma va benissimo così, le ricette devono essere condivise in ogni modo!
Ne approfitto in questo post per darvi ancora alcuni consigli sul suo utilizzo e sulle sue varianti, lo sapete che mi piace arricchire le ricette con aneddoti e trucchetti.
Allora innanzi tutto non preparatene dosi elevate, se lo usate saltuariamente rischia di ammuffire anche se lo conservate in frigorifero, questo perché è sensibile agli sbalzi di temperatura (quando lo togliete dal frigo e lo fate sostare alcuni minuti fuori prima del suo utilizzo) oppure a contaminazioni come ad esempio quando immergete utensili (tipo pennelli) che contengono acqua perché magari ancora umidi e l’acqua è fonte di batteri che sviluppano funghi e muffe.
Nel caso vi comparisse muffa in uno staccante preparato da poco basterà asportarla con un cucchiaio pulito e potete utilizzare il prodotto rimanente.
Se lo usate di frequente non arriverete ad avere questi problemi perché lo finirete prima.
Per il mio staccante potete utilizzare al posto della farina amidi di mais o farina di riso se siete intolleranti al glutine.
Se invece siete intolleranti al lattosio potete prepararlo anche solo con l’olio ma dovrete mescolarlo bene ogni volta che vi accingete ad usarlo perché la farina si deposita sul fondo.
Mantenete sempre le stesse proporzioni con gli ingredienti.
Ecco penso di avervi detto tutto, il mio consiglio è quello di prepararlo nei periodi in cui dedicate parecchio tempo alla cucina perché è un ottimo alleato e vi farà risparmiare nell’organizzazione e nei procedimenti.

staccante per torte dolci e salate

IL MIO STACCANTE

Ingredienti

Per mezzo vasetto:

  • 70 g di olio di semi (a piacere)
  • 50 g di burro
  • 50 g di farina (0 o 00)

­Procedimento

  • Con l’aiuto di un piccolo frullatore miscelate tutti gli ingredienti (il burro deve essere morbido ma non completamente sciolte trasferite in un vasetto con il tappo).
  • Conservate lo staccante in frigorifero per al massimo 2 settimane.
  • Utilizzatelo con un pennello e ungete le teglie sia per preparazioni dolci che per quelle salate.
Vuoi condividere questa ricetta?

staccante, teglie

Comments (13)

  • Avatar

    Fiammetta cruciani

    Usato dalla prima volta che te lo vidi fare…Condiviso su Viva la Focaccia…
    Un abbraccio e ancora mille Auguri di Buon.Ferragosto…

  • Ciao nat, sei davvero infaticabile! Grazie dei tuoi consigli anche la vigilia di ferragosto. Ho fatto ieri sera per aperitivo i tuoi cornetti i ed ho stupito tutti con il trucchetto che ho imparato nel video. Tanti baci a te e alle ragazze e buon Ferragosto. Manu

  • Mi hai letto nel pensiero, pensavo di scriverti per chiedertelo.
    Grazie per i tuoi suggerimenti, sto migliorando le mie ricette.
    Ciao

  • Ciao Natalia, il tuo staccante è perfetto, priorio come tutte le tue ricette! Io ne faccio sempre metà dosi perché non faccio torte così di frequente (se no diventiamo tutti obesi…. 😅), però me ne avanza sempre e poi lo devo buttare. Mi chiedevo… Si potrebbe congelare? Giusto per evitare sprechi! Grazie in anticipo della risposta e soprattutto grazie del tuo fantastico blog! 😘

    • Per lo staccante devi seguire queste proporzioni se no se vuoi usare solo olio ti conviene farlo a momento ungi la teglia e passi un po’ di farina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency