Polpettone yankee…yes, yes, yes!

Dove ho messo parte della salsa ketchup fatta l’altro giorno?
Ma nel polpettone americano no!

Tempo fa in tv ho visto un documentario dove parlavano di un ristorante americano famoso per il suo polpettone, ne prepara tutti i giorni quantità industriali per la richiesta enorme che ormai ha, la clientela viene apposta per assaggiare questa delizia. Hanno fatto vedere il procedimento ed elencato gli ingredienti che mi sono rimasti impressi, con la curiosità di volere prima o poi provarci Quale occasione migliore avevo oggi avendo prodotto dell’ottimo ketchup, ingrediente base per il polpettone?
Naturalmente penso di aver inserito forse solo un terzo di quello che mettono loro, ho avuto un po’ di remore , non ce l’ho fatta, il polpettone deve piacere a noi e assecondare i nostri gusti quindi una mia  libera interpretazione era obbligatoria.

Strepitoso , wonderful , we liked it so much!
Abbiamo parlato dell’america con le due piccole, Elisa ci vuole andare “domani” dopo la scuola (chissa magari a Las Vegas da worldwidemom eh?), ehmm, Eli, dobbiamo organizzarci poi…..

Comunque la ricetta è perfetta anche per chi vuole mangiare leggero, perchè la cottura in forno senza grassi contribuisce molto a limitarne le calorie 🙂

 

Il polpettone americano

2 polpettoni da 18 cm
Facile
1 ora 10 minuti

Ingredienti

  • 700 g di carne di manzo macinata
  • 100 g di parmigiano
  • 70 g di peperone giallo circa
  • 30 g di cetrioli
  • 30 g di cipolline sott’aceto tritati
  • 3 fettone di pane raffermo
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di senape
  • 1 spruzzatina di worcester
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 12 cucchiai di salsa ketchup fatta in casa
  • sale
  • pepe

­Procedimento

  • In una ciotola lavorate la carne con il pane raffermo bagnato e ben strizzato, il formaggio, le uova, i sottaceti e il peperone tritati, unite la senape, l’aglio, la salsa worcester, sale e pepe, lavorando bene per amalgamare gli ingredienti.
  • Formate due polpettoni, sistemateli in una teglia leggermente unta e versateci sopra un paio di cucchiai di ketchup distribuendoli bene sulla superficie.
  • Mettete nel forno caldo a 170/180 gradi per circa 15/20 minuti, togliete dal forno e aggiungete altre due cucchiaiate di salsa.
  • Rimettete in forno per 10 minuti e dopo altri dieci minuti aggiungete gli ultimi cucchiai.
  • La cottura dovrà durare in tutto 45/50 minuti.

Note

Togliete dal forno e lasciare intiepidire. Ottimo anche freddo e da portarsi al picnic.
Il sottofondo del mio polpettone l'ha gentilmente prestato l'immagine di un quadro di Jasper Johns, le sue Flags sono uno dei primi, più importanti e in seguito anche più diffusi temi della Pop Art americana.

 

Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, formaggio, manzo, polpettone


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (16)

  • Anche qui c’è un Andrea grande fan di polpettoni. Mi tocca!
    Vado a cercare la ricetta del ketchup casalingo
    (Bellissimo lo sfondo della foto, bellissima la foto, come sempre).

  • Allora, per noi il polpettone è sacro!
    Noi, tutta la family, siamo golosissimi di polpettone e vuoi che non proviamo questo? ma certamente che si prova!
    A volte prendo ora e la sbaciucchio tutta e le dico… “Se èfossi un polpettone ti magnerei” e lei ride e scappa perchè sa… che mamma a tutto può resistere meno al polpettoneeeeee
    grazie bellissima e originale ricetta!

  • Ciao Natti finalmente un attimo di relax! Da parecchi giorni non riesco neppure ad aprire il computer così ho molte ricette da sperimentare la prima sarà il polpettone!
    Peccato non averti potuto incontrare ma tra Comunione, varicelle doppia e trasloco è stato un mese molto pieno.
    Grazie di tutto un bacione a tutti ed a presto

  • Sigh, avevo scritto un episodio simile a quello che è successo a te che vedeva protagonista la mia famiglia e ieri sera era stato inserito nei commenti ma oggi non c’è più …. E’ perchè era troppo lungo ? Mi dispiace , magari ti avrebbe consolata un pò…Peccato ! Ciao Cri

  • Ma che casino ho fatto ? Intanto il mio commento sopra dovevo farlo a proposito dei CIUFFI VERDI E DELLE CAROTE e invece l’ho buttato qui in mezzo al POLPETTONE AMERICANO….Poi stamani è ricomparso al posto giusto il mio logorroico racconto sul brodo equino…Bah, sono convinta che, nel mio caso, un bel piccione viaggiatore funzionerebbe meglio… Scusa! Ciao Cri

  • Cristina ci siamo già fatte 2 risate al telefono a proposito del “brodino”, per fortuna mi rendo conto che non sono sola!!
    Anzi, siamo!

  • @simo – dai che la vinciamo!!!

    @Giorgia – 🙂

    @Silvia gc – certe ricette vengono meglio di altre come certe foto, questa è piaciuta molto anche a me ! grazie

    @maetta – se ti piace il gusto agrodolce è perfetto!

    @carlotta – ma tu ne hai mangiato uno originale? dimmi un po’!

    @Patrizia A. – anche qui i polpettoni si mangiano in tutti i modi, questo ancora mancava!

    @Cleare – basta qui ci dobbiamo incontrare ok? adesso che finisce tutto …

    @loretta – chi è che si è trasferito? mi dovrò fare aggiornare! pronti per un altro carico qui sto facendo il cambio del guardaroba delle bimbe 🙂

    @Cristina – non ti preoccupare, non hai fatto casino è che la prima volta che scrivi devo approvare il commento io, tu lo vedi ma gli altri no fino a quando non lo metto su! ma da ora in poi sei la benvenuta e quello che scriverai andrà direttamente alla visione di tutti! attenta sai! 🙂 grazie mi hai fatto morire dal ridere e ti giuro che ne avevo proprio bisogno! baci

  • @carlo- se ti mancherà al ritorno sai chi te lo potrà rifare allora!!!! le bimbe mi chiedono sempre – quando torna mamma carlo, quello che è andato in america!!! quello ti rendi conto? basta non farsi vedere per un po’ e quelle…..vatti a fidare delle donne, speriamo che almeno a sassuolo ti aspettino…

    • @Enza – se segui il link all’inizio del post la puoi trovare sul blog ma te la scrivo anche qui: Salsa ketchup 600g circa di pomodori freschi maturi e 400g circa di pelati (potete fare anche tutti pelati o in estate tutti pomodori freschi), una cipolla piccola(non esagerate mi raccomando!), una carota, un gambo di sedano , un pezzettino di aglio, timo, cannella chiodi di garofano , pepe,senape in polvere un cucchiaino (dosate queste spezie a vostro piacimento) 50g di zucchero di canna, 50ml di aceto di mele , un cucchiaino di fecola o maizena due cucchiai di olio extravergine di oliva, un cucchiaino di sale
      Tritate le verdure, unitele alle spezie e rosolatele nell’olio. Pelate i pomodori tagliateli a cubetti e aggiungetele alle verdure , aggiungete il sale e i pomodori pelati fate cuocere per circa 30 minuti. Versate l’aceto e lo zucchero di canna, a questo punto vi consiglio di frullare il composto finchè ha una consistenza liquida per passarlo anche al colino se volete avere una crema vellutata senza impurità. Fate cuocere per circa un oretta, in due dita d’acqua sciogliete la fecola e unitela alla salsa facendo cuocere ancora per 10 minuti o fino a quando non avrà raggiunto la consistenza desiderata. Invasate calda .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency