Torta con crema rosa alle ciliegie, non odiatemi però se vi do la ricetta!

Metto le mani avanti così lo sapete subito ok? Questa torta è buonissima e per questo è pericolosa!
Tutto è nato da una ricetta che ho visto da un giornale tedesco che Rachele (una mamma di scuola) mi ha tradotto gentilmente, tre anni di studio fatti 25 anni fa di quella lingua sono scivolati via come l’acqua, anzi meglio l’olio!

Però come al solito le ricette dei giornali  spesso non corrispondono alle foto che in realtà le raffigurano, non è solo un nostro vizietto, meno male. Così ad una prima lettura sono sorti i primi dubbi e le prime decisioni di rielaborare il tutto. Le mie considerazioni sono queste: la base seppur buonissima sarebbe dovuta essere più bassa per dare più spazio alla farcitura bianca con le ciliegie, anche se le mie figlie mi hanno contraddetta perché a loro piace di più così… Poi ovviamente il mascarpone previsto 500g è stato sostituito con 200g di yogurt greco, farsi del male va bene ma “maciullarsi “poi…. I fogli di gelatina hanno lasciato il posto all’agar agar, e le ciliegie sciroppate le useremo poi quest’inverno ora ci sono quelle fresche di stagione sarebbe un peccato non utilizzarle no?

Si fa presto a dire faccio questa torta… se poi viene stravolta tutta bisogna di nuovo ragionarci su ed incrociare le dita perché vada tutto bene. Io l’ho preparata ieri sera, stamattina le piccole non hanno resistito e prima di andare a scuola ne hanno voluto mangiare una fetta, potevo dire di no, queste cose le preparo per loro, quindi la torta della foto riporta le prove dell’assaggio.
Mentre la fotografavo ho notato che le ciliegie cominciano a rilasciare quel bel colorino blu, si quello che poi rimane nelle magliette e vestitini dei nostri bambini quando ne fanno scorpacciate… Se la dovete offrire preparate la parte sopra solo alcune ore prima… per non incutere nei vostri commensali il dubbio di stare mangiando una torta “mutante” anche se, i nostri figli direbbero senz’altro “ che figo mamma!”

Torta con crema rosa di ciliegie

Media
40 minuti
Per rendere più completo il post vi lascio anche la ricetta originale. La volete anche in lingua? Come, non arrivano risposte... Va bene dai allora ve la scrivo tradotta da Rachele!

Ingredienti

Per la base:

  • 200 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 350 g di farina
  • 6 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 120 g di latte
  • 50 g di cacao amaro

Per la crema:

  • 250 g di panna da montare
  • 200 g di yogurt greco
  • 400 g di ciliege
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 2 bustine da 2 g l'una di agar agar (la compro da NaturaSi)

Per l'impasto della torta originale:

  • 200 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 6 uova
  • 300 g di farina
  • 50 g di polvere di nocciole
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • 120 g di latte

Per la crema della torta originale:

  • 1 barattolo di ciliegie sciroppate (370 g snocciolate)
  • 100 g di zucchero
  • 6 fogli di gelatina
  • 500 g di mascarpone
  • 200 g di panna da montare

­Procedimento

  • Si parte con la torta, montate il burro con lo zucchero, aggiungete un uovo alla volta, poi unite la farina setacciata con il lievito e in ultimo il latte.
  • Togliete alcuni cucchiai di impasto ai quali aggiungerete il cacao.
  • Versate la crema al naturale nella tortiera apribile ben imburrata  poi aggiungete così in modo sparso quella al cacao, io ho usato la teglia 24cm, e cuocete in forno caldo per circa 40 minuti.
  • Preparate poi quando la torta si sarà raffreddata la crema.
  • Snocciolate le ciliegie, fatele cuocere in padella per alcuni minuti (devono rimanere belle sode e non spappolate) con tre cucchiai di zucchero, aggiungete l'agar agar e fate cuocere per un minuto circa.
  • Lasciate intiepidire poi unite lo yogurt, montate la panna e quando il composto sarà quasi freddo aggiungerla bene mescolando delicatamente.
  • Versate tutto sulla torta (se dovesse essere necessari vi consiglio di livellare bene il dolce prima con un coltello per fare in modo che la crema si distribuisca in modo uniforme, io non l'ho fatto e me ne rammarico) e mettete in frigo.

La ricetta originale tradotta da Rachele:

  • Il procedimento per la torta è lo stesso.
  • Per la crema invece sgocciolate le ciliegie, prendete 50 g di sciroppo e aggiugeteci lo zucchero, fate sciogliere in un pentolino il tutto. ammollate la gelatina e unitela al l succo caldo, lasciate intiepidire.
  • Amalgamate da tiepido al mascarpone lentamente, quando il composto comincia a tirare aggiungete la panna montata a neve, versate tutto sulla torta e fate raffreddare. ecco più o meno quello che mi ricordo 🙂

Note

Servirla fresca perché è ancora più buona!
Vuoi condividere questa ricetta?

ciliegie, frutta, torta, yogur


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (21)

  • La so, la so, la so!!!

    Beh, almeno questa dato che è tedesca 😉
    Una vicina di mia zia la faceva ogni volta che andavo là, era l’unica torta che mangiavo volentieri perché un po’ asprigna, dato che lei usava il quark e i ribes del suo giardino (slurp… ricordi d’infanzia).

    Beh, sta sera partiamo proprio per la Germania e… magari nel w/e passo dalla vicina 😉

  • anch’io ieri ho fatto uan torta , una crostata con marmellata di amrene e crema di ricotta, le mie piccole pesti( gli spremitori di limoni che hai conosciuto a Modena), me l’han fatta tagliare ancora calda, buona mamma !! e il liquido che colava, ma come dargli torto,anch’io le faccio pr loro

  • Natalì, ma non è un po’ “troppo” a ridosso dell’estate???? Sai che ti dico? Me la gusto con il pensiero… mmmmm, che buona!!

  • Adoro le ciliegeeeeeee!!!! mi hai fatto venire l’acquolina in bocca e poi è bellissima davvero… uff chissà che buona.. ne mangerei un pezzetto ora ora… da fare! Baciotto e grazieeee

  • mmmmh..che bontà, poi sto we ho comprato delle ciliege deliziose!!! Certo che è un attentato questo..Mi chiedo anche perchè a me in germania continuino a rifilare Linzer Torte (che per carità, non è che sia cattiva, ma io preferisco le nostre crostate) quando esistono queste squisitezze!:-) AH, complimenti per il blog, l’ho scoperto da poco grazie a un’amica ed è bellissimo!

  • che goduria…….io che sbavo per cheesecake & Co….
    Non so se avevi notato che da Necci troneggiavano in vetrina delle meravigliose fette di cheesecake…..beh, per il ritorno non ho resistito e me ne sono presa una fetta che mi sono sbafata in treno!!!! non ti dico il profondo piacere!!!!!!!!!!
    alla faccia delle diete, ogni tanto ci vuole proprio…..e questa tua torta mi sembra perfetta!!!
    baci

  • Fatta e mangiata, l’abbiamo portata ieri sera a cena a casa di Valentina 🙂
    Unica modifica: non ho fatto il mini-strato al cacao, e ho messo il mascarpone (non c’era lo yogurt greco).
    Non sono soddisfatta al 100% del risultato però, la parte di impasto secondo me (come scrivevi anche tu, eh!) dovrebbe essere la metà, oppure si dovrebbe farcire dentro e non sopra. Così infatti sarebbe perfetta “per il cucchiaino”, mentre invece per come è attualmente rimane un po’ slegata: con il primo cucchiaino prendi impasto+crema, col secondo ti rimane solo l’impasto e c’è qualcosa che stona.
    Inoltre, metterei anche qualche ciliegia in più (anche 500 o 600 grammi non starebbero male)…
    Finite le “critiche”, per il resto il gusto era perfetto! 🙂
    Baci!

  • Fatta anche io, conquistata dal rosa. Concordo che la torta e’ troppa rispetto al resto che, come dice Gloria risulta un po’ slegata, e ho messo lo yogurt greco ma il sapore era troppo deciso e chi non ama lo yogurt non ha gradito. Direi che la prossima povero’ col mascarpone… e chi se frega della prova costume!
    Pero’ ho scoperto l’agar agar CHE SPETTACOLOOOO!! Da ora in poi addensero’ tutto quello che mi capita tra le mani! grazie! buona settimana

  • @Gloria e Stefi- anche io sono d’accordo con voi trovo che l’impasto sia buonissimo, ricco profumato e goloso, buono già così! lo strato di crema anch’esso buono, le due cose insieme però non rendono molto!
    Io ho apprezzato ugualmente perchè da brava golosa ho gustato le due cose separate, ma per la crema vedrei un’impasto più soffice come ad esempio un bel pan di spagna o una base da rotolo,mi pareva anche di averlo lasciato in un qualche commento, forse su fb, ormai non capisco più niente e comincio a perdere i colpi con tutti questi network!!
    L’agar agar è davvero rivoluzionaria, la consistenza che dona alle creme è delicata e meno fastidiosa di quella della normale gelatina in fogli e poi se ci pensate bene, questa alga fa anche dimagrire…mhmm, ehm no, veramente rende più difficile l’assorbimento dei cibi e provoca un senso di sazietà per via del suo volume a calorie quasio zero. lo sanno bene le signore giapponesi che si mettono a dieta!
    non voglio essere quindi negativa nei confronti di questo dolce che mi ha comunque permesso di fare così tante esperienze sensitive 🙂

  • Bravissima Natalia ,ho letto la ricetta originale e ti dirò mi piace tanto la prima con yogurt la farò sicuramente amo i dolci freschi soprattutto adesso che arriva l estate….

  • Salve Natalia scusa ma se non riesco a trovare l’agar agar come posso sostituirlo? Poi volevo chiederti leggendo i commenti sul fatto che l’impasto risulta troppo per la crema non si può magari dividerlo in due magari un po’ bagnarlo e mettere parte della crema dentro e poi anche sopra? Grazie mille per la tua disponibilità

    • @Fulvia- l’agar agar lo puoi trovare anche al supermercato ma lo puoi sostituire tranquillamente con la gelatina in fogli.certo ottima idea quella di dividere l’impasto !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency