pizza margherita in teglia romana

Pizza margherita in teglia romana

 

La ricetta della pizza margherita in teglia romana l’ho imparata dal mio amico e maestro Marco Rufini, durante le dirette che abbiamo fatto insieme durante il lockdown ci ha descritto e spiegato come ottenere una buona pizza margherita anche impastandola in giornata.

Giocano un ruolo decisivo la scelta delle farine e la quantità di lievito che andremo ad utilizzare, in linea di massima conviene utilizzare una farina di media forza, se volete regolarvi con le proteine date l’occhio all’indice degli ingredienti usatene una con 12,5/13 g di proteine per 100g di farina.
Per il lievito ne bastano pochi grammi, deciderete voi se prolungherete o meno la lievitazione, fondamentali saranno però un paio di pieghe che farete in ciotola, in questo modo andrete a rinforzare l’impasto che sarà in grado di trattenere meglio lo sviluppo della lievitazione.
Condite con la vostra salsa di pomodori o meglio ancora con i pelati, se potete utilizzate teglie in ferro blu, distribuiranno benissimo il calore e la vostra pizza non si attaccherà.

Seguite la ricetta o il mio video su youtube per vedere bene tutti i passaggi.

Pizza margherita romana in teglia

4
Media
4 ore
12 minuti

Ingredienti

  • 800 g di farina forte (12g /13g di proteine per 100g di farina)
  • 3 g di lievito di birra disidratato (9g se fresco)
  • 560 g di acqua fredda
  • 15 g di sale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Due tazze di salsa di pmodoro o pelati
  • Olio sale
  • 400 g di mozzarella

­Procedimento

  • Versate la farina in ciotola, unite il lievito, aggiungete l’acqua e mescolate fino a raccogliere l’impasto prima intorno al cucchiaio e poi iniziate a lavorarlo con la mano.
  • Lo sentirete appiccicoso ma andate avanti.
  • Da ultimo aggiungete l’olio sporcandovi le mani.
  • Fatelo assorbire bene e mettete a riposare la pasta coprendola con pellicola.
  • Dopo 20 minuti fate un giro di pieghe nella ciotola, pizzicate l’impasto all’esterno e portatelo verso l’interno , una volta terminato il giro chiudete sotto e mettete di nuovo a riposare per 20 minuti.
  • Formate un altro giro di pieghe.
  • E’ arrivato il momento di dividere l’impasto a metà, chiudete sempre da sotto ciascun panetto e mettete ogni pezzo all’interno di due contenitori alti e stretti precedentemente unti,
  • A questo punto potete scegliere se farlo maturare in frigorifero per 12 ore oppure lasciarlo lievitare a temperatura ambiente (18/20 gradi) fino al raddoppio, in questo caso vi basteranno 3 7 4 ore.
  • Dopo la lievitazione ungete 2 teglie, adagiate ciascun impasto dentro ad una teglia e stendetelo aiutandovi con le mani, se l’impasto diventa tenace, lasciatelo riposare dieci minuti e ultimate la stesura.
  • Condite con salsa di pomodoro condita con olio e sale, mettete a cuocere nel forno al massimo (250gradi) adagiando la teglia nella parte bassa del forno per circa 12 minuti.
  • Togliete dal forno adagiate la mozzarella e riponete la teglia in alto vicino alla resistenza per circa 5/8 minuti.
Vuoi condividere questa ricetta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency