• Home
  • Dolci e Torte
  • Muffin dolci ma senza zucchero aggiunto, così il cardiologo/nutrizionista di casa è contento!
muffii senza zucchero aggiunto

Muffin dolci ma senza zucchero aggiunto, così il cardiologo/nutrizionista di casa è contento!

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Lo ascolto sempre, ho la fortuna di avere in casa una persona sensibile e preparata. Precursore e chi lo conosce lo sa bene, di tutti quei discorsi che riguardano il binomio cibo e salute che cominciano anche ad essere ripetuti dagli ormai noti divulgatori , non per niente ma lui non è più un medico di primo pelo, l’esperienza ce l’ha!

Naturalmente parlo di mio marito, Roberto, che con tutti i suoi discorsi salutistici spesso rompe anche le scatole , infatti ho detto che l’ascolto sempre ma non sempre riesco a mettere in pratica le sue richieste e i suoi consigli.

Sapete cosa mi chiede di fare da un sacco di tempo? Abbandonare l’uso quotidiano dello zucchero, a me che ne avevo sempre due chili di scorta come minino e che sono abituata a non far mai mancare il dolcetto fatto in casa alle mie figlie, come faccio a non usarlo più!
Ma come tutte le cose è sempre e solo questione di abitudine e se prima il dolce lo mangiavamo bene o male tutti i giorni ora invece ci limitiamo a gustarlo alla domenica e per il resto della settimana, usiamo i validi sostituti, un pezzettino di cioccolata fondente e la frutta appagano e fanno meno male!
Ma certo non è come mangiarsi una bella fetta di torta o un dolcetto a merenda (mai a colazione mi raccomando!!) così sempre su suo consiglio ho provato ad usare ingredienti di per se dolci per fare dei muffin . Ecco che la patata americana, le farina di mandorle e l’uvetta messi insieme hanno dato origine a dei tortini gustosi , sufficientemente dolci e anche buoni, se ve lo dico io vi fidate vero?

Tra l’altro sono anche senza glutine e senza latte, per accontentare più persone ancora! E questo bel colore è tutto merito della patata americana, fantastico no?
Li ho fatti ieri, ma oggi sono ancora più buoni, domani non vi saprò dire perchè mica so se ci arriveranno!!
Ho capito che potrò aromatizzarli a piacere, aggiungendo anche carote, mele cannella , gli ingredienti funzionano perchè non si ottengono mapazzoni ma dolcetti che sfido chiunque ad immaginare che non contengono zucchero.
Sono quindi ancora più felice di condividere qui nel mio blog questo tipo di ricette, replicabile da tutti e da fare nelle nostre famiglie e per i nostri amici , insomma per tutte quelle persone a cui vogliamo bene!

muffii senza zucchero aggiunto

Muffin dolci ma senza zucchero aggiunto

8 Persone
Facile
20 minuti
20 minuti

Ingredienti

  • 400 g di patata americana cruda (ne servono 300g cotta)
  • 100 g di farina di mandorle
  • 100 g di uvetta sultanina
  • 100 g di fecola di patate
  • 50 g di olio di oliva leggero o di riso (di cocco, di girasole)
  • 2 cucchiai di gocce di cioccolato (facoltative)
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • A piacere un pizzico di cannella (o di vaniglia, o di buccia di limone)

­Procedimento

  • Cuocete la patata americana, io l'ho cotta nel forno a microonde avvolgendola nella pellicola per alimenti per microonde per 5 /6 minuti potenza 750, potete anche cuocerla in forno o a vapore.
  • Nel robot da cucina inserite l'uvetta e fate andare le lame per tritarla, aggiungete la farina di mandorle e polverizzate ancora, aggiungete la fecola e fate andare le lame. Così a secco sarete in grado di tritare al meglio l'uvetta, aggiungete le uova, l'olio il lievito e 300g di polpa cotta di patata , fate andare fino a quando non avrete ottenuto un composto bello cremoso e omogeneo. Unite a mano le gocce di cioccolata.
  • Distribuite il composto nei pirottini e cuocere i muffin per circa 20 minuti a 170/180 gradi modalità ventilata.
  • Potete decorare con un po' di cioccolata fondente fusa per rendere ancora più accativante il dolcetto.
Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, cioccolato, frutta, merenda, muffin, Ricette veloci, senza glutine, senza latte


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (24)

  • Capisco e condivido pienamente la tua situazione. Ho una figlia dietista che dà suggerimenti soprattutto sull’abbinamento degli alimenti. È però molto “democratica” e non insiste troppo visto che la mia cucina è abbastanza salutare. Per lo zucchero è invece più insistente per la sua eliminazione per esempio nel caffè o nel caffelatte ma io a questo peccatuccio non so resistere. Ciao Natalia, ti seguo e mi sei simpatica. Marilena.

    • @marilena- complimenti per la ragazza , sapere che i giovani preparati stanno sensibilizzando le persone che li circondano verso il cibo salutare mi rallegra molto . Certo non è facile cambiare le nostre abitudini subito ma iniziare a piccoli passi é già qualcosa! Salutamela tanto

  • ti seguo sempre alla prova del cuoco,le tue ricette sono sempre facili è buonissime ,proverò questi dolcetti so già che saranno una delizia , grazie Natalia !

  • Ma quanti muffin vengono più o meno? Così da sapermi regolare!
    Si può sostituire l’olio con altro? Ho un’amica che nn può mangiare latte glutine e olio cotto (solo crudo) … Volevo provare a farle un regalo dolce?

  • Perchè a colazione è meglio non mangiare torte o un dolcetto? In genere non lo faccio, ma a volte, soprattutto quando faccio la torta di mele, un una fettina, non grande, la mangio.
    Grazie.
    Tiziana

  • Patata americana…questo introvabile ortaggio…
    L’idea di diminuire lo zucchero/eliminare mi piace…il difficile è farlo capire in casa…
    Complimenti per l’apprezzabilissima idea ^_^

    • @stef- sai che io la patata americana la trovo anche al discount! Le mie figlie che sono molto esigenti li hanno apprezzati , non li hanno finiti tutti ne so sono precipitate a mangiarli ma a colazione e a merenda hanno mangiato la loro dose gustandoli pure . Io la prossima settimana li rifaccio con le mele baci

  • Ciao Natalia molto interessante questa ricettina “senza”. Le patate americane piacciono molto a mio marito, ma io non le compro quasi mai per le ricette salate. Questa potrebbe essere l’ispirazione giusta per l’acquisto mirato. Grazie anche per i consigli del “tuo” dottore ;).
    Ti ho citata ancora una volta nel mio blog :). Buona domenica bacioni Luisa

  • Ehi, là … ciao a tutte
    vi ricordate ancora di me vero? sono stata un po’ tanto fuori zona blog.. lo ammetto, però lo sempre seguito.. edevo dire che Nat ormai non ha più nessun tipo di commento da fare, è diventata bravissima.. nello scegliere e nell’abbinare gli ingredienti… ah! pooooi con il suo tutor personale… che ve lo dico a fare…
    questa ricettina è proprio carina e col fatto che sta arrivando (Si spera) anche la bella stagione direi che mette davvero di buon umore con questo bellisiimo colore del sole…
    quindi nulla da dire se non proviamola a fare e a mangiare! con tutte le super varianti che ci vengono a mente!!!!
    ehm però date uno sguardino al mio vecchio post qui sui consigli per la bella stagione, mo’ che arriva, ehh? 😉
    un abbraccio a tutte!
    Manu!!

  • Sempre forte Natalia…Quante tue ricette ho usato per l’amica celiaca che mi viene spesso a trovare il pomeriggio…Mi sembra assurdo che lo sia diventata a 80 anni…e che quando avevamo la scuola di cucina preparava e mangiava di tutto!!! Grazie anche ds parte sua!

  • Ciao Nat,
    ho appena fatto una ricetta simile, sempre senza zucchero, l’ho sostituito col succo di mela, però mancava proprio di dolcezza….
    In casa non sono tanto piaciuti, questi risultano un po dolci?
    Grazie!

  • Ciao Nat,
    sono curiosa di questa ricetta ma… è un pochino dolce? Le mie bimbe sono piuttosto golose, vorrei un sapore che possa piacere.
    Posso usare la farina di riso al posto della fecola?
    Grazie!

    • Ciao Veronica, si risultano dolci (un dolce diverso da quello dato dallo zucchero ovviamente) perchè la patata è dolce ed è arricchita da uvetta frutta secca e cioccolata. Prova e fammi sapere se sono piaciuti in casa.

Rispondi a Luisa-mamilu Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency