Mandorle speziate per la mamma che va a cena a casa di amiche

E i bambini stanno a casa con il papà, questo dovrei dire nel titolo, ma poiché l’invito è per una cena “virtuale”, quella organizzata da Betty e da Polepole , le bimbe rimarranno anche con me (e il papà se l’è cavata anche questa volta!) La prossima occasione ragazze però la cena la facciamo davvero così anche noi ci potremo prendere sul serio una serata di libertà.


A questa serata mi è stato chiesto di partecipare con qualunque cosa, in effetti difficilmente ci si presenta da amici a mani vuote, così ho pensato a qualcosa di veloce, stuzzicante, da offrire all’inizio della serata nell’attesa che arrivino tutti gli ospiti. Poi dal momento che, ormai per ”deformazione professionale”, penso sempre ai bambini, ecco che queste mandorle zuccherate alle spezie, togliendo le spezie, diventano un ottimo pensiero anche per loro, le potranno sgranocchiare durante la “nostra assenza”, così , tanto per non sentirci in colpa!!

Mandorle speziate

Facile

Ingredienti

  • 200 g di mandorle con la buccia
  • 3 cucchiai di uvetta
  • 3 cucchiai di nocciole
  • 6 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di curry
  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 3 cucchiai di acqua

­Procedimento

  • Stendete la frutta secca in una padella antiaderente in un solo strato, aggiungete l’acqua , lo zucchero, il curry ed il peperoncino (o la paprika piccante).
  • Mettete sul fuoco e mescolate sempre fino a che lo zucchero comincia a sbriciolarsi e ad attaccarsi alla frutta, fate attenzione a non oltrepassare questo punto perché lo zucchero in un attimo passerà dallo stato sbricioloso e ruvido a quello sciolto e caramellato che non sarà più adatto per ottenere queste mandorle pralinate (se vi dovesse scappare otterrete un ottimo croccante speziato, magari da fare a pezzetti irregolari e da offrire ugualmente, non si butta niente qui!).

Note

Se non vi sentite abbastanza sicure fate una prova con un piccolo quantitativo, prenderete l’occhio e dopo non vi fermerà più nessuno, frutta speziata a “go-go”.
Una volta che saranno pronte, toglietele dal fuoco, sistematele in un solo strato sulla carta da forno e se volete potete spolverizzarle ancora con le vostre spezie.
Sono buonissime, potete prepararle anche con grande anticipo e conservarle in un sacchettino di plastica.
Attenzione una tira l’altra, mangiatele con moderazione!!

banner-cena

English version by Francesco
Mom goes to dinner at her friends houses.
And the kids are at home with dad… I should have said also this in the title, but since the dinner is a “virtual” one, because Betty and Penelope organized it so that the girls will stay with me (and dad is safe this time too!). But, girls, the next time we’ll really organize a real dinner, getting a free evening, also away from home! So, for this meeting I had to prepare something to eat, because, as usual, we all bring something when we go to dinner at friends houses. I thought: “I can prepare something fast, tasty, to be offered early in the evening waiting for all the guests”. So, now that I always think to children… here are these sugared almonds with spices (without spices for children)! They will love them and they can munch them during “our absence,” so that they won’t miss us too much!

Ingredients: 200 g of almonds with the peel, 3 tablespoons of raisins, 3 tablespoons of hazelnuts, 6 tablespoons of refined sugar, 2 tablespoons of curry powder, 1 teaspoon of chili powder, 3 tablespoons of water. Spread nuts in a non-stick frying pan in a single layer, add water, sugar, curry and chili pepper (or paprika pepper). Put the mixture on the fire and mix continuously until the sugar begins to crumble and to stick to the fruit, be careful: don’t go past this point because otherwise the sugar will become, in a moment, from the rough and crumbled state to the melted and candied one, and this will not be suitable to obtain these sugar-coated almonds, (if it happens you will have a good spicy almond brittle, to cut in irregular pieces and serve… remember: never waste tings!). If you do not feel sure enough you can try with a small amount of the mixture, you will take self-confidence and then nobody will stop you, spicy fruit every day. Once they are ready, remove them from the fire, place them in a on a layer of paper and, if you want, you can still dust them with your spices. They are very good, you can also cook them previously and keep them in a plastic bag. Be careful, they are tasty but don’t exaggerate, otherwise you may feel sick!!

Vuoi condividere questa ricetta?

curry, mandorle


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (9)

  • … ma sono ME-RA-VI-GLIO-SEEEEEEEE!!!
    Mi sa che le provo subito questo week-end, che dici??
    Grazie tantissime per questa ricettina viziosetta, avrai presto nostre notizie!
    polepole

  • ciao natiii! ti ricordi quest’estate quanto le ho gradite al tuo cocktail di compleanno???beh le ho rifatte e divorate in due giorni…..buonissime!! Ma dei tuoi piatti mi rimane un dubbio:nella sbrisolona vanno i tuorli o no? Non sai che ho iniziato (su consiglio dello chef..) il corso pasticceria anziche’ II livello che era troppo teorico e poco pratico. Poi ti raccontero’. Spero che i tuoi progetti abbiano avuto buon fine, poi mi farai sapere. Un bacione a tutti.

  • Natalia, io stavolta sono un po’ scettica… è un mio limite, lo so… ma il peperoncino… e il curry sulla frutta mi fanno storcere il naso…
    Facciamo così: la prossima volta che viene qualche amica a prendere un thè io li faccio questi dolcetti… se poi vengono male, dico che la ricetta non è la mia! 🙂 Hihihih!!
    Se invece vengono bene… dico che la ricetta è la tua … e la rifarò anche per noi!!! Ci stai?
    Un bacio e a presto!

  • Le conosco… le hai già portate a un vero convivio qui da me, e devo ammettere che sono terribilmente buone! Io poi andavo a caccia d’uvetta: puntavo, miravo… fuoco!
    Nella vita bisogna imparare a prendere ciò che si vuole! O no?

  • Nataliaaaaaaaaaa…. ma che mi combini?? meraviglia delle meraviglie… queste mandorle sono divine!!!
    complimenti e grazie per la tua partecipazione alla nostra cena, ci divertiremo un mondo vedrai 😉
    baciiiii.

  • una cosa divina. le ho già mangiate anch’io da natalia.la cosa sconvolgente è che lei non copia, ma inventa, elabora, produce..e non ne sbaglia una.
    e ora finalmente…ho la ricetta! attenzione perchè davvero, una tira l’altra….

  • @polepole – grazie a voi per avermi dato questa opportunità, attenta, sono micidiali, si fanno mangiare tutte!!!
    @cristiana – sisi, ci vanno 2 tuorli. dai cristiana, allora mi dovrai man mano raccontare tutto! i progetti sono andati bene, ti farò sapere per mail.
    @barbara – ma è frutta secca, mandorle, nocciole, già siamo abituate a mangiarle salate, questo è in più un agrodolce piccante, ricorda molto gli intingoli ed i curry indiani, certo ti devono piacere questi mescolamenti di sapori sennò….però solo un consiglio, visto che non sono dolcetti non offrirli per il thè, meglio come aperitivo o per un cocktail, sennò poi chi le sente le tue amiche!!!! bacioni
    @mannu – si bisognerebbe!!!! altrimenti ti ritrovi sempre a mani vuote! saggia la mannu, saggia!
    @betty -provale, sono tra le mie preparazioni preferite, io adoro l’agrodolce piccante.
    @annarita – bentornata, e auguri!!!
    @chiara – brava chiara, metti anche tu in guardia, così nessuno può più dire che non glielo avevamo detto. micidiali ma ….quanto sono buone

Rispondi a barbara Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency