I cannelloni della nonna Iole…questo si che è cibo rassicurante!

Chi li ha mangiati può confermarlo, un piatto di questi cannelloni ti mette a posto per tutta la giornata e si porta via tutto il brutto e cattivo che ci portiamo dietro. É un piatto che mette delle certezze: primo che chi li ha fatti ti vuole bene, secondo che le cose semplici sono spesso anche le più buone, terzo che di ricette così, in famiglia se ne dovrebbero fare più spesso per vedere la soddisfazione nei volti di chi le mangia! Tutto questo lo sa bene chi si è seduto alla tavola della nonna Iole, la mamma di mio marito, e anche lei ne è consapevole : la sua cucina è stata e sarà sempre prima di tutto amore. L’amore che prima da mamma e dopo anche da nonna ,dona alle persone della sua vita. Quante di noi, fortunate, conservano questi regali di amore! E quante di noi contano di fare tanti regali come questi?


Questa ricetta nel tempo ha avuto, da parte della nonna Iole, evoluzioni nelle tempistiche, beh anche le nonne si aggiornano . Infatti se la pasta dei primi cannelloni che le ho visto fare veniva fatta a mano, ultimamente, l’uso di quella già pronta ha preso il sopravvento, e così la nonna ha anche più tempo, di stare con le nipotine, ben venga la pasta già fatta no? Finalmente mi sono decisa a  prepararli anch’io, ho scritto bene bene la ricetta, anche se la nonna va come al solito “ad occhio”,ed il risultato non ci ha deluso, ci volete provare anche voi?

Cannelloni di carne

12 Persone
Facile
30 minuti

Ingredienti

  • 500 gr di carne di vitello macinata
  • 1 noce di burro
  • 800 ml circa di passata di pomodoro
  • 1 spicchio di aglio
  • 500 ml di besciamella abbastanza liquida (500ml di latte, 50gr di burro, 30gr di farina)
  • 50-60 gr d parmigiano grattugiato
  • 250-300 gr di mozzarella
  • 24 fogli pasta pronta (lei usa sfogliavelo)
  • sale e pepe

­Procedimento

  • Rosolate e cuocete la carne in tegame con una noce di burro, salate per insaporire.
  • Preparate il sugo di pomodoro con aglio e olio.
  • Fate mezzo litro di besciamella (sciogliete il burro, aggiungete la farina, mescolate bene e tostate poi versate il latte e cuocete dopo che ha raggiunto un leggero bollore per altri 5 min), tagliate la mozzarella a cubetti e procedete nella preparazione del piatto.
  • Mescolate alla carne cotta alcune cucchiaiate di sugo di pomodoro (deve diventare rosato, ne basteranno 4/5 ).
  • Aggiungete anche 4/5 cucchiai di besciamella, metà mozzarella e amalgamate bene.
  • Ecco il vostro ripieno è pronto, prendete un foglio di pasta, farcitelo abbondantemente, avvolgete il cannellone arrotolando dal lato corto e sistematelo nella pirofila, continuate fino ad esaurire la pasta e il condimento.
  • Ora non vi resta che versare il sugo del pomodoro rimasto, dopo di che ricoprirlo di besciamella, spolverarlo di formaggio parmigiano e infornare a 180° per circa 20/30 min.
  • A cottura quasi ultimata aggiungete la mozzarella e rinfornate per altri dieci minuti, il vostro pranzo è pronto.

Note

Sorridete!
La dose è abbondante, ma io di solito ne preparo per due occasioni, quindi una teglia la conservo nel freezer per averla pronta all'occorrenza.

English version by Francesco
The Grandma Iole’s “cannelloni”… this is certainly a reassuring food!
Who has eaten them, can confirm it, a dish of these cannelloni can pacify you and takes away all the bad things you meet during some days. This dish reassures you: first of all because you know that who made it loves you, second because the simple things are often the most good and third because we should make recipes like this more often to see the satisfaction on the faces who eats it! Who seated at Grandma Iole’s table, my husband’s mother, knows it, and she is conscious too: her cooking has been and will always be, first of all, love. Love that, as a mother first and then also as a Grandma, she gives the persons of his life. How many of us would like to make lots of gifts like these? This recipe has been changed in time by Grandma Iole, well, even Grandmothers keep up with the times! So, if long time ago she knead the cannelloni dough with her hands, recently she uses the already prepared dough, and so Grandmother has more time to stay with her grandchildren, thank you “prepared dough”, don’t you think? Finally, I decided to prepare these cannelloni, I wrote the recipe and the result did not disappoint us, do you want to try too?
Ingredients for 24 cannelloni (about 12 people): 500g of veal minced meat, a knob of butter, about 800ml of tomato sauce, a clove of garlic, 500ml of almost liquid bechamel (500ml of milk, 50g of butter, 30g of flour), 50/60g of grated Parmesan, 250/300g of mozzarella cheese, 24 sheets of prepared dough (she uses “Sfogliavelo”), salt and pepper.
Brown and cook the meat in a pan with a knob of butter, salt to flavour. Prepare the tomato sauce with garlic and oil. Prepare the béchamel (melt the butter, add the flour, mix and then pour the milk, cook for 5 min since it boils) and cut the mozzarella into little cubes. Mix the cooked meat with a few tablespoons of tomato sauce (it must be pink, it will be enough 4/5 tablespoons), add 4/5 tablespoons of béchamel, half mozzarella and mix well.
Here you are, your filling is ready, take a sheet of dough, fill it abundantly, roll up the cannellone from the short side and place it in the oven-proof dish. Continue until you run out of dough and condiment. Now you have just to pour the remaining tomato sauce, overlay it with bechamel, dust with Parmesan and bake at 180° for about 20-30 min. When it is almost cooked, add the mozzarella and put back in the oven for another ten minutes. Your lunch is ready, smile!
The quantity is plentiful, but I usually prepare it for two occasions, so I keep one backing-pan in the freezer, to have it ready in case of need.

Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, pasta fresca, verdure, vitello


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (21)

  • mi viene da ridere perchè da noi qui, nel modenese, i cannelloni si fanno (o si facevano) ma sono una variante delle lasagne, praticamente stessa storia: ragù, besciamella, parmigiano. Qui c’è mozzarella e aglio, per non parlare della cottura della carne, sicuramente molto più veloce del nostro ragù tradizionale. L’idea mi piace, mi metto in viaggio e vengo un po’ più a sud, magari una domenica d’ottobre mentre fuori per le strade di Sassuolo si consumano le fiere e c’è un gran profumino di gnocco fritto e castagne arrosto.

  • Mi rifaccio viva dopo tanto tempo, un bacio a nonna Iole, a te (che ormai ti vedo al sabato 😉 e alle tue principesse… io sono all’ottavo mese (Marco nascerà tra 40 gg circa) e immagina gli acciacchi mammina! TVB Anna

  • Che bello! Quanto amore in questo piatto! Mi commuove, mi ricorda quando da piccola ci si riuniva per preparare i cannelloni per Natale… e allora era una festa già nei preparativi…
    Spero che anche le mie bimbe abbiano questi ricordi, di mani e di nasini pieni di farina e… di tanto, tanto amore!
    Questo ripieno è nuovo per me, e lo voglio provare!
    P.S. Mannu, fra te e tua sorella mi fate sbavare! Torna in casa e niente fiere e mercatini… in punizione! 😉

  • nella nostra famiglia ci sono le lasagne di mia mamma. anche lei si è evoluta e compra la sfoglia già pronta!! 🙂
    Bella l’immagine del cibo come regalo.

  • La cucina dell’amore è un filone interessante ed emozionante che vive di ritti, sorrisi e gioie e le ricette si preparano seguendo le leggi del cuore :))
    Mi piace molto la farcia con la mozzarella :))

  • Ciao! Ho trovato il tuo sito girovagando per Blog, e devo dire che mi piace proprio! 😀
    I cannelloni non li ho mai provati, ma dovrei… proprio nei giorni scorsi volevo improvvisarne un paio con le omelettes salate, tipo crespelle, ma il risultato non sarebbe stato lo stesso! Uff…
    Complimenti quindi, per la fantasia e la simpatia! Ci sentiremo presto .-) Ciau

  • @luby – li ho visti, ottima e gustosa alternativa!

    @mannu – come mi mancano qui profumi: l’odore delle castagne, le prime nebbie, le fiere…ma cosa ci faccio QUA?
    ops, scusa Roberto scherzavo!!

    @cuochetta – che bella sorpresa, già all’ottavo mese, ma come vola il tempo!! tutto bene? che bello un maschietto. riposati e prendi per te tutto il tempo che puoi… è bellissimo, sarà un compagno di vita per la sua sorellina, sono bambini fortunati. in bocca al lupo per tutto. e per quanto mi riguarda, hai visto cosa ho combinato? così mi conosci già, fa un certo effetto, ancora non mi sono abituata!!

    @gabriella – finalmente, e ti sei fatta viva con un piatto proprio adatto a te!!! la strada la conosci , che aspetti. grazie per l’invito alla manifestazione di sabato ma avevo le bimbe malate e tu conosci le mie figlie grandi no? continua a tenermi aggiornata e se vuoi lo puoi fare anche qui sul blog!

    @barbara – si avvicina il gran giorno…in bocca al lupo! fotografa mi raccomando!!

    @ale – io sono decisamente per stare al passo coi tempi, eh, eh!

    @betty – hai ragione, non so perchè ma a loro viene tutto più buono!!

  • @chiara – finalmente accontentiamo quel povero marito!!!

    @lenny -tu ne sai senz’altro qualcosa lenny, la vita che vivi con la tua bella famiglia ti riempie di questi momenti, si vede!

  • @martina – ciao grazie di avermi lasciato il tuo commento, fa piacere sentire le opinioni di chi passa a trovarti. sei una ragazza piena di idee , allegra e divertente. ci sentiremo ancora!! ciao

  • certo dobbiamo far tesoro delle tradizioni e del patrimonio culturali che i nostri nonni ci consegnano
    bravissima nonna Iole complimenti
    non conoscevo questa ricetta
    mi piace il sapore del pomodoro e dell’aglio
    sicuramento mi piaceranno moltissimo
    ciao baci

  • Interessante questa variante mediterranea… poi a me i cannelloni piacciono molto (cosa non mi piace?) ma non li preparo mai. Solitamente faccio le lasagne che qui da noi come dice la Mannu hanno gli stessi ingredienti. Un buon motivo per sperimentare qualcosa di nuovo.
    @Mannu: grazie del pensiero, effettivamente Cecciola e’ un paesino microscopico sperduto nell’Appennino Reggiano, per fortuna io abito a Scandiano!!! Chissa’ magari ci incontriamo alle fiere a Sassuolo, la prossima sicuramente ci saro’ per due motivi: 1- è la “féra dal beli dànn”; 2- venerdi’ compie glia anni mia figlia e come sempre la portero’ alle giostre… speriamo non piova!!!

  • @ Robbi: se mi lancio dalla finestra (6° piano, ahi ahi) cado sulla giostra! La terrò d’occhio senza sbilanciarmi troppo. Tu fammi sapere se sei in giro al mattino o al pomeriggio. Ciaoo

  • Mammamia la foto è bellissima!! Da proprio l’idea del ripieno abbondante e del boccone sugoso!!
    Miè venuta voglia di farei cannelloni: domenica li metto in programma. Io non metto la mozzarella anche dentro al ripieno, ma ora lo farò… tanto per aggiungere calorie!!! 😉
    Dieta da lunedì!

  • @ Martina: i cannelloni con le crepes invece della pasta sono comunque ottimi. Il risultato è sì leggermente diverso, ma comunque molto godurioso! Io li preferisco di pasta perchè sono più consistenti, ma quelli di mia suocera con crepes e carne e funghi nel ripieno sono veramente speciali.
    Solo che normalmente prevedono la preparazione di circa… 40 crepes!!! Dato che da noi sono il piatto delle feste in famiglia.
    Che ne pensi Natalia di provarli anche così?
    E’ sempre bello leggere le tue ricette: mi fai proprio venire voglia di cucinare anche quando la fretta mi farebbe optare per un hamburger ai ferri!

  • @mara -vero, ma a volte certe nonne non sono sempre disponibili ad insegnartele, alcune non ti fanno proprio entrare in cucina… la mia nonna ida per sesmpio non riusciva mai a spiegarti nulla, ti diceva le cose ad ochio e naturalmente non mi venivano mai come le faceva lei!!!

    @donatella – evviva le nonne!!! fortunato chi se le può godere!

    @robby – voglio venire anch’io allora!!! soprattutto dopo il trucco e parrucco che mi fanno quando vado in trasmissione. pensa che quando arrivo a casa non mi riconoscono!!!!

    @mannu – mi piace questo incontro (im)possibile, specie se ti dovessi sbilanciare troppo!!! ue, stai attenta sorellina, ci tengo alla tua pelle, chi mi curerebbe l’immagine sul web e fuori dal web. os, i jeans ancora non li ho provati, chiedo venia, al più presto ci andrò!!

    @Silvia gc – sono d’accordo con le tue osservazioni, perfetto, le crepes sono più delicate , si sciolgono in bocca, la pasta si fa masticare. Io mangio volentieri entrambe le versioni, soprattutto se le preparano altri ed io le trovo già pronte in tavola (vedi tua suocra!!!) grazie silvia, i tuoi complimenti mi lusingano molto, continuerò così!!!

  • Ciao Natalia, complimenti per questa ricetta buonissima ma sopratutto mi ha colpito l’affetto con cui parli della mamma di tuo marito!
    Alla fine della ricetta dici che una teglia la congeli, bene, desideravo chiederti: la teglia di cannelloni che poi verrà congelata si deve lo stesso cuocere per poi congelarla?
    Grazie per la tua eventuale risposta, Cecilia.

Rispondi a Silvia gc Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency