Muffin di zucca con ragnetti

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Antipasti Food&Craft.

Ecco qua, con questi muffin di zucca chiudo la settimana dedicata a questo meraviglioso ortaggio. Voglio offrire un ulteriore spunto, divertente e goloso per il weekend, da preparare con i nostri bambini.
Se ce la fate decorateli da soli e fate loro una sorpresa. Si meraviglieranno molto nel vedere questi ragnetti da mangiare che girovagano tra i dolcetti ricoperti da una dolce glassa al formaggio ed il vostro rischio, per me lo è stato, sarà quello di veder sparire i ragnetti, e veder leccato le vostre tortine qua e la, per non parlare delle mani dei vostri bambini che sveleranno le loro malfatte perché saranno tutte appiccicose! Però siamo in famiglia, glielo vogliamo concedere questo divertimento? Io si, mi diverto vederle lavorare anche così, con un “assaggio selvaggio”, tanto a finire le loro cose ci pensano sempre mamma e papà (dieta, aiutoooo).


Questo impasto per i dolcetti è nato prendendo spunto da alcune ricette americane, nessuna mi convinceva del tutto allora ho fatto un po’ di testa mia ma il risultato è stato davvero molto piacevole ed è stato apprezzato anche dalle bimbe. La crema al formaggio, molto bella, l’hanno leccata con le dita ma non sono riuscite a mangiarla tutta (sebbene io ne avessi messa molto poca, come fanno i loro bambini a divorarla) e me l’hanno fatta togliere con un cucchiaino, a me però è piaciuta, c’è meno burro del solito e le gocce di limone la rendono più fresca.

Muffin dolci con zucca

18 Pezzi
Facile
20 minuti

Ingredienti

  • 250 gr di zucchero di canna
  • 200 gr di farina
  • 250 gr di purè di zucca (polpa di zucca cotta al forno poi schiacciata bene)
  • 125 gr di burro
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 vasetto di yogurt da 125gr
  • spezie macinate (chiodi di garofano, cannella, zenzero)

Per la crema bianca di copertura:

  • 100 gr di formaggio philadelphia
  • 25 gr di burro morbido
  • 125 gr di zucchero a velo
  • alcune gocce di succo di limone

Per i ragnetti:

  • biscottini oreo al cioccolato
  • bastoncini di liquirizia (io ho usato le rotelle)
  • piccole caramelline per gli occhi
  • codine gialle per la rifinitura

­Procedimento

  • Accendete il forno a 180°, se potete in modalità ventilata, montate il burro con lo zucchero, aggiungete le uova uno alla volta, poi la crema di zucca, lo yogurt, la farina il lievito e le spezie.
  • Versate il composto in stampini per muffin e cuocete per circa 20 min.
  • Preparate la glassa montando tutti gli ingredienti.
  • Create i ragnetti aprendo il biscotto con un coltellino, adagiate le gambette di liquirizia, richiudete con un po' di pressione, attaccate gli occhi con un po' di glassa bianca (ne basta una puntina) ed il ragnetto è fatto.
  • Rivestite le tortine una volta raffreddate di glassa, decorate se volete lateralmente con le codine gialle e componete il vostro vassoio.

Note

Sarà una merenda “schifiltosa”......
Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, Feste, Halloween, muffin, tortine, zucca


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (22)

  • Ecco! Avevo in programma dei muffin alle carote… ed ora so come renderli schifiltosi!
    Che dire: grazie… sarò ripetitiva, ma il tuo blog è sempre di grande aiuto 🙂

  • brrbrrr..che brividi
    è uno dei tuoi soliti scherzetti?
    i bambini ne vanno matti
    si può proprio dire
    brava, tu sei un mito per noi e per i nostri bambini
    ciao sei grande!!!

  • Favolose come al solito le tue ricette!!!
    Farò un bel vassoio di ragnetti da presentare ai bambini quando passeranno per la raccolta dolcetti per la festa di halloween…mi immagino già le loro facce!!!
    serene giornate
    nonnAnna

  • fantastico tutto! quei ragnetti faranno passare la voglia ai bimbi di fare dolcetto e scherzetto….. ragazzi, non suonate che il mio bimbo è a letto che domani va all’asilo!
    e e suonate….ben vi sta!

  • buongiorno sonnecchio tra il caffè e l’aggiornamento.
    oggi non mi sembra la giornata adattra troppo pigra…e troppo malati tutti tra raffreddore, febbre e chissà che altro.
    anche io ne ho approfittato per uno zapping veloce tra un cartone e un altro peccato che nel momento culminante del finale travolgente le 3 pesti ne abbiano combinate di tutti i colori costringendomi all’abbandono.
    magari guardo se lo trovo su utube.
    però per quel poco che son riuscita a vedere ammazza…4 figli non hanno scalfito la ventenne che c’è in te.
    PS chiamamiiiiiii

  • Ehi, posso venire anche io a fare merenda da voi? La crema al formaggio non l’ho ancora provata, e l’idea non mi dispiace!
    Brava Natalia, come sempre sai rendere migliore ogni ricetta!

  • Già provati…squisiti !!! Ho fatto i muffins ma senza la copertura, sarà per la prossima volta, ho messo al suo posto lo zucchero a velo e ho usato la farina sena glutine perché mia figlia è celiaca. Buonissimi davvero…grazie !! Ora devo cercare dei biscotti senza glutine per fare i ragnetti…

  • ciao lascio un commento qui per chiederti se c’è nel blog la spiegazione di come si fanno le scatoline per le merende di compleanno, che forse sono le stesse del cartoccio al forno, ma non sono riuscita a trovarla!
    vorrei provare a fare le scatoline per la festa della mia mezzana, non sarà al parco perchè è nata il primo dicembre, ma sono certa che avrebbero ugualmente un successone!

  • ciao nati….si’ respiro ancora tra un impegno ed una altro. Cambiato tutto . Nn so se ti ho detto che sto facendo il corso pasticceria, e domani primo esame! nn ce la faccio per il corso sommelier anche perche’ sto integrando con vari master.
    Le tue ricette sempre stupende, e spero di vederti presto.
    un bacione

  • Ciao. Qs messaggio è per Beatrice. Anche il mio bimbo è celiaco, ma che io sappia non ci sono rotelle di liquirizia senza glutine. Ti dispiace indicarmi quali usi? Grazie. Buon Halloween a tutti

  • @monica 🙂 – grazie, questi sono molto facili, si possono fare anche con i bambini, occorre però fermare con altra farcitura le gambine del ragnetto perchè fatti in questo modo non si devono muovere, sennò, pericolo di smontaggio….

    @maetta – però buona…pensa che le mie figlie si sono mangiate prima i ragnetti poi, minacciandole a tirate di orecchie hanno sentito anche le tortine che hanno finito di mangiare ( gustandole ovviamente)come merenda per i giorni seguenti….

    @iana – si, è un idea vista in parecchi siti, spratutto in quelli americani, li fanno in tutti i modi, pensa che ho visto anche delle polpette leggermente schiacciate con le zampine fatte con strisce di peperoni rossi, dievertenti anche questi. io ho scelto i più veloci…..

    @betty – grazie , nonostante siamo tutte femmine, ci piace la roba orripilante!!!!

    @mara – grazie anche a te, ancora la fantasia non mi manca…magari la pazienza, quella ogni tanto se ne va in giro!!!

    @mannu – perchè stanno facendo le ragnatele, ma noi ce le mangiamo subito eh, eh, eh!!

    @annarita – carini vero?

    @lenny – è vero, la crema era molto buona, secondo me però non bisogna esagerare, noi non siamo abituati a metterne due quintalate come invece ne mangiano da quelle parti….

    @mami – eh, cosa vuoi mai, l’arte l’abbiamo respirata fin da piccole…..

    @nonnaAnna – attaccali bene allora, magari lascia le gambine intere e falle passare da pa una parte all’altra del biscotto, poi aggiungi un po’ di glassa così l’incolli più saldamente, i miei se li sposti troppo si aprono in due e…si vedono le budella del ragnetto…bleha, che cosa schifiltosa!!!!!

    @elga – in questo caso siamo tutti coraggiosi non è vero?

    @carmen – ma seh, è un ometto, non ha paura lui…magari la sua nonna…..

    @chiarona -ehi, chiara, ma halloween arriva di sabato, il 31, mi sai che hai perso un po’ la testa???!!

    @gloria – dai, mi fai arrossire, le mie figlie (grandi) dicono che sono strana, e che non sono spontanea, mamma fai una faccia da pesce lesso!!! questo è stato il primo commento, poi mi hanno detto che sono troppo gentile, va beh, ho risposto mica posso prendere tutti a cazzotti, che c’entrano loro, non sono mica delle bestiacce come voi!!!! è stata la mia risposta, che pazienza!!!

    @enza – magari!!!! ventenne!!! guarda, sai però che così tanto indietro non ci tornerei….magari verso i 25 vah! università finita, incontro del futuro marito, bei progetti, ancora a sassuolo, libera di muovermi, di viaggiare, di fare!!!! però, è bello anche avere 45 anni, 4 figlie, un caro marito e….dimostrarne 20!! grazie

    @barbara – è da mo’ che te lo dico, vieni che ti aspetto, non fare la timida…

    @beatrice – sono contenta di averti dato l’idea, dovresti riuscire a trovare tutto anche per il tuo bambino, ormai c’è molta sensibilità in giro nei confronti della celiachia…ciao

    @roberta – ciao, le scatoline della festa al parco io le ho comprate e poi decorate con occhi , naso e orecchie. quelle che ho utilizzato per il pollo invece le ho fatte seguendo il link del sito americano che ho postato. se non riesci a trovarlo ci sono in internet altri siti che lo spiegano basta che cerchi sotto tutorial per fare scatolette con origami, o roba del genere. l’idea della scatolina è bellissima anche in casa, ogni bambino aprrà la sua e ci troverà la sua merenda. le puoi anche far decorare a loro facendo attaccare la figutra desiderata per distinguere le une dalle altre. spero di esserti stata di aiuto se hai ancora bisogno chiedi pure. ciao

    @cristiana – ok, anche tu sei una comune mortale…..scherzo, già quello che fai è pazzesco, corri come una trottola dalla mattina alla sera. brava cri, aspetto le ricette!!!!!

    @vera – grazie vera, ne approfitto per rimanere aggiornata anch’io. ciao

Rispondi a Gloria Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency