C’era bisogno di fare un budino?

Bella domanda vero?
Questo mi sono sentita dire dalla mia famiglia quando ho portato in tavola tutta sorridente “il budino di pesce!”
In effetti a casa il pesce piace alle piccole ma non alle figlie grandi e a queste ultime due è inutile nasconderlo, pasticciarlo, renderlo “diverso” come mi hanno ripetutamente detto “ mamma, cambi il formato ma la sostanza no!”

Penso che non volessero essere sgarbate, questa volta no, solo che volevano farmi capire che avrei potuto fare a meno di perdere tempo e lavorare dal momento che a loro comunque il pesce non piace e nemmeno lo mangiano volentieri!
E dire che quando erano piccole ne andavano matte, mi ricordo ancora quando lo mangiavano insieme al papà, si litigavano li “anellini” e i “ricciolini” nella frittura di pesce, pulivano gustando per bene i gusci delle cozze e delle vongole e apprezzavano la carne del pesce cotto al forno semplicemente in bianco con le patate o al sale….Aiuto ma ora si sta ripetendo tutto questo con le figlie più piccole, loro il pesce lo adorano, no, non ditemi che cambieranno… cambieranno vero? Si. Chi meglio di me con la precedente esperienza lo può dire? Bisogna che cominci a mettere l’anima in pace!

Comunque questo budino di pesce era proprio buono, saporito e appetitoso con la crosticina croccante niente male. Se non altro rappresenta un’  idea per insaporire quel pesce che di per se non ha un gran gusto ma che è comodo perché non ha spine come per esempio il palombo, oppure il merluzzo surgelato.
Preparato in piccole dosi è adatto anche da appoggiare ad una tartina, magari in una cena a buffet. Insaporito con olive, capperi e peperoncino acquista senz’altro quel saporino in più che lo rende interessante anche da offrire ai nostri amici adulti. Insomma io vi consiglio di farlo, almeno una volta nella vostra vita, senza dar retta alle mie figlie grandi che, per la cronaca, si sono poi sforzate a mangiarlo!

Budino di pesce

6 Pezzi
Facile
40 minuti

Ingredienti

  • 300 g di pesce senza spine (anche surgelato)
  • Aglio (origano)
  • 1 bicchiere di salsa di pomodoro già fatta (intendo da voi, insaporita da uno spicchio di aglio e olio insomma quella che usate per fare gli spaghetti) (circa 200g)
  • 2 uova intere
  • Pane grattugiato
  • Burro (per ungere gli stampini)

­Procedimento

  • Cuocete il pesce pochi minuti in acqua bollente salata e aromatizzata (con aglio, cipolla, etc) togliete il pesce e sminuzzatelo bene con la forchetta, aggiungete la salsa di pomodoro, fate intiepidire e unite le uova mescolando bene.
  • A questo punto potete aggiungere ingredienti per renderlo più appetitoso: olive sminuzzate, basilico fresco, peperoncino, alici , capperi etc...
  • Ungete gli stampini monoporzione con del burro poi versate del pan grattato che andrà a ricoprire bene l'interno.
  • Suddividete il composto negli stampini, mettete a cuocere a bagnomaria (versate in un recipiente che li contenga un paio di cm di acqua , e adagiate le formine sul fondo) per circa 30/40 min a 180 gradi.
  • Lasciate intiepidire e sformate i vostri budini di pesce. Buona fortuna!
Vuoi condividere questa ricetta?

budino, Pesce, Ricette veloci


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (10)

  • e dai Nati, come fai a essere sicura che anche le piccole non mangeranno più pesce?
    non si può mai sapere!
    anche se condivido con te la paura che possa succedere: Ottavio al momento mangia di tutto, e soprattutto mangia volentieri frutta e verdura, mentre le cose che non gli piacciono sono poche (ieri ad esempio mi ha veramente schifato la polenta concia, non gradisce i sapori dei diversi formaggi fusi, ama lo stracchino nella focaccia di recco, la mozzarella e la ricotta, e il parmigiano diversamente declinato, ma per il resto……tant’è che abbinata la polenta a cavolo stufato lui mangiava molto più volentieri quest’ultimo!) e quindi il mio terrore è che un domani possa invertire la rotta…..
    ma del resto noi genitori che possiamo fare se non continuare a dare il buon esempio? mi piacciono questi budini, li proverò presto!
    bacioni dalla rediviva! MARA

  • Allora cara, ti avevo gia’ detto che Emilio ama molto il tuo blog (l’inappetente di casa, ma ha un deciso senso estetico). Questa sera gli ho fatto vedere il tuo budino, ”mamma così mangerei il pesce anche io”. Incastrato! Io domani lo faccio, metto di fianco anche il pesciolino di pane, ho la ciotola bianca con bordino blu… Eh sì, incastrato proprio. E vai! Ti sapro’ dire come é andata. Baci e avanti così

  • La mia risposta è Si, c’era bisogno, perchè magari così camuffato da forma e sapore le mie belvotte spero mageranno con più entusiasmo i filetti di merluzzo surgelati….
    Mi sà che alla fine mi toccherà farti una statua, dato che un GRAZIEEEE mi sembra un pò pochino ^_^

  • No, dai. Speriamo proprio che le tua piccole continuino ad amarlo il pesce. I miei figli per ora (11 e 9) lo apprezzano: al mare chiedono caciucco (e i commensali li guardano con tanto d’occhi) e quando si fa il pesce al sale certamente non avanza. Il piccolo, che generalmente è un po’ più difficile, adora gli spaghetti alla bottarga…
    Comunque, se un domani dovessero cambiare idea, ho sempre l’asso nella manica: il tuo budino di pesce!!
    Buona giornata e a presto!

    PS ti ho già fatto i complimenti per i tuoi video su Piccolini? Sei la mia preferita!

  • Beh.. almeno si piò provare! Andrea e Adelaide mangiano pesce, non spessissimo, ma piace abbastanza! Credo che anche questi budini possano piacere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency