Al mare, un invito a cena “under ten”

Metti che quella mattina ti va di scongelare un petto di pollo, a volte il sesto senso ci viene in aiuto, decidi anche di fare una spesa veloce al mercato dal fruttivendolo locale ed ecco che hai già le carte in regola per “parare” le eventuali richieste di inviti a cena di amichette delle“socievolissime” figlie che approfittano subito dell’assenza del loro papà per rimpiazzare la sedia, in questo caso il piatto, in tavola!

Devo ammettere che con le due prime figlie gli inviti erano all’ordine del giorno, la mia disponibilità era sempre totale e al massimo. La porta del cancelletto di casa era sempre aperta e il via e vai continuo, mi piaceva essere un punto di riferimento, coinvolgere le bambine in tante attività (non solo cucina naturalmente) e non temevo se si prolungavano fino a sera, si condivideva quello che c’era a disposizione in casa.

Ora sono stanca, ho finito di pensare di essere sempre uguale come allora, mi piacerebbe esserlo ma il tempo passa e si cambia,  ho bisogno di trovare il momento giusto per fare le cose e anche un semplicissimo invito a cena di un amichetta deve essere fatto nelle giuste condizioni, per non affannarmi stressarmi e correre inutilmente.

Adoro poi i bambini ricettivi, curiosi e interessati per quanto riguarda il cibo, (chi non lo farebbe lo so ma non è sempre così scontato immaginarlo) quelli che non si spaventano davanti alle novità, che assaporano esprimono il loro parere e consigliano pure 🙂
Giulia è stata perfetta, ma io già lo sapevo, ecco perchè ho preparato questo rotolo di pollo farcito su un letto di insalata mista tenera e saporita, sapevo che tutte quelle verdurine colorate e le erbe aromatiche che insaporivano la carne sarebbero state perfette e non avrebbero fatto rimandare l’appetito a lei e alle mie due figlie e questa per me è stata una grande soddisfazione.

Girelle di pollo farcito

4 Persone
Facile
30 minuti

Ingredienti

  • 1/2 petto di pollo (circa 3-4 etti)
  • 50 g di pancetta dolce a cubetti o a fette
  • 50-80 g di provolone
  • rosmarino e basilico (o le erbette aromatiche del vostro giardino)
  • 2 albumi di uovo
  • panko (pane per impanature giapponese) (che vale la pena di provare se si ha l'occasione di poter acquistare in un negozio di prodotti multietnici, se non lo potete reperire prendete del buon pane bianco in cassetta e seguite le mie istruzioni sotto.)
  • Insalatina da taglio freschissima
  • alcuni pomodorini
  • mais e peperoni per accompagnare la carne.

­Procedimento

  • Aprite a libro il petto di pollo, dividetelo in due e farcite la carne con la pancetta tritata e il formaggio che deve essere di buona qualità e saporito.
  • Arrotolate i due pezzi di carne e fermate con stecchini.
    Sbattete leggermente l'albume, unite le erbette tritate, salate, immergete la carne ben bene.
  • A questo punto la dovete ripassare nelle briciole di pane, se non avete potuto reperire il panko, potete provarne ad ottenere una copia altrettanto gustosa con delle fette di pane bianco morbido.
  • Io faccio così, metto il pane nel robot e cerco di ridurlo in fiocchi piccoli, poi lo passo un attimo nel forno appena acceso in attesa che raggiunga la temperatura giusta per cuocere poi la carne, e quando i fiocchi di briciole hanno perso l'umidità li tolgo subito, devono rimanere chiari e croccanti.
  • Ecco qua il vostro panko casalingo, con il quale ci potrete impanare tutto, in questo caso i nostri rotoli di carne facendo anche una leggera pressione.
  • Adagiateli ora su un foglio di carta da forno leggermente unto e cospargete con un filo di olio anche la superficie della carne.
  • Cuocete per circa 30 minuti.

Note

Potete preparare anche in anticipo, come ho fatto io, e riscaldare al momento di servire o anche portarlo in tavola freddo. Io ho poi tagliato la carne a rotolini e accompagnato con questa bella insalata che è stata apprezzata moltissimo da tutte.
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, estate, formaggio, pollo


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (12)

  • Secondo me tu vieni da un altro pianeta. Con questo caldo continui ad inventare e soprattutto poi cucinare senza sosta pranzetti gustosi.. Complimenti. Baci

  • Nel post precedente in risposta a Lucyinvacanzadaunavita hai detto che alcune volte non ti senti una foodblogger perché non menzioni ingredienti strani….beh….sicuramente sarò ignorante io, ma il panko non lo avevo mai sentito, come ignoravo l’esistenza di altri ingredienti che grazie a te ho conosciuto….magari non sempre potuto usare perché dalle mie parti non li ho trovati, però intanto ho scoperto cose nuove!!
    Ti ammiro anche che continui a sperimentare…non è da me, ma questo caldo mi ha un po’ abbattuta, sono un po’ indietro con lo sperimentare le tue ricette…ma passo di qua sempre molto volentieri e virtualmente ne assaggio un boccone!!! 😀
    Mi sono dilungata troppo, come sempre!!! 🙂
    Bye Bye e Baci!!!

  • scrivo poco ma passo sempre a leggere post e commenti!!! quanto ho invidiato le tue scatole delle meraviglie……tra 2 giorni parto per il mare….buone vacanze a te e a tutte le amiche che passano da qui!!! e grazie per tutto

  • @Mannu: BENTORNATAAA!!! Tu sicuramente per motivi più seri…ma con questo caldo siamo tutti un po’ sottosopra!!
    Un Abbraccio!
    Bye e Baci!!

  • Avatar

    Chiaramannaperamica

    Mannuuuu,che bella sorpresa!!!! come stai-state??? ci manchi……
    La “beata” in questione è la mia Giulia…è tornata a casa tutta soddisfatta del meraviglioso pranzetto preparato da Natalia…mi ha detto ” ho fatto il bis,il tris ed il quatris” ahahaha
    Baci
    A presto

  • @Mariagrazia – e se ti dicessi che mi annoio pure??? fatti sentire che ti aspetto!

    @Stef – le bimbe si sono leccati i baffi!!

    @Patrizia-Lo sai che la tua presenza mi incoraggia sempre!!! mi fa piacere se anche nella semplicità le mie ricette riescono ad introdurre ogni tanto ingredienti nuovi, so che ci sono poi difficoltà a volte per la loro reperibilità ma quando capita l’occasione almeno non vi voglio impreparate 🙂

    @Loredana Brianza – grazie loredana sei sempre molto cara, buone vacanze anche a te !

    @Letiziando – 🙂

    @Mannu – eilà sorellina, ben ritrovata qui nel blog, lo sai che se mi vieni a trovare ne trovi uno anche per te vero???? baci a tutti

  • allora, io ho fatto un casino perché ho saltato mezza ricetta (un paragrafo), poi ho messo il forno a 100 invece che a 200…insomma ho buttato in padella due fettine di maiale e il pollo l’ho tenuto per oggi. Siccome si era seccato tantissimo, l’ho ripassato in padella con un dito di brodo, ed era perfetto.

Rispondi a Stef Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency