vasi con rose di brisè

Ehm,questo è tutto il mio pollice verde…

Praticamente non esiste!
Lo ammetto e lo confesso , da me le piante muoiono tutte, sopravvivono solamente quelle infestanti, e quelle grasse che si autogestiscono se trovano l’ambiente giusto, ecco perchè preferisco quando mi regalano i fiori, quelli dopo un paio di giorni lasciano con onore il mio vaso ed io di loro ho solo un bellissimo ricordo!
Cinica? Insensibile? Fate voi, ma qualche difetto o mancanza la dovrò pure avere 😉

A parte gli scherzi, non sono da questo punto di vista figlia di mia madre che mantiene in vita anche il più delicato ramoscello o stelo o forma di pianta, ma tanto so che mi vuole bene lo stesso e che in altre cose mi riconoscerà come mia figlia vero mamma?

Sapete quando vado in crisi per questo mio mancato pollice verde? Quando la mie bambine devono far spuntare o coltivare o mantenere in vita semini per svolgere quelle tanto “amate “ attività scolastiche grrrrrr. Ecco che allora insieme a loro ci cimentiamo in semine, rinvasi, innaffiature a mio malincuore perchè nutro sempre dubbi e patemi sulla loro buona riuscita. Questa volta per ovviare a qualche possibile delusione con l’ennesimo lavoretto di giardinaggio ,agli scout hanno dato da seminare cose minuscole con un nome di fiore ,ho intrapreso con loro parallelamente un altra attività dal carattere floreale.
Avevo in frigorifero un foglio di pasta brisè in scadenza, così utilizzando i vasetti di coccio con le bimbe ho fatto queste roselline che abbiamo portato in tavola sia per decorarla e poi anche per mangiarle insieme al resto della famiglia.
Questo intanto è stato un successo, facile lo so, ho giocato in casa, in attesa però che spunti qualcosa da quegli altri vasetti, rimango in trepidante attesa e vi prometto che vi terrò aggiornati.
A proposito voi avete il pollice verde?

Se volete vedere altre ricette andate sul sito dei Piccolini , per voi ho preparato un buonissimo e velocissimo Pollo alle mandorle

2014.02.02_cucina_secondo.JPG.620x400_q95_crop-smart

e dei gustosi grissini integrali  da preparare con i vostri bambini

2014.02.03_cucina_snack.JPG.620x400_q95_crop-,0

vasi con rose di brisè

Vasi con rose di pasta brisè

4 Vasetti
Facile
15 minuti

Ingredienti

  • 1 foglio di pasta brisè
  • pecorino grattugiato
  • pepe nero
  • 1 uovo per lucidare

­Procedimento

  • Appiattite ancora un po' il foglio di pasta brisè.
  • Con stampini a cerchio ricavate tre dischi per fare le roselline è facile: sovrapponete leggermente i tre dischi, spolverate di pecorino e pepe(non molto giusto per dare un po' di sapore) poi arrotolate.
  • Tagliate a metà il cannolo che avete ottenuto ed ecco due rose già fatte stringendo leggermente la loro base.
  • Proseguite fino ad esaurire la pasta magari utilizzando cerchi di diverse misure.
  • Sistemate sul fondo del vasetto un po di carta stagnola appallottolata per alzare la base, fate un cono con la carta da forno e adagiatelo in modo che aderisca bene intorno alle pareti del vasetto così le rose si staccheranno meglio.
  • Mettete le roselline, lucidatele con l'uovo sbattuto e fate cuocere per circa 10/15 minuti a 180 gradi.
Vuoi condividere questa ricetta?

addobbi, centrotavola, decorazioni, Ricette light, Ricette veloci, Vegetariane


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (8)

  • Che carine!!
    Queste almeno sono utili, si possono mangiare!! 🙂
    Anche io ho una mamma come la tua!! Diciamo che per ora mi limito a guardare, apprendere i nomi delle varie piante e mi cimento solo con i bulbi, quelli non hanno molto bisogno di cure! La mia occupazione fissa sono i giacinti che metto nell’acqua e che in questo periodo stanno sbocciando emanando un buon profumo in cucina! 🙂
    Buon inizio settimana!
    Bye e Baci!

  • Fantastiche queste roselline! Io invece ho la mami come te ah ah per fortuna almeno in questo non sono come lei…io con le piantine ci parlo e un po’ “ascoltano” :)! Ho un terrazzino con esposizione a sud quindi in pieno sole e le piante fiorite che vorrei tenerci invece non trovano il loro ambiente ideale…ma ho fatto resistere il mio profumato gelsomino anche a basse temperature tze!!! Bacioni luisa

  • Natalia io ci ho messo tanto ad imparare, mia mamma era favolosa, gerani bellissimi, fiori di tutti i colori, piante che ho ancora in giardino bellissime, quando lei e’ mancata mi sono messa con tanta volonta’ ed ho imparato, ci vuole tanto lavoro e molta attenzione, tu fai gia’ tanto a casa con le bimbe e con tutto il resto e in cucina sei unica quindi non preoccuparti, prenditi se hai il giardino un bel giovane giardiniere, 🙂 i tuoi vasetti sono deliziosi, un bacione grande e alla prossima, con affetto Laura.

  • Hai presente il pollice nero, ma proprio nero nero pece? Eccomi! Mio marito dice che riuscirei ad ammazzare pure i fiori finti…vediamo che combino con questi goderecci!

  • Qualche anno fa il mio pollice era di un bel verde smeraldo, poi sono arrivati i figli, gli impegni, i lavori, le case (a casa mia tutto è doppio perfino la casa…) ed il mio pollice è diventato di un bel marroncino…come le foglie delle mie pianticelle…passate all’ultimo posto delle mie priorità.
    Cerco di mantenerle in vita fino all’ultima foglia…ma a volte il destino infausto ha la meglio…^_^
    Perciò il giorno in cui mi sentirò particolarmente “verde” mi cimenterò nella “coltivazione” delle tue rose.
    Come sempre sei un passo avanti a tutti…besos

Rispondi a Stef Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency