• Home
  • Dolci e Torte
  • Torta al cioccolato senza pesare, avete un cucchiaio, usate quello!!!
torta al cioccolato senza pesare gli ingredienti

Torta al cioccolato senza pesare, avete un cucchiaio, usate quello!!!

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Qualche giorno fa, mi chiama Chiara mia figlia, è da un amica che abita a Roma, studentessa fuori sede, vogliono fare un dolce ma non hanno la bilancia e mi chiede se ho qualche ricetta nel blog che si può adattare. Ci penso un po’ su ma mi rendo conto di non poter venire in loro aiuto su tempodicottura non c’è niente, così , al volo, cerco subito di rimediare e le ricordo la ricetta dei 7 vasetti.


Dopo poco mi richiama, non hanno lo yogurt, va bene , che sarà mai , usa un bicchierino, metti il latte al posto dello yogurt, no non possono , hanno solo della ricotta, ok può andare usa quella mettila in un bicchierino e procedi. Silenzio per un’oretta poi mi arriva un messaggino : ce l’hanno fatta, il risultato è stato soddisfacente e il soccorso ha dato i suoi frutti.

Questa situazione mi ha fatto riflettere, in effetti devo inserire qui sul blog ricette semplici che non richiedono bilance o attrezzature particolari così chi si trova a passare di qui e non è particolarmente attrezzato in cucina può comunque trovare spunti e idee per preparare qualcosa.
Comincio dai dolci, lo sapete che sono golosa e sono preparazioni che in genere si fanno con l’aiuto della bilancia; questo è un esempio di ricetta che va contro le regole della pasticceria dove ogni ingrediente dovrebbe essere meticolosamente pesato per partecipare al meglio al risultato finale.

Io amo le sfide e invito anche voi a provarla, un dolce al cioccolato senza uova ne latte, con olio extravergine di oliva, non vi servirà la bilancia ma solo un bicchiere e un cucchiaio da minestra, basta dirvi che le mie figlie l’hanno decretata la torta al cioccolato più buona che hanno mangiato fino ad ora, perchè rimane morbida umida e cioccolatosa. L’ho fatta due volte per testarla bene prima di proporvela e ci siamo “immolate” per voi rimandando così la prova costume ahimè 🙁

Vi ricordo il mio libro in versione digitale, se non ne avete ancora sentito parlare potete recuperare questa “brutta faccenda” andando a questo post
dove troverete un po’ di chiacchiere a proposito 🙂

Qui invece nel sito de I Piccolini, vi propongo un classico dei classici ma alleggerito dallo yogurt, la bavarese alle fragole , provatela ne vale davvero la pena!

2014.05.03_dolce2.JPG.620x400_q95_crop-smart_upscale

torta al cioccolato senza pesare gli ingredienti

Torta al cioccolato senza pesare

1 Tortiera
Media
50 minuti

Ingredienti

  • 1 tortiera da 24 cm di diametro
  • 15 cucchiai colmi di zucchero (circa 400g)
  • 15 cucchiai molto colmi di farina (circa 400g)
  • 5 cucchiai colmi di cacao amaro (un pacchetto da 75g)
  • 2 bicchieri da vino, non enormi, pieni di acqua ((anche latte per averla più saporita, circa 400g))
  • 1 bicchiere da vino scarso di olio extravergine leggero (anche di semi bio)
  • 2 cucchiai rasi di aceto bianco di vino o di mele
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 tavoletta di cioccolata fondente (100g)

­Procedimento

  • In una ciotola mettete la farina il lievito setacciato, lo zucchero, il cacao e mescolate bene.
  • In una altra ciotola mescolate l'acqua (o il latte) con l'olio e l'aceto.
  • Tritate grossolanamente il cioccolato ed unitelo alla miscela di farina.
  • Versate i liquidi e amalgamate senza lavorare troppo.
  • Versate in una tortiera da 24 cm di diametro ben imburrata o rivestita da carta da forno precedentemente bagnata e strizzata.
  • Cuocete a forno statico a 180 gradi per circa 50 minuti (così il tempo di cottura nel mio forno ma voi controllate prima con uno stecchino)
Vuoi condividere questa ricetta?

cioccolato, senza latte, senza uova, torta


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (38)

  • Ciao Natalia,
    l’uso dell’aceto mi incuriosisce. Che funzione avrebbe in un dolce? E che tipo di aceto ? (bianco , di mele…balsamico non credo proprio ;.)). Immagino che alla fine non si senta il sapore di aceto, vero?
    Fammi sapere e poi procedo con questa bella ricetta.
    Francesca

  • @Francescad- L’aceto serve per fare reagire meglio il carbonato di sodio (presente nel bicarbonato e anche nel lievito per dolci) che necessita una sostanza acida per sviluppare la lievitazione. Anche la produzione industriale nelle bustine di lievito che usiamo abitualmente ha inserito in polveri le due sostanze, però un aiuto in più non guasta soprattutto quando vogliamo essere sicuri di avere una bella “crescita” dei nostri dolci. in questo caso poi grazie alla presenza del cioccolato non sentiremo nemmeno il sentore acidulo dell’aceto, se hai in casa quello di mele è meglio ma io l’avevo finito (qui lo usiamo per fare tutto anche pulire e lavare il cane, )quindi ho usato quello di vino. baci e fammi sapere!!

  • Ho del cioccolato fondente che non sapevo come utilizzare, la proverò sicuramente! Pur non essendo una patita di torte al cioccolato questa mi ispira! 🙂
    Brava a Chiara che ti ha dato lo spunto per elaborare questa ricetta!
    Bye e Baci!

  • Grazie Natalia x esserti “sacrificata” per noi…bhe visto che a me la prova costume non interessa, la pancetta da mamma e la cellulite me le tengo (la palestra la faccio tutti i gg con i piccoli, anche se non serve x la forma fisica vera e propria, ma intanto chissene…), tengo presente questa ricettina x le vacanze al mare, dove appunto in casa non ho tutta l’attrezzatura classica da città, per una colazione coccolosa ;)! Vado a leggere il post del libro :(! Ciao ciao Luisa

    • @Mamilu-luisa : esatto questa è pratica proprio per questo, ora ne sto provando altre e devo dire che per queste torte classiche casalinghe la bilancia in molti casi non serve. come facevano le nostre nonne??? un abbraccio e buona ginnastica!!!

  • Uhmmm che deliziaaaa
    Ultimi giorni di scuola, ultimi impegnatissimi giorni, non c’è di meglio di una fetta fetta di torta per coccolarsi, non una semplice torta ma una fetta di torta “ciocco-light”.
    Ti ringrazio Nat e ringrazio anche le tue ragazze per esservi immolate alla nostra causa, immagino l’enorme sacrificio 😉
    …ricetta RUBATAAAA!!!!
    Besos

  • Venerdì devo portare una torta per il mercatino scolastico della classe di Anna… la torta la vuole fare lei, avevo pensato alla tua torta arcobaleno… ma anche questa mi pare una bella idea!

  • Ciao Natalia, ispira molto questa torta ma c’è una cosa che mi preoccupa: 400 g di zucchero!!!!
    Uffa mio marito , povero, è diabetico…..se la faccio poi devo farla sparire immediatamente !!!!!!!!!!!!!!!!
    Secondo te serve proprio tutto quello zucchero? Posso sostituirlo col fruttosio, magari anche usandone un po’ meno??
    Dimmi di si ti prego!
    Ciaooooooo

    • @Federica – non so usare il fruttosio quindi in questo caso sei più pratica tu. non è poi tanto diversa la quantità di zucchero per le altre torte, se pensi a una quattro quarti ad esempio ci va la stessa quantità di zucchero, farina uova e burro, qui per esempio non ci sono uova e la quantità di grasso è decisamente inferiore… puoi provarne a mettere un po’ meno ma io non scenderei sotto i 50g.

  • Ulallalà che meraviglia di prima mattina! Io ADORO le torte al cioccolato, di ogni tipo e forma!!!
    voglio provare anche io senza bilancia. Non sono una cima nei dolci e in genere peso tutto al milligrammo, quindi il metodo cucchiaio è altamente destabilizzante per una come me ma insomma, vuoi mettere l’adrenalina in una sfida???
    Una domanda.. si presta ad essere tagliata e farcita con creme? O resta talmente morbida da rischiare di rompersi?
    Grazie un bacio e a presto
    Pat

    PS: ma vieni a Milano o zone limitrofe??? questa volta se lo so prima mi organizzo e vengo a conoscerti!!! Una donna un mito! :*

    • @Patrizia A. – non essendoci le uova tende a rompersi ed ho paura che tu non riesca a tagliarla a metà, ma ci puoi sempre provare con tanta pazienza! un bacio

  • BELLISSIMA!!! Da provare.. Ho visto nel tuo sito la torta al cioccolato con le zucchine frullate e volevo chiederti se è possibile eseguirla con i pezzetti di verdura anziché il frullato.. (pigrizia). Sarà la stessa cosa alla fine? Mi piacerebbe provare questi abbinamenti strani.. Prima però il tuo consiglio!!!

    • @debora : le puoi anche grattugiare , il le ho frullate per nasconderle del tutto, non ti consiglio di lasciarle a pezzetti perchè secondo me non sono piacevolissime da ritrovarsi in bocca!

  • Bellissima ricetta! adoro quelle così, che non sporcano mezza cucina e che si fanno in un attimo appena prende la voglia di qualcosa di buono…mi piace molto cucinare ma il tempo è sempre pochissimo perciò grazie grazie grazie per tutte queste ricette veloci!
    Non vedo l’ora di comprare il libro! (cartaceo….dopo tutta la giornata in ufficio davanti al pc mi rilassa proprio sfogliare un libro e mettere i “segnini” alle pagine con le ricette da provare!)
    Irene

    • @Irena – anche io odio sporcare troppe cose, e amo le cose fatte al volo 🙂 il libro cartaceo offrirà un po’ meno di quello digitale, dal momento che non è possibile fare entrare tutte quelle ricette in 150 pagine, non voglio mica realizzare un “tomo” di 300 pag… ma sarà ugualmente ricco e divertente… un abbraccio e grazie

  • Buonissima!! L’ho provata ed è straordinariamente buona e facile da fare!! Si sforma alla perfezione quindi può essere anche una base perfetta per essere decorata. Grazie ancora Natalia per avermi regalato un’altra delle tue fantastiche ricette. Ti seguo da anni e non mi deludi mai
    Cecilia

    • @cecilia – pensa che mia figlia Chiara e i suoi amici non fanno altro che farla e rifarla, diciamo che questa ricetta è stata centrata!!! grazie mille per i complimenti , sappi che mi hai reso molto felice!

  • ciao,
    io l’ho provata, ma volevo avvertire che a me 15 cucchiai (da minestra) colmi corrispondono ad un max di 200g sia di zucchero che di farina (in effetti mi sembravano strani i 400gr…). poi usando 200gr di farina sarebbe meglio usare mezza barretta di cioccolato fondente, altrimenti diventa un (buon) mattone… ;-(

  • @flaminia – che strano , io ormai questa torta l’ho fatta e rifatta come anche Chiara mia figlia che ne ha fatto il suo cavallo di battaglia, sarà forse una differenza di cucchiai? certo che se a te corrispondono alla metà è normale usare anche la metà del cioccolato fondente. Ho visto sopra che Cecilia l’ha fatta senza problemi, e a questo punto non so che dirti! mi spiace

  • Ciao Natalia, ti chiedo un consiglio anche per questa torta che, come il rotolo con ganache al cioccolato, vorrei preparare per la festa di compleanno di mio figlio…potrei versare l’impasto nei pirottini e trasformare la torta in…muffins al cioccolato? 😉

  • Sono una giovane ragazza che vive a Londra e purtroppo nella casa che ho affittato non vi era alcuna bilancia, ma avevo voglia comunque di coccolarmi un po, essendo che amo le torte.
    Ho trovato quindi questa ricetta un po’ a caso, navigando alla ricerca di qualcosa di buono, di veloce e che non richiedesse troppi strumenti.. ed eccomi qui!
    Ho provato la torta ieri, solo che al posto del cacao in polvere ci ho messo 3 bustine di Ciobar (stessa quantità quindi) e ne sono rimasta ESTASIATA!
    Grandissima ricetta, complimenti! Anzi, se ne ha qualcun’altra che non prevede l’uso della bilancia e dello sbattitore elettrico sarebbe perfetta! 🙂
    Grazie mille!!!!

    • @sara – che bello, sono proprio contenta di questo successo, ho pensato proprio a situazioni del genere quando ho approntato questa ricetta, ok farò tesoro del tuo consiglio e dopo le feste inserirò altre ricette come questa! grazie per il tuo entusiasmo. A presto

  • Ciao!! Ho fatto in passato questa torta strepitosa e volevo replicare, ma ho perso la ricetta e noto soltanto adesso che nemmeno qui si riesce a leggere….Ti prego aiutami! Un salutone e grazie davvero, Giulia ???

  • ciao ho provato a fare la torta, il sapore è buonissimo ma si frantuma…. me lo aspettavo visto che non c’è un legante ma così la posso fare solo per casa mentre è talmente buona che mi sarebbe piaciuto “esportarla” a qualche festa…. può dipendere dall’aver messo limone invece di aceto? oppure l’ho tolta dalla tortiera troppo calda? grazie e complimenti!

    • @raffaella- senza uova diventa meno compatta ma attenzione alla cottura, magari il tuo forno ha cotto in minor tempo ed è stata lasciata troppo, in questo modo si secca ancora di più- poi certo andrebbe sformata da fredda.

      • ciao Natalia grazie della rispsota! Nel frattempo la torta è talmente buona che l’ho fatta e rifatta… finalmente ieri mi è venuta bella “ammattonata” come piace a me! Ora che non si sfrantuma più le mie bimbe la mangaino più facilmente!! Ho sostituito due cucchiai di farina con due di fecola di patate! Grazie infinite!

  • Complimenti, fatto la tua torta, ottima ed approvata dalle figlie, una delle quale ha voluto la ricetta. Io non amo le torte al cioccolato, però
    le faccio ben volentieri oggi ho messo anche le pere. Cosa potrei usare in alternativa al cioccolato. Grazie.

Rispondi a federica Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency