Mezze maniche di pasta fresca ripiene di ricotta e funghi porcini

Alla prova del cuoco: Mezze maniche di pasta fresca ripiene di ricotta e funghi porcini

Ho bisogno di amare ancora di più: di coccolare, di essere più gentile, più comprensiva, più paziente, più generosa, di stringermi con la mia famiglia, di sentirla tutta, di averla sempre di più accanto a me e perchè no, di cucinare per loro.

Mai come in questi giorni sento il desiderio di occuparmi delle mie figlie, di mio marito, di pensare ai miei genitori a mia sorella ai miei nipoti, di rendermi conto del bene che ho ricevuto, di quanta ricchezza, di come è bella la mia vita.

Ci vuole coraggio anche di gridare: quanto è bella la vita!

Nonostante l’uomo faccia di tutto per deturparla, ma bisogna andare avanti diventare forti ed essere sempre più presenti e partecipativi, anche per chi non è più fra noi!

Stamattina in trasmissione mi è salito un nodo alla gola; non riesco a trattenere le lacrime sia di gioia che di dolore, i miei sentimenti escono sempre allo scoperto anche quando vorrei tenerli dentro, così nel ricordare tutti quei giovani a Parigi e poi in modo particolare Valeria entrata in questi giorni nelle nostre case con quel dolce sorriso e quegli occhi grandi e luminosi ecco, sono stata invasa da un sentimento di sgomento, tristezza e dolore.
Mettermi a cucinare, presentare la mia ricetta, quella che spesso faccio in casa con le mie bambine, quella che porto in tavola quando voglio preparare qualcosa di speciale e di buono, ecco dicevo, mettermi a cucinare mi ha allontanato quei pensieri almeno per quel momento e sono riuscita ad  andare avanti.

Queste mezze maniche si prestano a tanti tipi di farciture, vi ricordate quando le ho preparate con ricotta e spinaci qui sul blog ? Ecco oggi la variante è ai funghi, ma immaginatele anche con la zucca, i broccoli, insomma a voi la scelta ricordatevi di aggiungere sempre un uovo nel ripieno che desiderate e tanto formaggio grattugiato. Fate i vostri esperimenti e raccontatemi cosa preferite.
In trasmissione ho condito questo piatto con salsa di pomodoro insaporita con una cipolla tagliata a metà e tolta a fine cottura, qui nel blog invece ho condito le mezze maniche con dei funghi pioppini saltati in padella con olio e aglio e aggiunta di peperoncino fresco e prezzemolo alla fine. Una bella spolverata di formaggio parmigiano e il piatto è servito.

Mezze maniche di pasta fresca ripiene di ricotta e funghi porcini

Mezze maniche di pasta fresca ripiene di ricotta e funghi porcini

8 porzioni
Media

Ingredienti

  • 4 uova
  • 400 g di farina 0
  • 500 g di ricotta di pecora
  • 150 g di formaggio grattugiato (grana)
  • 40 g circa di funghi porcini secchi
  • 1 uovo
  • 1 scalogno
  • 300 g di funghi pioppini
  • 1 spicchio di aglio
  • peperoncino rosso dolce
  • formaggio grana da fare in scaglie
  • prezzemolo

­Procedimento

  • Preparate la pasta impastando le 4 uova con la farina.
  • Mettete in ammollo i funghi in abbondante acqua tiepida fino a quando non si saranno ammorbiditi.
  • Scaldate un po’ di olio e aggiungete lo scalogno tritato, fatelo appassire e unite i funghi fatti a pezzettini, portate a cottura aggiungendo se occorre un po’ di acqua di ammollo dei funghi, precedentemente ben filtrata salate e pepate.
  • Mescolate alla ricotta il formaggio, l’uovo e i funghi e preparate così il ripieno per le mezze maniche.
  • Prendete un pezzo di pasta e tiratelo con l’aiuto della macchinetta o con l’uso del mattarello. Ricavate una striscia larga circa 5/6 cm, inserite il ripieno in una tasca da pasticcere e fate fuoriuscire la ricotta lungo il bordo della pasta.
  • Arrotolate fino a formare un cilindro ripieno tagliate e suddividete in tanti tronchetti. Infarinate leggermente e continuate fino ad esaurire gli ingredienti.
  • Preparate il condimento: rosolate lo spicchio di aglio con abbondante olio extravergine di oliva, versate i funghi pioppini ben puliti e fate cuocere aggiungendo un po’ di acqua, se occorre, dovete mantenere morbida la salsa.
  • Bollite abbondante acqua in una pentola, salate, versate la pasta, muovete delicatamente con un cucchiaio di legno per non farla attaccare al fondo e aspettate che salga a galla, da questo momento attendete pochi minuti.
  • Scolate con un mestolo forato e tuffate direttamente nel condimento. Servite con le scaglie di grana e prezzemolo tritato.

 

Vuoi condividere questa ricetta?

funghi, Pasta, pasta fresca, Vegetariane


Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (4)

  • Eccomi anche io qui…
    velocemente scrivo prima di andare a letto… anche me sta capitando così… ho fato marmellata di arance carote e mele.. ho fatto per la prima volta la pizza che vabbé … ho preparato le carote saltate con semi di sesamo per mamma… e domani farò pane e torta di mele… perché anche io come te voglio stare con chi mi fa stare bene..
    un abbraccio Nat. e grazie per la ricetta che farò subitissimo con zucca e broccoli… pure assieme, perché arancione e verde stanno troppo bene assieme!
    TI VOGLIO BENE!
    MANU

  • Tutti basiti, senza parole.
    Tutti con gli occhi sgranati.
    Tutti a chiederci perchè.
    Tutti a stringere i nostri cari pensando di abbracciare quelle persone che inconsapevolmente hanno perso la vita in modo così insensato.
    Anche un piatto, un dolce fanno bene al cuore ed all’anima….
    Grazie Nat della tua ricetta di famiglia.
    Un abbraccio anche a te…

  • Ciao, condivido in pieno le parole che hai scritto. Ho provato la stessa sensazione! E anche io in questi giorni sto “coccolando” la MIA famiglia, nonostante il lavoro e la vita frenetica.
    Un abbraccio!

  • Con la raccolta delle olive non ho avuto molto tempo per aggiornarmi! Però la febbre e la mancanza di voce mi hanno costretta a casa e sabato mattina non credevo a quello che stavo sentendo in tv! Anche se sono ancora senza voce non posso non dire quanto sia brutto tutto ciò che è successo, però come hai detto tu, la vita va avanti, va vissuta ancora più intensamente! Anche il tuo blog può contribuire a rallegrare e far rasserenare i nostri animi!
    Un abbraccio a te,alla tua famiglia e anche a tutte noi che ti leggiamo, che siamo diventate un po’ una famiglia allargata!
    Bye e Baci!

Rispondi a BARBARA Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency