Le ciambelline fritte : con le patate sono ancora più morbide!

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Mi piacerebbe molto essere ricordata un giorno anche per questa ricetta. Ciambelle fritte, soffici soffici, che solo a guardarle mettono il buonumore, tutte ricoperte di zucchero che per i golosi non è mai abbastanza (Elisa tiene sempre vicino a sè una ciotolina con un cucchiaio di zucchero per le sue). Come mi piace vedere la mia famiglia che apprezza questa fatica, si perchè non è una ricettina veloce veloce. Ci vuole tempo e pazienza, ma quello che dedichiamo alle persone care non è mai sprecato, perchè è qualcosa che facciamo con tutto l’amore possibile. L’unico avvertimento che mi sento di dare è che sono letteralmente una DROGA. Preparatele solo quando siete abbastanza forti per dire “adesso basta”! Una tira l’altra e non sarà facile poi smaltire le loro calorie!:)

Le ciambelle fritte

100 Ciambelline
Facile
50 minuti
15 minuti

Ingredienti

  • 400 g di farina o più se serve
  • 400 g di patate lessate
  • 100 g di olio di semi
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova intere
  • 1,5 cubetti di lievito di birra (sciolto in poco latte)
  • buccia di limone grattugiata
  • zucchero semolato

­Procedimento

  • gli ingredienti sono per una marea di piccole ciambelle, circa 100, ma se volete velocizzare il lavoro potete anche farle più grandi.
  • Sciogliere in una ciotola con il latte il lievito, unire le uova, l’olio e lo zucchero, mescolare bene. Amalgamare la farina alle patate schiacciate, aggiungere la buccia di limone e versare il composto dei liquidi.
  • Si deve ottenere un impasto morbido, ma che si possa lavorare bene, quindi se sarà necessario aggiungere altra farina. Formare una palla, coprire e lasciare lievitare in un posto riparato per circa un ‘ora e mezzo.
  • Quando sarà il momento, infarinare abbondantemente il piano di lavoro, prendere un po’ di pasta, stenderla con delicatezza raggiungendo mezzo cm di spessore se volete farle piccole (tenetele più spesse se decidete di farle più grandi).
  • Con un tagliapasta rotondo ritagliate le ciambelle facendo ovviamente un buco al centro con un altro stampino ( un tappo di bottiglia di plastica va benissimo).
  • Lasciare riposare 15/20 min, poi friggerle in abbondante olio di arachidi, farle asciugare bene appoggiandole su carta da cucina e passarle nello zucchero semolato.

Note

Sarà duro occuparsi delle ciambelle e contemporaneamente delle richieste dei vostri cari che non appena sentiranno il profumo accorreranno per rubarvele dietro alle spalle! Buona scorpacciata!
Vuoi condividere questa ricetta?

ciambelle, colazione, Feste, fritti, merenda


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (27)

Rispondi a Artusi’s potato cake from a century old recipe | Juls' Kitchen Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency