Gnocchi di ricotta e spinaci…a casa mia “palle verdi!”

Finalmente grazie a questa ricetta posso accontentare tutti: chi è a dieta ma vuole giustamente mangiare qualcosa di buono e saporito,chi ha poco tempo per cucinare ed è alla ricerca di piatti semplici che possano avere successo,chi nel suo menù vuole solo alimenti genuini,cotture leggere,chi è piccolo e curioso e desidera mangiare come i grandi…insomma…sto per proporvi una ricetta che sicuramente non vi deluderà!XD…

Io,poi,sono ancora più soddisfatta perchè mi hanno regalato la famosa ricotta…e almeno in questo modo inizio a utilizzarla…

Gli gnocchi di spinaci

5 Porzioni
Facile

Ingredienti

  • 400 g di ricotta (di mucca o di pecora)
  • 300 g di spinaci surgelati (o la bietola)
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 40-50 g di parmigiano
  • 2 cucchiai di pan grattato
  • sale
  • pepe
  • farina qb

­Procedimento

  • Lessare o cuocere direttamente in un tegame, in questo caso con un pò d’olio e uno spicchio d’aglio gli spinaci, farli asciugare bene e frullarli.
  • In una ciotola amalgamare la ricotta, le uova, il formaggio aggiustare con sale e pepe (se non lo mangiano i bambini), aggiungere gli spinaci, mescolare bene e lasciar riposare in frigorifero per una mezz’ora o più.
  • Poco prima di cuocerle, preparare le palline di ricotta infarinandole bene, tuffarle nell’acqua bollente salata con l’aggiunta di un goccio d’olio. Quando verranno a galla saranno pronte.
  • Sistemarle in piatti individuali o in una pirofila, condirle con burro fuso e parmigiano (con sugo di pomodoro…se le volete più leggere).

Note

Consigli: potete cuocerle anche qualche ora prima, condirle con un pò di burro, metterle in frigo e poco prima di servirle passarle nel forno caldo con fiocchi di burro e formaggio.

Vuoi condividere questa ricetta?

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (9)

  • Gli gnocchi di patate mi vengono abbastanza bene… quelli agli spinaci non li ho mai provati.
    Quello che mi frega è la farina: è così variabile, che certe volte restano troppo morbidi, e altre volte perfetti.
    Una volta ho provato a farli con la zucca, e ho messo così tanta farina che erano praticamente dei mattoni da mezzo chilo ciascuno. Immangiabili! ahhaaa

  • per me mammafelice come cuocacostretta (io) ti fa notare che quanto basta a volte non basta.
    Da quando visito i vostri blog (mamme felici, mondi vari, articoli post parto , consigli applicati all’esperienza di tutti i giorni in cucina e nel cucito) ho cambiato abitudini: so cosa comperare quando faccio la spesa e come comportarmi a casa! E dite poco?? Yes we can. Thanks

  • @mammafelice- la farina la devi usare solo quando hai fatto le palline, ricoprile ben bene, falle diventare tutte bianche e il gioco è fatto, non devi aggiungerne altra. anch’io una volta ho fatto dei mattoncini..di cemento armato, quando ho provato a fare gli gnocchi di castagne, beh cose che capitano!!
    @mannu- mi fa piacere, un caro saluto

  • ecco la mia cena di stasera! La mia piccola fa ancora fatica coi colori…li guarda con sospetto anzichè esserne incuriosita…ma il grande sono certa che apprezzerà.
    Domani vi dirò come è andata.
    Una cosa…si riesce ad introdurre uno “stampa ricetta” nella pagina?

    Grazie per la ricetta..arrivata direi in temporeale!
    Non voglio dimenticare stavolta di fare i complimenti al
    FOTOGRAFO..LO “SCENOGRAFO” E IL CURATORE DEL SITO!
    COMPLIMENTI A TUTTI

  • @ roberta- per “stampa ricetta” devo chiedere al mio amico Giulio che
    in questo periodo mi ha fatto fare gli esercizi (per non dire che mi ha un po’ abbandonata), dice che è facile e che posso fare da sola?!?
    Per quanto riguarda gli altri complimenti me li prendo tutti io, quindi grazie
    ciao robby a presto!

  • belle le palline verdi.
    prima di preparare questa ricetta
    voglio sapere come è andata la cena di roberta.
    Eh!! Eh!! Eh!!!sembra facile!
    ciao Emy

  • ora stampo immediatamente questa ricetta, compro gli ingredienti nei quantitativi suggeriti anche se poi mangio tutto io… e mia mamma cucinerà tutto… grazie e continua così

  • Ho provato a fare le tue “palle verdi” e sono venute buonissime! Grazie da parte di tutta la famiglia…
    p.s. Esiste un tuo libro di ricette? Se si potresti dirmi il titolo? Se no…che aspetti??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency