La minestra di orzo e lenticche

Povero Babbo Natale, con tutto il lavoro che deve svolgere in questi giorni…una bella minestra calda se la meritava davvero! In fondo si è fermato solo pochi minuti, il tempo di mangiare e apprezzare le qualità di questa preparazione.
I suoi ingredienti principali sono dei veri e propri “toccasana”per il nostro organismo.

La zucca ha proprietà sedative, rinfrescanti , lassative, diuretiche e antiinfiammatorie intestinali. L’orzo è un energetico naturale, di facile digestione, svolge un’azione terapeutica nelle infiammazioni respiratorie, intestinali e delle vie urinarie. Le lenticchie sono ricche di proteine, inoltre sono una fonte preziosa di fibre grezze, utili quindi per malattie quali il diabete, l’ipercolosterolenemia e l’arteriosclerosi. Beh dopo una porzione di questa minestra il nostro Babbo Natale si è rimesso in sesto e non ha più scuse per distribuire a tutti i suoi regali no?

La minestra di orzo

6 Porzioni
Media

Ingredienti

  • 400 g di lenticchie secche
  • 200 g di orzo
  • 1 piccola carota
  • sedano
  • cipolla
  • semi di cumino (se piace)
  • 4/5 cucchiai di salsa di pomodoro
  • 250 g di zucca (già pulita)
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • olio
  • sale
  • pepe qb

­Procedimento

  • Portate a cottura l’orzo e le lenticchie in due pentole separate seguendo i tempi di cottura riportati nelle istruzioni.
  • Potete anche cuocere l’orzo il giorno prima e conservarlo in frigo fino al momento del suo utilizzo.
  • Se riuscite a reperire l’orzo integrale è più ricco di proprietà vitali, anche se dovrà essere messo in ammollo per 6/8 ore.
  • Preparate un battuto di cipolla, carota e sedano, rosolatelo con un po’ d’olio, aggiungete le lenticchie, fatele insaporire, aggiungete il pomodoro e l’acqua bollente (o brodo vegetale).
  • Nel frattempo, tagliate la zucca in piccoli cubetti, fateli insaporire in una padella con un po’ di olio, aggiungete l’acqua un po’ alla volta per portarli a cottura, attenzione non cuoceteli troppo, devono rimanere compatti.
  • A questo punto versare lo zucchero di canna, e fate caramellare per alcuni minuti.
  • La zucca in questo modo diventerà dolce e darà alla nostra minestra questa sfumatura in più.
  • Quando le lenticchie si saranno bene amalgamate, dopo circa 10 min unire l’orzo, mescolate bene, insaporite con il cumino, e da ultimo, per non romperla, aggiungete la zucca.
  • Una spolverata di parmigiano e un giro d’olio completeranno questo piatto.

Note

P.S. Per le nozioni sulle proprietà degli alimenti ho attinto da “Cucchiaio Verde” di Demetra ed.

Vuoi condividere questa ricetta?

lenticchie, minestra, orzo, zucca


Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (15)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency