Per la festa del papà… una bella golosità!!!

Ormai ci siamo, manca poco alla festa dei nostri cari papà.
In famiglia, con i bambini più piccoli, cominciano a venire fuori, nonostante le raccomandazioni delle maestre, indiscrezioni sui regalini, poesie, spettacolini, lavoretti preparati per questa occasione a scuola.

E per chi resta a casa, o ha superato i 10 anni, o vuole fare comunque un regalo al papà con le sue mani?
Beh io ho pensato di suggerirvi questa idea, facile, veloce, che vi darà molta soddisfazione!


E’ difficile resistere a questi bon bon, uno tira l’altro e il vostro papà potrà gustarli la sera, quando, prima di andare a letto, seduto sul divano nella quiete della notte (a volte così tanto desiderata) scarterà un cioccolatino, ammirerà il disegno, metterà in bocca quel dolcetto e penserà ancora una volta alla sua famiglia: -uhm… buono… che bei figli però! uhmm…niente male… – e dirà – bravi… che bello essere papà!!!

Il procedimento è molto semplice, si parte dal disegno delle cartine che racchiudono il dolcetto, fatto rigorosamente dal vostro bambino, che se è più grandicello potrà scrivere anche qualche frase per il suo papà: un buon proposito, una promessa, un complimento, un indovinello, una barzelletta…
Poi all’esecuzione del bon bon, qui entreranno in aiuto le mamme ma solo per sciogliere il cioccolato nella crema di latte e polverizzare i biscotti, per il resto se ne occuperanno tutto i bambini, amalgamando, appallottolando e incartando una ad una le palline di cioccolato. Dopodichè via, nascoste in una scatola in frigorifero fino al 19 marzo per tirarle finalmente fuori e regalarle, accompagnate da un grande bacio e una bella poesia, all’uomo più forte del mondo, più bello di tutti, al principe azzurro, a colui che sa sempre cosa fare, cosa dire, dove andare, come aggiustare le cose, insomma in una parola sola… al loro (e al nostro) papà!! Auguri papà!

Bon Bon per la festa del papà

30 Pezzi
Facile

Ingredienti

  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 150 ml di crema di latte
  • 150 gr di polvere di biscotti (usate pure gli avanzi che avete, anche le briciole...)
  • una manciata di nocciole tostate
  • 1-2 cucchiai di liquore (se al vostro papà piace)
  • cacao amaro per “infarinare” i cioccolatini
  • carta stagnola
  • carta velina bianca
  • colori
  • una scatola e un bel fiocco

­Procedimento

  • Tagliate la cioccolata in piccoli pezzi, scaldate la panna senza portarla a bollore e versatela sulla cioccolata, mescolate bene e amalgamate la crema fino a sciogliere la cioccolata e rendere tutto omogeneo.
  • Incorporate la polvere di biscotti ed il liquore, mescolate bene e fate addensare il composto in frigorifero.
  • Preparate in un piattino del cacao amaro, prendete con un cucchiaino un po’ di composto e ponete al centro una nocciola, richiudete e formate una pallina che farete rotolare nel cacao.
  • Se avete dei pirottini piccoli li potete usare come base per i dolcetti prima di avvolgerli nella carta stagnola e poi in quella bianca decorata dai vostri bambini.

Note

Una bella scatola con un fiocco colorato sarà il contenitore appropriato per questo bel regalo.
Al lavoro dunque e ancora auguri ai nostri papà!
Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, cacao, cioccolatini, cioccolato, Feste, nocciole


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (20)

  • ma che laboratorio incredibile d’idee che è questo blog!
    Mi sembra di sentire le voci lontane lontane delle zie che dicevano: NON STA MAI FERMA!
    mamma mia quanto c’è nel tuo mondo di oggi di mamma adulta e responsabile quello di ieri, bambina vulcano che 100 ne pensa e 1000 ne fa, non sei cambiata affatto!
    Sai che c’è, che si sente e percepisce tutta l’esperienza dei tuoi 40 e passa anni di attività!!
    E io qui, flemmatica e riflessiva come sempre, quasi quasi poso il libro e vado a vedere in dispensa che c’è…

  • bello bellissimo
    tutta la famiglia ha collaborato
    a questo splendido lavoro di equipe
    in ogni minimo particolare
    complimenti con affetto

  • Ma cos’è questo bellissimo insieme? E’ forse un dipinto del Botticcelli, un’esplosione delle attività febbrili prima della feste Pasquali?
    Mi ricorda quando ,insieme alla mamma ,io e le mie sorelle ci riunivamo attorno al tavolo per ultimare il pranzo di pasqua.
    Fantastica famiglia. zia Lucy

  • ma che carini i bon bon !!!evviva il fortunato cardiologo romano, tra tante donne e che donne…. cinque piccole chef! li farò anch’io i bonbons

  • nella bella fotografia c’è dentro la primavera!!!
    i miei golosini prepareranno i tuoi buoni bon bon per il loro papà
    in questo modo:
    -due per me , tre per me ,quattro per me e uno per papà-
    ne resteranno alcuni per la festa del papà???
    felici
    i golosini ringraziano e salutano tutti

  • i bon bon incartati con la carta disegnata dai piccoli e veramente un idea geniale
    anche l’insieme delle immagini della fotografia è geniale
    complimenti!!!!!

  • a scuola per quest’anno il regalo per la festa del papà lo abbiamo già fatto…ma per l’anno prossimo l’idea ce lho già…me lhai appena data tu!!!! che spettacolo poco impegno ma tanto sapore!!!!brava natti

  • arrivo tardi coi miei commenti…lo so!
    Ma dove le sogni tutte queste idee???
    E’ vero che più usi il cervello…più le connessioni tra i neuroni aumentano…
    ma la tua creatività va oltre la mia immaginazione!
    complimenti natti

  • Sei superlativa !!!
    Il papà si è sciolto, il pulcino si è divertito tantissimo (adora colorare edanche pasticciare in cucina) e la mamma ha fatto fuori l’ultima scorta (ancora?) di uova di Pasqua dello scorso anno (e dire che di cioccolato ne consumo assai ),liberando i contenitori per i nuovi arrivi .
    Volevo prepararli per portarli a scuola, agli amichetti per Pasqua.Una maestra di Luca è celiaca ed avevo pensato di sostituire i biscotti con il riso soffiato: giusto? Quanti giorni possono stare nel frigo, per poterli preparare in anticipo ma non troppo ?
    Grazie per l’aiuto e per le bellissime idee !!!
    Smile
    Lucy

Rispondi a mamie Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency