Bacchette Magiche di pasta sfoglia

Quante volte ve la siete sentita dire questa frase dai vostri figli? Nel mio caso abbiamo cominciato a fantasticare, uhm vediamo…14 anni fa (beh mi sembra di  ricordare  che questo tipo di riflessioni, mia figlia quasi diciottenne le ha fatte intorno ai tre, quattro anni) e vedo con mio grande piacere che anche le piccole fanno uso abbondante della fantasia. Sapete ieri cosa mi ha detto mio marito? Da recenti dati del OMS  risulta che i bambini  parlano poco cominciano   in età più avanzata e riducono  sempre di più il loro vocabolario; alcune cause sarebbero da analizzare nel fatto che ai nostri bambini si parla sempre meno. Si lasciano spesso interagire da soli con i videogiochi o si abbandonano davanti alla tv. Non gli si raccontano più favole, non li si guida più a lavorare di fantasia,  fattore invece indispensabile per stimolare l’intelligenza e la prontezza dei nostri bambini!

Devo dire che in famiglia chi ha sempre curato l’aspetto del dialogo con una certa sensibilità e sguardo verso lo stimolo dell’immaginazione  non sono stata io (vi meravigliate vero?) ma mio marito. Lui ha sempre coinvolto le bambine in strani ritornelli fantasiosi, in storielle buffe con indovinelli finali  da risolvere con prontezza di spirito che hanno imparato anche i nipoti (Vittorio, Giulia, vi ricordate la storia di Ciccibebè?) o si è spesso travestito prima di entrare in casa fingendo di essere un personaggio inventato  sorprendendo le bimbe con gran meraviglia. Ogni tanto gli domando – Ma se ti vedono i tuoi pazienti? Beh che faccio, mica ammazzo qualcuno, gioco con le mie figlie!! Così Laura ed Elisa spesso immaginano cose impossibili e giocano con la loro fantasia. E’ capitato che, ieri pomeriggio, mentre correvamo in piscina trafelate come al solito (so di non essere l’unica, vero?) anche se abitiamo a soli 500metri di distanza, Laura mi ha detto -mamma se “aveviamo” la bacchetta magica a quest’ora eravamo già in piscina col costume! -Eh, si Laura, proprio così! Sai quante altre cose si possono fare con la bacchetta magica?- e lei mi ha risposto – Si, anche uscire dalla piscina già asciutte!!!-
Già, chissà cosa mi aspettavo, in fondo quelli sono i suoi desideri del momento, i bambini non fanno troppi programmi, vivono alla giornata, godono di quello che hanno, desiderano cose semplici e prima di tutto quello che vogliono è togliere di mezzo le cose sgradite.
Beh, io stamattina (ecco perché metto in ritardo il post) la mia sorpresa di fantasia l’ho preparata. Al ritorno da scuola le mie bambine si troveranno queste bacchette magiche, sono sicura che prima di mangiarle le proveranno ad usare ma…anche se non” salterà fuori nessun coniglio dal cilindro” le apprezzeranno ugualmente, intanto, anche se per poco, useranno la loro immaginazione!!

Bacchette magiche

10 Pezzi
Facile
10 minuti

Ingredienti

  • 1 foglio di pasta sfoglia
  • marmellata o crema di cioccolata
  • uovo sbattuto o latte per lucidare
  • confettini per decorare
  • zucchero
  • stampino per biscotti a stellina

­Procedimento

  • Anche questa è una ricetta magica, è veramente semplice: ricavate venti stelline dalla pasta con lo stampino, dieci striscioline di pasta lunghe circa 20 cm ed ora formare le bacchettine.
  • Prendete una stellina e farcitela con un cucchiaino di marmellata, appoggiate un' altra stellina, chiudere bene, poi attorcigliate la strisciolina di pasta e assemblate la bacchetta sulla teglia del forno.
  • Lucidate con l'uovo o con il latte, spolverate generosamente di zucchero e decorate.
  • Fate cuocere per circa 10 min a 180° e bidibidobidibu, fate la vostra magia con la fantasia!
Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, cioccolato, marmellata, merenda, pasta sfoglia, Ricette veloci


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (28)

  • OHHH che bello! Bè Bè, l’argomento tzio Robbi è un affare molto serio qui, in casa nostra. Potrei dire lo zio con la Z maiuscola ma poi sarebbe come se zorro travestito da vecchietta desse una bella mela rossa al vampiro…oh che confusione…ZIOOOOO pensaci tu!!!! E VA BENE CI PENSO IO. E via così, una giostra continua, lo zio è là, più su di tutti e guai a chi lo tocca. Ciao tziooo, vieni presto a trovarci!!!
    E tu cara, fai a modo, che domani è sabato. Portati la bacchetta, va là, che è meglio!

  • pronta a preparare queste meravigliose bacchette . Chissà quante magie faremo! Anche quella di avervi fra noi il 15 novembre? Sarebbe magnifico .bacioni

  • Ciao Natalia! ben ritrovata…ho fatto un paio di passaggi veloci qualche settimana fa nel tuo blog e come al solito riesci a stupirmi sempre..sei veramente bravissima e piena di fantasia!! buon fine settimana! un abbraccio a te e alla tua bellissima famiglia. Anna Maria

  • Complimentissimi per la fantasia! Il sito è spettacolare….sai che anche le mie bimbe dicono “aveviamo”? Troppo buffe! Bacioni

  • Nat non ci crederai ma anche in questi lidi il mago fantastico è papino.
    per fortuna i pazienti almeno fisicamente rimangono sempre fuori dalla porta, peccato che poi rientrano dal cellulare.
    :)))
    piscina? corse? 500 metri ostacoli? what is this? devo averlo già sentito…passa na bacchetta, va.

  • sei un mito!!!
    le tue idee sono simpatiche, divertenti come sempre
    la magia traspare dalla tua fantastica fotografia
    appuntamento oggi alle 12 e un quarto alla “PROVA DEL CUOCO”
    auguri baci

  • Magica tu, e bellissima l’immagine di tuo marito! Direi una famiglia perfetta, dove voi due vi completate a vicenda! Brava mamma Natalia, con queste bacchette magiche la stanchezza della scuola passerà in un baleno e chissà… magari anche quella di noi mamme?!?!? Un bacio!

  • la puntata di oggi è stata bellissima, ho anche provato a telefonarti, ma, si sa!, il telefono delle star è sempre occupato…

    se le bambine dicono aveviamo, non ridere e corregile! altrimenti poi magari diranno aveviamo anche quando faranno il concorso per la magistratura (è successo sul serio)… e ,come è noto la colpa di tutto è sempre delle mamme… che tempi duri

  • Anche mio marito gioca diventando un bambino anche lui con figli e nipoti (quando i figli non c’erano), ma quella che parla e si traveste sono io. Figurati che una volta ho dato la voce ad un pupazzo di stoffa, senza che loro mi vedessero, e quando sono diventati più grandetti, guardando le fotografie mi hanno chiesto dove fossi io e chi facesse parlare il pupazzo. E quando ho risposto che ero io a farlo parlare non ci hanno nemmeno creduto e mi hanno detto: “ma quando mai, aveva una voce totalmente diversa!” Però in quanto a preparsazione di cibo fantasioso tu sei assolutamnete imbattibile da chiunque!
    Buon we

  • Augh mamma squaw!!!anche oggi ci hai sorpreso con una ricettina delle tue…per non parlare delle bacchette magiche,ogni mamma dovrebbe averne un paio in borsa…sai com’è,dovessero affievolirsi i nostri superpoteri….he he he

  • mitica!!!
    complimenti tantissimi, creatività, semplicità e originalità abbondano in questo spendido blog e nelle ricette presentate alla prova del cuoco.

    far preparare il pane ai bambini una splendida idea. il mio bimbo ha partecipato a un laboratorio del pane e vorrei fargli preparare il pane presentato ieri alla prova del cuoco. purtroppo abbiamo visto solo la parte finale, la cottura
    puoi pubblicare ricetta e procedimento? acqua farina e sale?
    grazie
    grande natalia!!!!!

  • @mannu – anche questa è fatta, ora passiamo alla prossima ricetta!!! ehi, ma in quanto a storie anche tu ne sai qualcosa, la scrittrice di famiglia….

    @salsadisapa -grazie, finchè mi diverto…

    @loretta – siiii, ci saremo al super raduno dei cattelani, ci pensi tra zii e cugini e figli di cugini saremo almeno un centinaio, evviva i cattelani!!

    @anna maria – ciao anna. la manu mi ha detto che sei super impegnata…. anche tu non ti fermi mai! un grosso abbraccio

    @Mamma Iole – grazie, si, parecchi bambini lo dicono come anche il verbo fare, spesso lo coniugano con “facete”. detto da loro è uno spasso!!

    @iana – grazie, spero che lo spirito e l’inventiva non mi abbandonino mai, mi tengono viva e allegra!!!

    @lalla – si davvero, per QUESTE cose il papà è fantastico (beh, non si può mica avere la luna!)

    @enza – troppe cose in comune troppe!! (ti ho cercato al tel sabato pom, mannaggia, non c’eri, riproverò…) ciao

    @marina – fatto!! sabato è andata, la puntata è andata bene, i bambini sono stati bravissimi ( purtroppo sono scappati subito e non ho nemmeno potuto salutarli e ringraziarli!!)ed anche Elisa è stata un ottima conduttrice, mi ha dato sicurezza e tranquillità, mi ha seguito in tutto e mi ha aiutatato tantissimo.

    @barbara – sai quando elisa è tornata da scuola, dopo aver mangiato la pasta si è trovata queste bacchette davanti e mi ha detto – mamma posso prima un po’ giocarci?, Io lo avevo detto!!! le conosco trooppo bene!!!

    @gabriella – mi sono vista un po’ troppo truccata, strano sarà stato l’effetto delle luci!! va bene la correggerò, però è così carina!!! togliermi questa colpa è abbastanza facile!!!

    @Stefania (alias fantasie) oh, ma quanto sono giocherelloni questi papà e a noi mamme tocca invece tenere i piedi sempre ben saldi a terra!!sennò succede il finimondo!!!

    @chiara – ti è piaciuta la tenda indiana? carina vero? certo che ad avercela una bacchettina magica funzionante, guarda non la userei spesso però in certe occasioni….

    @Romina – grazie. ho aggiunto alla ricetta del blog del rol kebab anche quella del pane, la trovi nel post cliccando anche sulle ricette del sabato mattina!!

  • natti, sei un po’ troppo al femminile…..però ti dirò…..posso dirgli che è la bacchetta lasciata dalla fatina turchina di cui è letteralmente innamorato, e le altre sono quelle delle fatine amichette della fatina….
    ma che pozzo di idee sei!

  • @carmen – ehm, ma… non so..forse ci vuole anche la frase magica!!!! finchè non la scopriamo compra ancora i biglietti vah!!

    @chiara – hai ragione, ci ho pensato anch’io, però con le femmine ci son dentro fino al collo!! vedrai il post di domani, quello è un po’ più da maschietti….anche se le mie figlie sono impazzite quando l’hanno visto! che ci fai ancora in giro???

  • @ale – si se ti può servire!! hai presente la rubrica del sabato “una mamma in cucina” delle 12,15, ecco se mi vuoi vedere all’opera con tre bambini adesso sai anche tu dove guardare!!

  • A proposito di frasi celebri, un’altra è: facevamo che…
    e stamattina Anna ha detto al Comandante “facevamo che ero tua figlia?” 😀
    Buona domenica!

  • Natalia, i miei più sinceri complimenti per questo meraviglioso blog, ogni post da provare, leggere, assaporare. Abbiamo già provato le bacchette e le schiacciatine con lo yogurt ed entrambe sono state un vero successo. Io ho un figlio di quattro anni e sono state le bacchette di Mago Merlino, tra l’altro, perfettamente in tema con la nostra attuale lettura della Spada nella roccia e del nostro prossimo viaggio. Ti ringrazio tantissimo, lieta di averti scoperta e a prestissimo.

  • @mammagiramondo -grazie, grazie di cuore, ho visitato più volte il tuo blog e mi hai fatto spesso sognare con i tuoi viaggi, bellissimi!!! avrei bisogno di seguirti un po’ di più per essere spronata e decidere di partire un po’ più spesso!!!grazie a te

  • Qualcuno mi può aiutare, vorrei portare a scuola da mio figlio queste bacchette magiche x la festa di natale. La festa è di Martedì, dovrei prepararle la Domenica pomeriggio, farle avere a scuola il Lunedì. Sapete dirmi se si conservano buone fino al Martedì ed eventualmente come conservarle?
    Grazie Ciao
    Paola

  • @Paola – eccomi qua , certo che le puoi fare prima soprattutto se dentro metti un ripieno poco umido, marmellate asciutte (come quelle in commercio) o nutella vanno benissimo, li conserverai in un posto asciutto, non esposte ad umidità (vapore, etc) vai tranquilla!

  • Meraviglioso!!! Grazie. Quest anno la festa di natale di mio figlio sarà popolata da fatine e maghetti.
    Grazie ancora e mi raccomando non fermarti mai, continua a “sfornare idee”…… ormai ti seguo ovunque.
    A tal proposito ti volevo dire che i miei bimbi hanno preferito cucinare con me (ti ho copiata) piuttosto che giocare ai videogiochi o guardare la tv. Non ci potevo credere. Questo però mi ha fatto pensare che forse a volte sono io che non proponedogli qualcosa di stimolante li dirigo verso intrattenimenti che sarebbe meglio utilizzre a “piccole dosi”
    Ciao. Paola

  • Ciao bella idea??? Secondo te e fattibile una variante salata??? Con cosa si potrebbe farcire la stellina e spennellare la bacchetta?? Grazie

  • Ciao bella idea!!! Secondo te e fattibile una variante salata??? Con cosa si potrebbe farcire la stellina e spennellare la bacchetta?? Grazie

Rispondi a carmen Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency