RIFLESSIONE POST- BRODO

collage mannupn

Qui a Sassuolo girano delle strane voci riguardo al MIO brodo.
Dicono che è di mio marito.  Dicono che mio marito cucina. Dicono che questa
storia così atrocemente “divertente” è sua.
Questo no, sarà la crisi che mi spinge a fare tesoro di tutto, ma  tengo ben
stretto al petto il mio bagaglio di errori!

Renzo  alla sera (avete presente quel momento sul letto in cui si arriva al
nocciolo della questione?) mi ha detto “ti è andata grassa eh? Hai visto chi ha
preso la colpa?”. No, no, no. Penso e non dormo.
1. gli amici in questione non lo hanno letto nel blog (perché non leggono il
blog? )
2. e io che  posto ho nella Storia?
3. Per non parlare della mia dignità di narratrice!
4. e mia sorella, che è stata costretta (da me) a privarsi di un post?
5. e le mie nuove amiche del web, che si sono dimostrate così solidali e
sensibili?
Della serie invidiare il bel funerale di un morto, qui casco (come l’asino) e
lo dico: l’ho fatto io!
Ringrazio nell’ ordine
Il professore Umberto Galimberti che sabato a Sassuolo sul tema giovani e
nichilismo si è meritato 3 mestoli di brodo, quello bello ricco, il MIO per
intenderci! (ma si può pretendere di sapere cosa c’è dietro la curva? Solo con
il remoto ricordo di esserci stati. E dire IO SO e incasinare tutto?). Merita
un posto qui perché anche lui ha citato la cucina di casa: uno di 10 figli
mangiava solo se si affettava a correre in tavola perché udite udite, la
miseria educa e aiuta a stare magri!!
Gli amici dei Magazzini Criminali che hanno inaugurato una mostra ieri nelle
sale della galleria comunale offrendo a tutti lambrusco e borlenghi ( mia
sorella poi vi spiegherà di che si tratta)
L’amico ex-compagno di liceo di Renzo, lo scrittore Roberto Valentini  ( e qui
cito solo uno dei suoi romanzi “Nero Balsamico”, considerata l’attinenza
edibile con il blog!) perché ha fatto luce su quello che per me era ormai
diventato un tabù (il brodo di cappone) mettendo in evidenza, da bravo
scrittore di gialli, che il presunto colpevole è qualcuno che hai conosciuto
per forza perché raccontare è troppo bello: “Ehi Renzo cos’è quella storia del
brodo? Il cappone del contadino? Che storia, che ridere, che spasso…” Renzo si
gira,  mi guarda e sembra dirmi, “cosa ci vuoi fare, caro amore mio, vado
avanti io, è la storia che lo chiede, è il personaggio che pesta i piedi e fa i
capricci, vuole i dettagli, colorami, vestimi, fammi parlare, voglio uscire
fuori, stammi ad ascoltare, ho una storia, è qui, prendila, è tua.
“E’ mia?
“Ah, volevo ben dire.”

CHIEDO UMILMENTE SCUSA A TUTTI I CONTADINI CHE ABBIANO LETTO O NO LE MIE
SPARATE DA CUOCA DEMENTE, PRESTO MI FARO’ VIVA CON QUALCUNO DI VOI PERCHE’ HO
VISTO UNA E-MAIL DI POLLI CHE VENGONO DALLA CINA E…BRRRRR
 Della serie:  polli e buoi dei paesi tuoi!

AUUUUUU

Mannu

Vuoi condividere questa ricetta?
Nessun tag per questo post.

Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (24)

  • Ciao …
    oggi per cominciare bene la settimana milanese ho fatto una capatina dal verduraio comprando un bel mazzolin di cime di rapa!
    Cercavo un ricetta che non fosse la banale orecchietta … alla fine tra le miserie della mia dispensa ho trovato …spaghetti , pinoli , alici calabresi .. ed ecco qui il mio piatto !
    Voelvo fare i complimenti al blog .. ogni tanto ci capito e devo dire che anche se tratta “solo” di cibo e cucina ha davvero un bel respiro .. come se fosse una finestra sul mondo delle cose buone e genuine ! Buona giornata!!

  • @mammafelice – davvero, glielo dicoe sempre anch’io. le dico che è bella (ogni tanto) e che deve mettere su un blog!!! intanto la convinco ogni tanto a scrivere qui, a raccontarci delle sue avventure e disavventure, magari a forza di scrivere ci prende gusto e …che dici barbara glielo apriamo un bel blogghetto?

    @marco chiletti – ma grazie marco, che bello sentirti , non lo abbiamo mai fatto di persona anche se chiara mi aggiorna spesso sulle tue novità. che ci fai a milano però? apprezzo molto il tuo complimento, e sono veramente contenta di riuscire a trasmettere questo! buoni gli spaghetti, ti sei trattato molto bene: prima la spesa al mercato poi la elaborazione poi la degustazione. così si fa!

  • Uaaaahhhhaaa! Bellissima Mannu! Quella storia non la dimenticherò facilmente! Si Barbara, si Natalia, anche io mi aggiungo a voi nel gridare a gran voce “VOGLIAMO IL BLOG DI MANNU!!!!!!”
    GRANDEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!

  • la parola cappone è diventata una delle mie preferite!!!
    tanto mi fa ridere…
    ma anche queste riflessioni mi sono piaciute da impazzire…
    Galimberti e il brodo…..
    a questo punto mi è venuta in mente anche la frase che ha citato Galimberti di Sant’Agostino “voglio che tu sia quello che sei” … in latino non me lo ricordo
    tutta per te Mannu e per te Natalia
    per la spontaneità e il divertimento che mi procurate

  • wow barbare felici ma siete gentilissime!!! In effetti potrei scrivere :storie di una capra!

    Claudia cara amica mia, lo sai che la stima è reciproca e che ti voglio tanto bene.

    Natalia non fomentare la storia del blog perchè poi non avrei più tempo per tempodicotturarmi con te!!!

    Marco non studiare troppo! ciaoooo

  • @Natalia Esatto, ho il piacere di scuriosare a distanza tra le tue ricette ogni tanto anche se l’approccio mio quando ho tempo è “..apri il frigo e fatti ispirare “… pero ‘ una ricerca con l’ingrediente capofila nel tuo blog la faccio spesso 🙂 A Milano faccio un Master in Business Administration MBA.. sono qui dal Lune al Vene e lascio le mie donne a Sassuolo! Devo dire che la provincia mi manca!

    @Mannu Il problema non è lo studio! Il problema è il multitasking! Master,moglie&figlia,gruppoAC,musica .. l’atmosfera di questo blog è un miraggio 🙂 …Galimberti mi additerebbe come figlio del nostro tempo, anche se la “speranza” me la tengo stretta!!

  • Mannu tifo per te… fai valere i tuoi diritti. Non e’ possibile che i meriti di cotanta creativita’ culinaria se li becchi Renzo!
    E’ vero che noi donne sembriamo perfette ma proprio per questo se ne combiniamo una deve per forza essere superiore alla media!!!
    Appropriamoci delle nostre coglionaggini…
    Mannu se apri un blog sono gia’ una tua fan!

  • brava Mannu così si fà non cedere la tua creatività a nessuno
    sono già una tua fan del futuro blog cosa aspetti…..?

  • Mannu che ridere! Quando ho aperto il blog di tua sorella ed ho visto le tue foto ho pensato…..cos’ha combinato ‘stavolta (ovviamente con affetto)!!

    Confermo che Renzo è bravo con le salsicce alla messicana/Bud Spencer, non molto con i gamberoni (!!!!) tutto il resto è farina tua.

    Effettivamente da raccontare Mannu….ne avresti!!

  • Aggiungo il mio voto per il Blog della Mannu… in alternativa proporrei una rubrica settimanale sul tempo di cottura!

    Natalia… ho perso altri 2kg… che dici propongo l’influenza intestinale come cura dimagrante???
    La festa di Chiara è slittata a giovedì 🙂
    Grazie dei consigli.

  • guardo ” tempo di cottura “e chi vedo? quella bella “ragazzuola” di manuela……eh si, proprio così!
    ti comunico che quando fabio è andato in finlandia anche lì, ebbene sì, erano a conoscenza del “super special brodo di cappone contadino”di sassssssuolo e ne hanno ordinato un paio di conteiner!
    …….. è un fatto molto importante per l’incremento della nostra “sonnecchiante “economia.
    mannu ,sei nata con il fiuto per gli affari!

  • ma che mito le mie cugine! sono proprio talentuose!!!!!!! altro che genio di famiglia, qui l’arte e la creatività son tutta un’altra cosa!!!!!!!

  • la storia del brodo è arrivata anche in periferia narrata da un bravo attore peccato non abbia letto la tua versione! Continua a scrivere le tue considerazioni come dice Sara la creatività è di casa a Sassuolo ciao a tutti

  • Sara non scherziamo, la scienza non è scemenza, di Sara ce n’è una sola!!!
    Lory ciao, dai vediamoci che mi racconti del nuovo arrivato!! A presto, ciaoooo

  • mannu sei davvero bella, ma bella bella bella!!! bo voi siete tutte e due come l’aceto balsamico, più crescete più siete belle!!! mi hanno adottato!

  • ma va Valli, ma va va va… è la luce della mia cucina e quel bel maglione lilla che è ho messo tutto inverno!! 😉
    certo che la sai cantare bene tu…
    Oh bella ciao!

  • ma va la Mannu, non la conti mica giusta… non può essere solo per la luce giusta della cucina e il maglione lilla… piuttosto direi che è la luce che emanan dal tuo simpatico viso che ti rende ancor più bella!

  • … bellissima Mannu!
    ricordo ai tempi della scuola che non volevi mai farti fotografare! con te ho solo le foto di classe delle elementari e medie.
    6 fichissima!!
    baci baci.

Rispondi a maetta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency