Un bacio a te, mamma!

Oggi vi parlo finalmente come figlia, voglio farmi scivolare via le responsabilità, i problemi, le giornate pesanti  e pensare con la leggerezza di una …figlia! Si perché i figli, quelli fortunati però, finchè possono, sanno di poter contare su uno scudo magico, un luogo in cui andare anche solo con il pensiero nei momenti bui e in quelli felici, una certezza, una sicurezza quando vogliono ricevere tutto quello di cui hanno bisogno, una frase una parola, e perché no anche un rimprovero.
Signore e signori io  ho appena parlato della mia mamma!

 A lei  dedico questo post , in un blog dove voglio provare a trasmettere l’esperienza che ho ricevuto e quello che ho imparato nella mia vita, beh, mi pare più che giusto parlare anche di chi ha permesso , nella maggior parte dei casi, che io diventassi quello che sono. Anche lei ha la passione per il bello, sarebbe potuta diventare una stilista importante un’imprenditrice affermata ma ha preferito dedicarsi alle sue figlie, trasmetterci con il suo esempio , il suo rispetto e la sua lealtà le sue passioni.
Probabilmente molte di voi riconosceranno in questa descrizione la loro mamma, alcune magari non hanno più la fortuna di averla vicina, altre invece non sono state così fortunate ma potranno diventare loro mamme che segneranno in modo preponderante, bello e gioioso la vita dei propri figli.

Ecco che allora voglio riempire di baci la mia e tutte le mamme  con questi “fagottini sbaciucchiosi” di pasta brisè farciti con un buon ripieno di melanzane e salsa tahina proprio come piace a lei (e a me che sono mamma anch’io, non lo devo dimenticare) mandandole un abbraccio virtuale e sperando di vederci presto!

I baci per la mamma

8 Baci
Facile
15 minuti

Ingredienti

Per la pasta:

  • 130 g di farina
  • 20 g di fecola di patate
  • 75 g di burro
  • 30-40 g di latte circa
  • sale qb

Per il ripieno:

  • 1 melanzana
  • 1 pezzettino di aglio
  • 2 cucchiai abbondanti di salsa tahina

­Procedimento

  • Preparate la pasta lavorando velocemente farina, fecola, burro, e sale.
  • Unite il latte e formare una palla da far riposare in frigo almeno trenta minuti.
  • Cuocete la melanzana a tocchetti, in forno o al microonde (10 min a 750 di potenza in una ciotola ricoperta da un foglio di pellicola).
  • Una volta fredda mettetela nel frullatore o usate il miniprimer e aggiungete la salsa tahina, l’aglio e un po’ di sale, ottenendo così una crema abbastanza densa.
  • Ricavate da un pezzo di carta da forno un disegno di una bocca, adagiate lo stampino casalingo sulla pasta tirata abbastanza fine e ricavate tante formine.
  • Prendetene una, farcitela al centro, ricoprite con un altra bocca, chiudete bene i bordi e continuate fino ad esaurire le preparazioni.
  • Infornate a 180° per circa 15 minuti.
  • Se volete potete mettere un po’ di rossetto con un pennellino e un po’ di pomodoro concentrato diluito con una goccia di acqua.
Vuoi condividere questa ricetta?

Feste, melanzane, Ricette veloci, verdure


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (9)

  • Che belli questi baci!!!! e visto che lo stampino è casalingo e non professionale…..quasi quasi…..potrei abbinarli all’azalea (voglio prenderle quella della ricerca……mi sembra sempre un bel gesto!)
    Però…….cos’è la salsa tahina??? (scusa l’ignoranza!)

    Che bello il discorso sull’essere figli…..ricordo bene quando ero agli ultimi giorni di gravidanza…e andai coi miei in un centro commerciale, accettando coccole di ogni genere: dissi che stavo approfittando degli ultimi giorni in cui ero solo figlia….perchè poi quando si diventa mamme, lo si diventa per sempre! ed è vero: la spensieratezza dei tempi della “sola figliolanza” non torna più!

    un bacio e auguri!

  • le tue parole sono dolci come miele e sagge come “il vangelo”……….penso che ogni mamma sia la persona più importante del mondo per il ruolo fondamentale che svolge,ed in particola la tua mamma ,,, che pur essndo mia sorella, si è comportata con me..come solo una vera mamma sa comportarsi!
    grazie mille sorellina mia(perchè è più magra di me) ti voglio
    tantissimo,tantissimo bene. lucy

  • Bellissimi questi BACIOTTI!…Natalia,mi hai fatta commuovere,hai fatto un ritratto della tua mamma dolcissimo….Auguri anche a te collega!;-)

  • @simonetta – si le coccole quando ci vogliono si devono prendere tutte e il modo migliore per prenderle è quello di fare le “figlie”! ciao

    @maetta – parole sante!!! tu si che mi caposci amica mia!

    @lucy – così la facciamo piangere!!!! ma dov’è, perchè non si fa sentire,?

    @raffy – grazie , come al solito mi sono divertita molto a farle e pensarle

    @Federica – si in effeti il post lo ha gradito, peccato solo che non ha potuto assaggiare i baci, dati in tutti i modi…ma quando la vedrò farò in modo di recuperare!!

    @Milena – e quanti ne vorremmo ancora ricevere…

    @Mannu – ma guarda un po’, dillo ceh le volevi dire tu queste belle parole, ammettilo dai per una volta? si sui crakers va benissimo…preferisci fare una nuotata al posto delle bocche?

    @Chiara – ma tu l’hai conosciuta? viene anche al mare . baci anche a te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency