Coccoliamoci…

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Secondi Torte Salate.

Avevo in mente da tempo una ricetta simile.
Sono molto contenta del risultato perché: è veloce, anche se non si direbbe; versatile, puoi farla come vuoi basta sfruttare l’idea; è un piatto unico, se aggiungiamo poi dei cereali integrali sarà il massimo; è a bassissimo contenuto di grassi, solo 50g per 4 porzioni abbondanti, cosa volete di più; la sua cottura è leggera, bollito e poi al forno; può essere preparato in anticipo e riscaldato alla meraviglia anche nel microonde; c’è il gusto del gioco e della sorpresa per i nostri bambini che non vedranno l’ora di bucare, scavare, raccogliere, spezzare, insomma di lavorarci anche un po’su.

Nelle nostre case, soprattutto la sera ci si comincia a vestire, a parte quella incosciente di Elisa che appena può si spoglia anche a temperature sotto zero, sarà per via di quella sua scorta naturale che funge da protezione e barriera anti-freddo! Così un bel piatto caldo, fumante che ci accoglie e ci coccola a tavola, decisamente mette il buon umore e ci fa andare a letto tranquilli, appagati.
Mi è capitato molte volte di vedere nelle riviste inglesi o americane
questo genere di preparazione, ma poi leggendo gli ingredienti, mi fermavo subito, non era possibile riproporle, una quantità di sapori e miscugli ai quali ancora non siamo abituati. Però quel tipo di ricetta mi è sempre piaciuta.
Il mio esperimento “italianizzato” e alleggerito mi ha proprio convinta, ora lascio a voi le varianti e lo sviluppo di altre idee e mi raccomando, non siate egoiste, passate la voce!!!

Le coccole di pollo e verdure

Media

Ingredienti

  • 300 g di patate circa
  • 2 belle carote
  • 1 cipolla
  • 200 g di piselli
  • 250/300 g di pollo (petto)
  • 70 g di formaggio (grana, fontina, gauda, caciottina)
  • 1 cucchiaio di farina

Per la pasta/coperhio

  • 70 g di acqua
  • 30 g di olio extravergine di oliva
  • 180 g di farina (anche integrale)
  • 1/2 cucchiaino di lievito per torte salate

­Procedimento

  • Preparate il composto amalgamando gli ingredienti, anche nel robot. Fate riposare in frigo il panetto così ottenuto.
  • Mettete in una pentola, l’acqua, le carote, mezza cipolla e la patata tagliata a metà, aggiungete un po’ di sale e preparate un brodo vegetale cuocendo le verdure.
  • Nel frattempo in una padella capiente fate cuocere i piselli con la rimanente cipolla ben tritata, aggiungendo un cucchiaio di olio e allungando man mano con un po’ di brodo. Portate a cottura.
  • Quando le verdure sono pronte, non devono essere troppo cotte, toglietele lasciando solo la cipolla, e fate cuocere la carne, per circa 15 minuti.
  • A cottura ultimata, fate tanti bocconcini, uniteli con le verdure tagliate a tocchetti e ai piselli.
  • Aggiungete un cucchiaio di farina e allungate con un bicchiere di brodo (quello dove avete cotto il pollo e le verdure s’intende).
  • Poi portate a cottura ottenendo una cremina che farete più o meno densa seguendo il vostro gusto. Aggiungete il formaggio grattugiato che avete scelto e aggiustate di sale se occorre. Spegnete.
  • Versate il composto in una pirofila da forno, anche in quelle individuali, ricopritela con il coperchio di pasta al quale praticherete un foro per fare uscire il vapore.
  • A questo punto potete passare la preparazione in forno per la cottura oppure conservare in frigorifero e cuocere mezz’ora prima di servire. E’ buonissima!
  • Io l’ho servita con del riso integrale cotto nel brodo avanzato allungato con un po’ di acqua, non si butta via niente in questa ricetta!!!

Note

La pasta per il coperchio potete anche acquistarla già fatta: pasta sfoglia, pasta brisè vanno benissimo.
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, formaggio, patate, pollo, senza latte, senza uova, torta salata, verdure


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (15)

  • Ciao Natalia, bella questa ricetta, effettivamente è molto ‘inglese’ come idea, mi piace la tua versione.
    Volevo dirti che oggi mi è arrivato il tuo libro, non ti seguo da molto ti ho scoperta da poco tramite mammafelice.it e sono già una tua fan sfegatata.

    Il libro è stupendo, tu sei fortissima ed hai delle idee strepitose.

    Grazie!!! Ciao

  • Gli scrigni di pasta (sfoglia, brisè o frolla), i cartocci buonissimi e di grande effetto con la loro magica scoperta del “ripieno”. Ci si sente un pò esploratori “del proprio piatto”…

    Sei un pozzo di idee e genilità.

  • ottimerrima!
    non vedo l’ora di provarla! mi piacerebbe farla monoporzione… vedremo cosa ne viene fuori
    tra l’altro si può fare con quello che abbiamo in frigo (che poi, vuoi non avere una cipolla e un po’ di piselli??)

  • siamo alle solite: tu mi leggi nel pensiero… oggi ho comperato i piselli (il pollo lo avevo già nel freezer)… aspetto che Chiara si rimetta e poi lo provo i sicuro!
    baci al mio genio preferito 🙂

  • appena il tempo vira al fresco pungentino, mi si apre la voragine della fame. Azzanno tutto, pane di 2 giorni prima, melanzane sott’olio che troneggiano vicino al lavandino, pezzi ci cioccolata che scovo a occhi chiusi nella dispensa, frutta secca, frutta fresca, tocchi di parmigiano, il solito bran cake, crostini, biscotti con o senza marmellata. Se fossi un cartone animato questo non sarebbe un problema, ma sono una sig di mezza età che ambirebbe ancora ad entrare in una taglia decente!
    A tavola ci arrivo quasi sempre sazia e poi faccio quella che non mangia la pasta!! 😉
    Questo piatto mi piace molto, anche perchè accendere il forno in questo periodo dell’anno rende la cucina particolarmente accogliente. Lo farò senz’altro. Spero di sapermi trattenere fino al momento di esplorarlo!!!
    bacioni ciao

  • ops scusatemi ma avevo saltato di fare due chiacchiere qui con voi:
    @raffy – sai che ti dico: ne vale assolutamente la pena!

    @natalia – grazie

    @claudia – grazie claudia, mi fa piacere che il libro ti piaccia. in effetti era da un po’ che volevo provare una ricetta del genere senza però fare miscugli di ingredienti che in ostri amici oltre-manica e oltre-oceano sono abituati a fare. cotto in questo modo è veramente delicato e i sapore viene esaltato dall’utilizzo del brodo di pollo. insomma qui a casa me lo hanno richiesto!!!

    @letiziando- le idee vengono dalla nostra esperienza, più viviamo la vita, più osserviamo, più ci teniamo stretto tutto quello che ci passa davanti e più avremo cosa da dire e da fare, cara letizia- io sono una che non si lascia scappare niente, un disegno in una maglietta, una vetrina di un negozio, un’opera d’arte un disegno delle mie bambine….nessuno ci potrà mai portare via la nostra esperienza e più anni abbiamo più forti e più cose sapremo. questo è un discorso che mi capita spesso di fare a mia fiiglia diciottenne che quando si arrabbia e mi si rivolta contro mi dice “ma tu chi ti credi di essere?”- il bello di avere un po’ più di anni è proprio la ricchezza che questi giorni che sono passati ci hanno regalato! stasera mi sentivo un po’ così…baci, tanto so che tu mi capisci!

    @lenny- grazie cara, un grosso abbraccio!

    @Giulia – è veramente buona!

    @alem – ho paura che poi cuocendo la carne il riso assorba ancora tutta la cema e si scuocia del tutto! se provi fammi sapere.

    @cla – infatti , funghi, spinaci, a te la scelta, ma come dici tu, vuoi non avere in frigo una cipolla e un po’ di piselli? baci

    @Monica:) – vedi, continuamo ad essere in sintonia. tanti baci ancea te!!!

    @Maetta – grazie 🙂

    @Ambra -grazie anche a te, è anche molto pratico perchè si può rscaldare.

    @mannu -a chi lo dici, ho ricominciato la dieta ma poi quando faccio queste cose rovino tutto!!! baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency