Esperimento riuscito!

Di sicuro non avrò inventato nulla di nuovo, lo premetto subito, ma ieri ho avuto la soddisfazione di fare prima e mangiare dopo una delle ciambelle bicolori più buone in assoluto , utilizzando un vasetto di robiola.

Ed ecco il mio esperimento. Si si, ormai ho provata a fare i ciambelloni con tutto, se vi ricordate li ho fatti con la ricotta, con l’olio, con l’acqua, con la panna, con i numeri(3,2,1) con il mascarpone, sempre alla ricerca di quella consistenza morbida e che rimanesse tale per alcuni giorni e di quella patina lucida e appiccicosa in superficie che come dice Chiara,la mia figlia critica gourmet, rappresenta  la caratteristica del ciambellone irresistibile e unico!

Ah, scusate, mi sono sbagliata, non “ho fatto”, ma “abbiamo fatto”, con le bimbe ovviamente ed Elisa in prima fila, questa si che è una ricetta per loro, nessun pericolo, nessuna difficoltà ma tanto divertimento. Non ci sono uova da montare, burro da amalgamare, attrezzi particolari da usare.
Niente sporco per tutta la cucina, niente precisione austriaca.
Relax, solo puro relax con i vostri figli sicuri che comunque la faranno sarà perfetta, e avrete tanta, tanta soddisfazione.
Penso che il trucco oltre agli ingredienti stia anche nei tempi di cottura, poco tempo, mi raccomando , dopo 35 minuti a 175 gradi in modalità statica, tirate fuori e controllate con lo stecchino, così non si asciuga troppo e rimane morbidissima.

Innumerevoli possono essere gli aromi e i sapori da aggiungere: la buccia di un arancia non trattata nella parte al cioccolato, qualche mandorla o nocciola tostata, una bella grattatina di vaniglia, oppure tutto bianco con la buccia di limone che la profuma, che meraviglia al solo pensiero me ne viene una voglia…Uhmm vediamo quello di ieri è finito, bambine, venite che ricominciamo???

Ciambella alla robiola

1 ciambella
Facile
35 minuti

Ingredienti

  • 1 vasetto di robiola (da 100 g)
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di farina
  • 50 g di olio (o di semi o extravergine fate voi)
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 2 cucchiai di gocce di cioccolato (o cioccolato fondente a pezzettini)

­Procedimento

  • In una ciotola rompete le uova, aggiungete la robiola e mescolate con una frusta per amalgamare.
  • Aggiungete l'olio, la farina setacciata con il lievito ed amalgamate bene. Imburrate uno stampo da ciambella da 25 cm di diametro, versate metà del composto bianco, unite al rimanente il cacao e le gocce di cioccolato e distribuitelo sopra.
  • Cuocete nel forno caldo in modalità statica per circa 35 minuti a 175/180 gradi controllando con uno stecchino.
Vuoi condividere questa ricetta?

cacao, formaggio, merenda, torta


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (34)

  • Mi piace mi piace mi piace! Anche io adoro i ciambelloni… mi fanno tanto dolce da domenica pomeriggio in pigiama con una tazza di thè davanti ad un libro o ad un film (o cartone animato se c’è la coccolina in giro hihihi)… ma sono “difficili” raramente ho mangiato dei ciambelloni davvero soffici e coccolosi… questo mi piace e devo provarlo ma… toglimi una curiosità.. domanda forse banale… ma come ti è venuta la parte al cioccolato a forma di virgola? E’ perfetta!!!!
    Grazie Naty e ah… la pasta con il broccolo è stato un successo!!!
    Bacio e grazie ancora
    Pat

  • STREPITOSAAAA: con la robiola non l’avevo prorpio mai immaginato un ciambellone. Ma strepitosa, davvero strepitosa: da provare al più presto…poi se dici che non c’è rischio di danni ingenti in cucina….

  • Beh, se lo dice Chiara, quella che ha scoperto l’olio nella frolla, allora dev’essre vero.
    Dopo una simile recensione, non resta che provare a farlo!

  • Sempre bravissima Nati!!!
    hai poi visto il post sul blog di Fimere dopo aver ricevuto il tuo libro?
    Per quanto riguarda il dado bimby invece…..nel mio frigo non manca mai! quando mi rendo conto che è quasi alla fine e non ho ancora provveduto a rifarlo, vado quasi nel panico: lo uso dappertutto!!! all’inizio facevo quello di carne, ora faccio sempre quello vegetale, perchè lo trovo più versatile! lo faccio anche per mia madre!! pulire le verdure in effetti non è immediato, ma ne vale la pena!!
    se provi la minestrasalvadomenicasera….fammelo sapere!!
    baci

  • La robiola in una preparazione dolce, io non l’avrei mai pensata, perciò ti ringrazio sei sempre utilissima. La fetta è di una brillante e perfetta geometria bianconera ^_^

    baci e buona giornata

  • Le uova sono 3..come scritto tra gli ingredienti..questo per chi chiedeva..invece una domanda, nella preparazione non specifichi quando inserire lo zucchero, immagino con uova e robiola..ma attendo risposta da te, grazie.

  • Scusate ma da come potete notare dal notevole ritardo a rispondere e fare quattro chiacchiere con voi qui nel blog le mie figlie piccole in questi giorni sono molto mondane! portarle alle feste qui a Roma e soprattutto dall’altra parte della città è veramente un’impresa. Sai quando parti ma non quando ritorni. Prima di andare a preparare la cena agli altri componenti “lavoratori” della famiglia una risposta veloce. S’ in effetti la ricetta è talmente veloce che anche io mi sono adeguata al poco tempo e scrivendola veloce ho omesso un sacco di dettagi-
    Le uova sono tre, lo zucchero è da mescolare all’inizio con le uova , poi aggiungiamo la robiola, l’olio, la farina etc.., insomma il procedimento è quello di quando si fa una normale torta morbida. ora vado in cucina se ce la faccio verrò a rilassarmi un po dopo aver sistemato tutti 🙂 baci

  • Bella ricetta, ottimo per far pacioccare il bocia che ormai in cucina si muove autonomo a preparare alcuni tipi di torte, a formarmi le palline per i baci di dama o le finte pesche, etc..! Per essere un maschietto non mi lamento !
    Un dubbio….. per me la robiola è lo stracchino (almeno qui – alto Piemonte – lo chiamiamo così!) e si compra in panetti, non in vasetti !
    Che formaggio intendi per Robiola ?
    Grazie e buon tutto e complimenti, come sempre!
    SMILE
    Lucy64

  • @micaela – mannaggia, si il forno è importante per farla rimanere morbida. però bravissima sei di parola!!!

    @Sara – è strano ma nemmeno tanto. ovvero io ci sono arrivata così, mi son detta si fanno le torte con il formaggio philadelphia, la robiola è quasi ugaule solo un po’ salata, il sale esalta il dolce, il tutto deve diventare una bontà: semplice no?

    @Giovanna . ci puoi giurare!

    @Tiziana /cla – grazie , ne ho messe tre! scusate

    @Patrizia – ebbene la virgola mi è venuta per puro c…(caso cosa pensavi!!!) in effetti ho messo prima la parte bianca poi ho fatto cadere a cucchiaiate la parte scura, come faccio di solito . questa volta tagliando la ciambella ho visto questo effetto e…bellissimo è stata una sorpresa anche per me!

    @Elena – grazie la ricetta delle ciambelline è strepitosa!!! anche questa vedrai che diventerà un must!

    @mirtilla – provala e poi mi farai sapere!

    @raffi – grazie mille è facilissima!

    @chiara – te lo garantisco niente danni e in 30 minuti finisce la paura!!!

    @barbara – ce l’ho, ce l’ho, mi manca, mi manca…baci

    @Milena – soprattutto se staziona da un po’ in frigo come la mia!!!

    @barbara – grazie glielo darò, elisa ora vuol sempre fare la ciambella veloce!!!aiutooo

    @Monica:) – si chiara è una precisina e attenta osservatrice!

    @chocolat – scusa ero un po’ fusa ora è tutto chiaro? baci

    @Maetta – certo che te lo farò sapere!!

    @letizia – è stato puro caso!!!

    @mammamogliedonna – 🙂

    @robby – dai robby questa è per te!!

    @betty – ma tu sei bravissima le tue torte sono capolavori, io mi sento davvero piccola piccola con questi scherzetti!!! ciao betti un bacio

    @Viviana -grazie viviana è proprio così, tutto insieme zucchero robiola e uova, poi l’olio e la farina con il lievito ! quando scrivo di fretta faccio guai!

    @Lucia – per robiola intendo quel formaggio spalmabile tipo philadelphia ma lggermente più ricco e più sapido, non è lo stracchino, lo trovi anche della marca conosciuta osella. fammi sapere. bravo il tuo maschietto ad avercene avuti 🙁

  • ieri ho fatto questa torta FANTASTICAAAAAAAAAAAAAA
    ma quanto è venuta buona????
    GRAZIE MILLE DAVVERO!

    ma diventa così soffice grazie alla robiola? come fa a diventare così ariosa?

    brava brava brava, 10 e lode!

  • GRAZIE… stasera vado al super e ricerco il tutto! Il venerdì sera il papà va al cinema e noi facciamo lavoretti: stasera il programma prevede orecchiette e poi inizio dei lavoretti di Natale…ma chissà che non ci scappi anche la ciambella per la colazione di domattina !!! Non mi posso lamentare…non sarà una femminuccia però se la cava più che bene!!!
    Buon tutto e tanti SMIIIILE
    Lucy64

  • @daniela m – vuoi sapere una cosa? non lo so nemmeno io, non posso inventarmi una storia e dire che grazie al grasso presente nel formaggio…comunque penso che il sale nella robiola esalti il sapore del dolce, questo si, per il resto prendiamola così come viene, il fatto è che è facilissima da fare, e per questo mi piace ancora di più, si potrebbe anche usare come ricetta per tanti muffin, per avere merendine sempre pronte per i nostri figli. grazie a te e al prossimo esperimento!!!

    @Lucia- siete un gruppo molto attivo, e in cucina non esiste la diversità tra i sessi, maschi e femmine si possono liberamente confrontare e impegnarsi, anzi pare che a farsi più notare siano proprio, una volta grandi gli chef uomini!!! mannaggia !!

    @Elena – sono proprio contenta, anche per me questa ricetta è stata entusiasmante!!! brava la piccolina, mi piace anche lei!

  • da noi la torta due colori, come la chiamiamo qui, è una delle preferite da fare il venerdì sera per la colazione del weekend. Faremo la prossima con questa ricetta e ti dirò. Grazie!!

  • Fatta ieri! PIù leggera di quella che facevo di solito ma… devo dire… non altrettanto apprezzata dai bimbi…magari poi domani ne mangeranno due fette a colazione! Imprevedibili come sono…

  • avevo della robiola in frigo e mi ricordavo di aver visto questa ricetta,
    l’ho fatta ieri con la mia bimba che ha 3anni e mezzo, a cui piace pasticciare con me la domenica mattina.
    Risultato ottimo: soffice, buona anzi buonissima!!!
    complimenti!

  • Questa torta è diventata il mio cavallo di battaglia. Resta sofficissima, ai bambini piace tantissimo.
    La faccio spesso anche senza cacao in versione arcobaleno. Grazie!

Rispondi a Monica:) Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency