Devo metabolizzare…intanto cucino un hamby-veggie!!

Cosa volete che vi racconti della mia toccata e fuga a Milano?
Le mie emozioni? Non ce la faccio, devo riflettere e ricomporre quei momenti troppo brevi , peccato non poter essere rimasta di più e pensare che fino alla sera prima avevo tante perplessità, lo sa bene chi ha accolto il mio appello e…convinta a fare questo passo

Intanto mi fa piacere affermare che il “bambino” era presente in ogni chef che ho seguito , ognuno lo ha citato in modo diverso e Alajmo che ha aperto la settima edizione di questo congresso Internazionale degli Chef ha affermato:
“Del superfluo non resta nulla, dell’essenza il mistero;
la cucina deve spogliarsi dell’inutile
per ritrovare la stessa innocenza che il bimbo ha nel raccontare il suo piccolo mondo,
disegnando precisamente ciò che in realtà si cerca in una pietanza:
la CASA rappresenta il desiderio di protezione, la rassicurazione,
il FIORE la bellezza, la femminilità, il profumo,
il SOLE la luce, l’energia, il nutrimento, la forza,
l’ALBERO, la naturalezza e la concretezza,
la NUVOLA rispecchia un po’ l’accordio- stonato, il contrasto,
la FAMIGLIA la certezza, l’intimità, la memoria emotiva, i valori, la tradizione intesa come consegna,
gli UCCELLI la leggerezza, la libertà, il viaggio,
la STRADA il divenire, l’attesa, la profondità:
Tutto questo in una apparente SPROPORZIONE che serve ad evidenziare il punto di vista,l’ironia,il gioco e la possibilità di esprimere…”

Sapete cosa vi dico , mi sento molto in sintonia, moltissimo e voi?

Tornata  a casa però e qui torniamo con i piedi per terra, le figliole avevano finito le mie pseudo scorte di cibo preparato, così oggi a pranzo ho cucinato questi Hamby-veggie, presa anch’io dallo spirito creativo che ho respirato domenica ho messo sul tavolo gli ingredienti reperiti dalla mia (devo dire fornita) dispensa e …voilà, ecco cosa ne è venuto fuori! Dire una delizia è poco, fantastici e gustosi invece sono le parole giuste. Veloci se avete un forno a micro per cuocere la patata e davvero, ma dico davvero da fare e rifare.
Il dott. mi ha detto che se aggiungevo un po’ di soia, quella in fiocchi che avevo già usato qui, i valori nutrizionali di questo piatto erano perfetti, va bene, è una sfida ci riproverò di sicuro, a meno che non lo facciate prima voi… alla prossima e buona settimana a tutti!

Hamby-veggie

20 Pezzi piccoli
Facile

Ingredienti

Per 20 hamburger di 40 g l'uno (panini piccoli):

  • 1 patata lessata (250/300 g)
  • 230 g di ceci cotti
  • 1 cipolla fresca
  • 100 g di formaggio semi stagionato (io ho usato la provola)
  • 100 g di pane raffermo
  • prezzemolo
  • aglio
  • 1 cucchiaio abbondante (se piace di salsa tahina)
  • pan grattato (per impanare)

­Procedimento

  • Rosolate leggermente con pochissimo olio la cipolla tritata, aggiungete la patata schiacciata e salate.
  • Fate insaporire per alcuni minuti poi togliete dal fuoco (se avete la cipolla fresca potete anche aggiungerla cruda).
  • Frullate grossolanamente i ceci, versateli in una ciotola e lavorate con le patate schiacciate bene ,aggiungete il formaggio tritato, il pane sbriciolato, una puntina di aglio e il cucchiaio di salsa tahina.
  • Ottenete un composto omogeneo e abbastanza denso.
  • Formate i dischetti, passateli nel pan grattato e cuoceteli in padella con un po' di olio extravergine o di semi come preferite.
  • Lasciate intiepidire e servite come volete.

Note

Io per le piccole li messi nei panini e per le grandi li ho accompagnati da insalata e una salsa leggera allo yogurt, stile veggie stile sano!!!
Vuoi condividere questa ricetta?

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (12)

  • In attesa delle tue osservazioni e/o emozioni sulla tua trasferta milanese mi godo questo sano piattino! Ho usato la soia in grandi quantità visto che dai 14 ai 25 anni sono stata vegetariana! Proverò….
    un bentornata e un saluto:)

  • Ciao Natalia! Leggendo non capivo di cosa parlassi… poi sono andata indietro a leggere e… è meraviglioso!
    Disicuro questo viaggio di ha dato qualcosa (almeno un po’ di relax no?!?), e… mi trovi d’accordo con la tua filisofia!
    Un abbraccio per il momento, sperando di sentirti presto!!!
    Bacio!!!!!!!!!!!!!!!

  • Ho tutto in casa stasera li faccio, per le ragazze ho anche gli hamburger normali e quindi cade a “fagiuolo”!!!

    potevi chiamarmi eh?????

    potevi
    chiamarmi
    eh?

    chiamarmi
    eh
    potevi?

  • bellissimi questi hamby-veggie!
    io ne ho un tipo da postare fatto con la segale!
    Attendo il mitico reportage……intuisco che debba essere stata una splendida esperienza!

    PS ora va decisamente meglio grazie! l’occhio sx è più lento e non ancora definitivamente a posto, ma ci vedo!!!! ci vedo! ci vedo!
    ancora non mi sembra vero! l’11 avrò un’altra visita di controllo, e sentirò cosa dice il dottore del mio occhio lento, ma credo sia solo questione di tempo!

    bacioni

  • Questi panini sono deliziosi! veramente fotogenici 😉
    allora allora, da dove comincio… non ho voglia di fare un ca…volo (neanche quello). Ieri sera minestrone surgelato, ma ho rischiato l’ammutinamento, mi hanno sgamata subito e hanno chiesto a gra voce MAI PIù.
    Mai più:
    minestroni surgelati
    pane di 2 giorni prima
    la carbonara (non la so fare, l’uovo si rapprende sempre)
    senza idee
    senza impegno

    ma fra qualche ora è già il momento di ricominciare… padelle, nooooooooooooo

    So che questo è il posto meno adatto, ma ci si confessa dal prete, giusto?

  • @giovanna – dai proponi qualche ricetta con la soia, io non ne conosco molte! grazie di tutto

    @Cleare – mi sei piaciuta su dissapore…che bel caratterino!!! sei forte

    @raffy – si sono buonissime, chiara li ha voluti di nuovo

    @BARBARA – infatti!

    @barbara – speriamo di vederci tutti!

    @manineinpasta – ci vorrà un po’ ma arriverà!!!!

    @extramamma – hai ragione!!!! è stato tutto così veloce, poi c’era il blocco del traffico e lo scipero dei treni regionali, un casino!!! tanto a milano ci ritorno! ho pensato a te quando ho fatto questi hamburger , ci credi???

    @maetta – dai dai , ma hai fatto l’intervento per guarire dalla miopia? non ho capito bene! bacioni

    @mannu – no comment, se vado avanti a leggerti….mi butto giù anch’io!

    @rodo – ciaoooooo! mi fa piacere sentirti!!! baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency