I primi raccolti “pasquali”!

Settimana tutta incentrata a “lavoretti”, naturalmente mangerecci a tema : si avvicina la Pasqua dunque idee per le tavola dei giorni di festa da fare naturalmente con i nostri bambini, per trascorrere ancora tempo con loro anche in cucina!

Dico anche perché se la stagione continua così verrà sempre meno la voglia di stare in casa, e sempre di più quella di uscire all’aperto e godere del sole, del caldo e di un po’ di relax.

A noi è già capitato in questo week-end, abbiamo preparato una bella borsa e via, al mare, tra le margherite e gli scoiattoli, si il parco del nostro residence si è riempito di scoiattoli e praticamente abbiamo trascorso due giorni a naso in su per ammirare i loro salti da un ramo all’altro e fare la gara a chi ne vedeva di più!

La sera prima di partire con le bambine ho provato questa ricetta e per renderla più divertente ho fatto usare gli stampini per i biscotti a tema pasquale: ecco che hanno preso vita coniglietti, farfalle, uova di pasqua fiorellini, che in parte abbiamo mangiato la sera stessa e altri ce li siamo portati al mare per organizzare un servizio fotografico ad hoc.
In effetti però , una volta libere di giocare, correre, e per quanto mi riguarda pulire un po’ casa, il compito di fotografare è passato in secondo piano e alle fine, sotto il sole, approfittando dell’alberello di ibiscus pieno di gemme, ho immortalato i salatini mentre Laura mi aiutava nell’allestimento insolito ma tanto, tanto naturale!
Ci sono piaciuti, e se proprio dobbiamo fare una classifica i nostri preferiti sono stati quelli al pomodoro e origano, il gusto pizza ha avuto la meglio, seguiti da quelli gialli alla curcuma e per ultimo quelli agli spinaci, in effetti il loro sapore era troppo delicato la prossima volta aggiungerò il rosmarino di sicuro prenderanno un po’ più personalità e finiremo anche quelli con più avidità!

I primi raccolti "pasquali"

Facile
20 minuti

Ingredienti

  • 500 g di farina
  • 250 g di ricotta (di pecora vengono più saporiti)
  • 1 uovo
  • 4 cucchiai di olio extravergine di olive
  • sale (un cucchiaio scarso)
  • una bustina di lievito istantaneo
  • spinaci cotti e frullati (3 cubotti surgelati)
  • pomodoro concentrato
  • origano
  • curcuma

­Procedimento

  • Ho fatto stendere la pasta alle bambine (dopo averla fatta riposare un po') così hanno dato sfogo alla loro fantasia, libere di fare e di giocare con le forme ed i colori che avevano a disposizione.
  • Abbiamo messo i loro capolavori nella placca del forno, spennellati di olio e insaporiti con fleur de sel, poi via in forno caldo a 180° per circa 15/20 minuti: se li lasciate biscottare diventeranno più “scroccherelli” e si manterranno più a lungo, se invece lei preferite morbidi vi consiglio di consumarli in giornata o al massimo il giorno dopo.
  • Carini anche a strisce si presenteranno molto bene, tutti colorati nel cestino del pane o nel tavolo con gli antipasti per accompagnare salumi o formaggi!

Note

La ricetta voleva essere questa,  ( guardate che meraviglia aveva fatto ) ma al dunque, non so perché, quando ho aggiunto la ricotta segnata (150g) l'impasto era ancora molto duro, allora ho messo tutta la confezione di ricotta (250g) e raddoppiato la dose dell'olio, finalmente ho raggiunto la giusta consistenza e potuto dividere in tre parti e colorare poi con gli ingredienti naturali: curcuma un bel cucchiaio, pomodoro concentrato e origano qb e  spinaci frullati e ben strizzati.
Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, curcuma, decorazioni, Feste, Pasqua


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (13)

Rispondi a Monica:) Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency