Per L’Ozu Film Festival : il Bensone e fra un po’ si comincia…

Appassionati di cinema, in particolare di “corti” unitevi, anzi state pronti da venerdì inizia una settimana piena di appuntamenti da tener d’occhio , i ragazzi dell’Ozu  hanno fatto un ottimo lavoro e sono pronti ad accogliervi come si deve, la pressione sale e ormai ci siamo.


Io ci sarò, va beh, alla fine Domenica 18 ad aspettarvi con i vostri bambini a Casalgrande (ce l’ho fatta a ricordarlo giusto questa volta?) ci saranno proiezioni di cortometraggi anche per loro e non potrà mancare un momento dedicato alla cucina!
La ricetta che ho pensato per il film “Se mi lasci ti cancello” è un altro mio “must “che mi piace ricordare in questa occasione anche a voi, tante volte ve ne foste dimenticati 🙂 : il Bensone.
Il motivo di questa scelta è spiegato nel video , così siete invitati a vederlo , mi è sembrata una scelta azzeccata, ma non starà a me dirlo! Con questa “ultima fatica” concludo il ciclo dei piatti abbinati a film che in un certo senso sono stati ritenuti rappresentativi di un determinato periodo o genere cinematografico , quasi quasi mi dispiace, l’appuntamento è stato divertente e spero sia piaciuto anche a voi, qualcosa di diverso dal solito per movimentare un po’ tempodicottura ed imparare cose nuove . Ci vediamo  domani, per chi mi segue sono alla Prova del cuoco con un’altra sorpresa!!!

Il bensone della nonna Maria

Facile
40 minuti

Ingredienti

  • 500 g di farina doppio zero
  • 2 uova
  • 1 tuorlo
  • 150 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • scorza di limone
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • un goccio di sassolino (liquore all’anice o un goccio di latte )

­Procedimento

  • Il procedimento è molto semplice: in una ciotola versate la farina e amalgamate bene il burro, unite uova, limone, zucchero, lievito e impastate con un goccio di liquore o latte se occorre.
  • Formate un impasto omogeneo che vi consiglio di stendere direttamente sul foglio di carta da forno, date la forma di un quadrato di circa 25 x 25 cm, più o meno.
  • Distribuite sopra la farcia scelta lasciando liberi i bordi poi ripiegate il bensone.
  • Con la carta vi aiuterete a girare sottosopra il dolce per avere in alto la pasta senza giunture, praticate una leggera incisione centrale con un coltello a lama liscia.
  • Lucidate con un po’ di latte (come faceva mia nonna) una bella spolverizzata di granella di zucchero e se non c’è va bene anche lo zucchero semolato e mettete a cuocere per circa 35/40 minuti a 180 g in modalità statico.

Video

 

Vuoi condividere questa ricetta?

colazione, merenda, torta, videoricette


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency