biscottini farciti

Biscottini farciti

Lo so che non è tempo di biscottini, con tutto quello che ci siamo mangiati in questi giorni, ma io li ho fatti,”spazzolati” con piacere, (e non solo io) e prima che questa ricetta venga messa in un cantuccio e dimenticata, oppure me ne scordi il procedimento perdendo gli appunti presi su foglietti volanti (come faccio di solito :() vi devo assolutamente parlare di loro.
Li ho conosciuti/mangiati un paio di settimane fa durante una visita a Napoli, non mi è stata data la ricetta, ma solo gli ingredienti , mi hanno spiegato che questo tipo di biscotti è in uso nelle pasticcerie napoletane per riutilzzare gli avanzi soprattutto del pan di spagna amalgamato a confettura di amarene e cacao ,della serie “non si deve buttare via nulla.”
Volete sapere come è andata a casa? Anche io ho usato avanzi, ma quelli che avevo in credenza : pasta frolla con il lievito (ricetta di mia suocera, più leggera e ariosa per la presenza del lievito) savoiardi per il tiramisù che stavano in un pacchetto aperto, cacao e una fantastica confettura di amarene e quando dico fantastica non esagero , dell’azienda “Le tamerici” non è pubblicità la mia, guardate bene, è solamente la volontà di farvi conoscere un’eccellenza e consigliarvi se mai vi dovesse capitare di vederla in negozio di acquistarne qualche prodotto, ne vale davvero la pena!
Vi lascio la ricetta e vi auguro una buona settimana!

Ps se volete un’altra idea per una merenda o colazione leggera vi ricordo questa ricetta che la potete trovare sul sito dei Piccolini 

ciambelline all'acqua

biscottini farciti

Biscottini farciti

Media
20 minuti

Ingredienti

Per la pasta frolla leggera:

  • 400 g di farina
  • 160 g zucchero
  • 130-140 g di burro
  • 3 tuorli e un uovo intero
  • 2 cucchiaini di lievito

Per il ripieno:

  • 200 g di savoiardi
  • 2-4 cucchiai di latte
  • 30-40 g di cacao amaro
  • qb confettura di amarene (per ottenere un impasto come quello della pasta frolla)
  • 1 uovo per spennellare

­Procedimento

  • Preparate la pasta frolla: fate assorbire il burro alla farina, aggiungete lo zucchero, il lievito e le uova, amalgamate fino ad ottenere un impasto omogeneo, se occorre (nel caso le uova fossero piccole) aggiungete un po' di albume tenuto da parte o di latte. Fate riposare
  • Mettete i biscotti in un robot e frullate bene, aggiungete i cucchiai di latte il cacao e mescolate bene. Togliete dal robot e mettete in una ciotola così potrete controllare meglio l'impasto man mano aggiungete la confettura di amarene, che dovrà far legare e impastare bene il tutto.
  • Dividete la pasta frolla in tre parti, ne userete per questa dose solo due ve ne avanzerà una parte che potrete utilizzare per biscottini semplici o crostatine.
  • Stendetene una alla volta formando un rettangolo al centro del quale dovete mettere mezza dose dell'impasto al cioccolato, chiudete i lembi verso l'interno formando così un cilindro farcito, rigirate sotto la parte con l'apertura e procedete anche con l'altro impasto.
  • Spennellate con un uovo sbattuto la superficie scendendo anche nei bordi, e cospargete con lo zucchero a granella e tagliate i biscotti come se fossero dei tozzetti, disporli “in piedi”sulla teglia da forno e cuocere per circa 20 minuti a 180 gradi.
Vuoi condividere questa ricetta?

biscotti, cioccolato, colazione, merenda, pasta frolla


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (24)

  • Mamma che spettacolo di dolci….
    E vogliamo dire qualcosa sulle ciambelline: mamma mia devono essere squisitisssssssime!!
    Alla faccia della Pasqua e di tutte le calorie ingurgitate… ^_^

    Mi incurioscise la storia dei foglietti volanti 😉

  • @cristiana – grazie cri detto da te poi è un gran complimento!
    @Stef – la storia dei fogliettini…è il mio tallone d’Achille . Non ce la faccio quando faccio una ricetta la scrivo sul primo foglietto che capita anche angoli di fogli usati, ho provato a scriverle in quadernini, ma quando inizio non l’ho mai a portata di mano ..ma qui in casa siamo in tanti e quegli appunti rischiano sempre di andare persi, in casa mia ci sono state scenate che quelle che insegnano a drammaturgia non valgono nulla a confronto…. mai toccare un mio foglietto…magari!!! ecco che ti ho raccontato il fatto!!
    @Stef, certo puoi farlo tranquillamente!

  • @Patrizia – sono fantastici davvero, appena ti avanza un po’ di pasta frolla, ci metti dentro questo composto e vedrai…i napoletani in fatto di dolci la sanno lunga!!!

  • Oramai mi appunto tutte le dritte a occhi chiusi che ci dai! Ovvio che anche questo biscottini verrannno aggiunti alla lista, oramai infinita, di piatti che DEVO provare 🙂

    buon pomeriggio

  • Li ho fatti anch’io questi biscotti, sono buonissimi!! Però sopra al posto dello zucchero ci mettevo la glassa (1 albume e 100 gr di zucchero a velo) e poi ci facevo delle righine con la marmellata aiutandomi con uno stecchino! Ciaooo!

  • @polepole -soprattutto se si hanno rimanenze
    @Letiziando – questi sono garantiti!!
    @lara – e allora mica te la cavi così con poco!! tu all’interno cosa avevi messo?

  • Che buoni qst biscottini,, ho degli amaretti in dispensa che chiedono di essere utilizzati da un po’ magari li faccio finire in qst modo godurioso, visto che piove e piove e piove dobbiamo pure occupare i pomeriggi in qualche modo e qst mi sembra perfetto!!! Baci Luisa

  • Siccome a casa mia il pan di spagna non avanza mai io ci mettevo i savoiardi morbidi, la marmellata di amarene, noccciole tritate, cacao in polvere, un pò di Strega…appena le rifaccio le metto sul blog!

  • @Natalia: credi di essere l’unica ad avere foglietti volanti??? Direi proprio di no, sicuramente siamo in due!!!!
    Il mio con loro è un rapport di amore-odio, quando cerco quello che mi serve non lo trovo mai.
    Ti svelo un segreto: alcuni di questi foglieti non sono altro che il dietro dei disegni dei miei figli, ma… acqua in bocca…loro non lo sanno 🙂

  • Si…si…a Napoli li chiamiamo biscotti all’amarena, e generalmente vengono fatti con gli scarti delle pasticcerie. Non é una schifezza…anzi sono buoni (come i tuoi, Nat!!) e alla moda “riciclosa” eticamente corretti: urràààà!!!

  • E non è giusto! io volevo cominciare la dieta pre-mare! Ma come si fa se ci invogli a provare queste squisitezze? E tanto per dire ancora piu’ addio alla dieta, la marmellata puo’ essere sostituita con la nutella? A casa mia c’è purtroppo sempre il barattolo rimasto a metà…

  • @Natalia: stanotte ho sfornato i minimuffin con la ricetta delle ciambelline.
    Considera che ho sostituito la quantità di farina da te indicata con 1/2 fecola di patate e 1/2 di farina di grano saraceno ( sono intollerante 🙁 ).
    Sono di una morbidezza pazzesca, si sciolgono quasi in bocca. L’unico errore che ho fatto è stato quello di utilizzare il miele di castagno ( l’unico che avevo in casa) ma il sapore è troppo deciso e si sente parecchio. Meglio forse uno di acacia che è più delicato.

  • In questo momento ho un po’ di roba da consumare….ho fatto dei cookies (sempre per iniziare a smaltire le uova 😉 ) e domenica mi sono tocati i macarons (precisa richiesta del pargolo!!!) e considerando che al momento siamo solo io e lui perchè Enzo è fuori per lavoro…..non potrò farli subito, ma ci proverò al più presto!!! cosa mi suggerisci, di mettere il cioccolato nel ripieno? magari fonderlo e sostituirlo alla marmellata? io non sono fantasiosa come te…quindi mi devi dare qualche dritta!!! perchè già solo a vederli mi piacciono tantissimo!!!
    baci

  • Il pacco di savoiardi aperti ce l’ho, mi manca solo la confettura di amarene ma ho quella delle nostre visciole fatta in casa, mi sa tanto ce ci provo quella! 🙂

  • @mamiluincucina- si certo fai come nelle pasticcerie napoletane:)
    @lara – grazie mille… allora mi ero avvicinata parecchio !
    @Stef – tranquilla muta sono
    @carlottalittlekitchen – sono buonissimi e non vedo l’ora di rifarli… grazie !
    @manuela – io direi proprio di si!!
    @Stef – in effetti il miele di castagno tende ad essere amaro, quello di acacia va decisamente meglio
    @maetta – accipicchia i macarons , non scherzate eh? non so forse si secca troppo ,scioglilo con un po’ di panna, ecco a me verrebbe in mente di fare così oppure bagna anche i biscotti con più latte!
    @Gloria – certo che con la vostra confettura di visciole sarà squisita!! e poi li vedo molto adatti per Villa colle 🙂

  • Nati…sarà certamente un caso…ma i macarons finora mi son venuti bene e non li ho trovati così difficili, anzi,e sono anche abbastanza veloci…basta seguire alla lettera la ricetta 😉
    abbi fiducia che proverò i tuoi biscottini, seguendo i tuoi consigli!!! bacioni

  • Fatti Nati!!! li ho preparati ieri!!!! Sono buonissimi!!!
    io non avevo la granella di zucchero e volevo sostituirla con i confettini colorati…ma mi sono dimenticata di passarci il rotolo prima di tagliarlo, così li ho cotti senza niente 😉
    nemmeno spennellati…e sono venuti comunque molto bene!!!
    inzuppati nel latte sono favolosi! Grazie bacioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency