nuvolette di stracchino

Nuvolette di stracchino

Questa ricetta nasce per una sfida tra me e lo stracchino in scadenza comprato in abbondanza per farcire le piadine in una serata tutta dedicata a loro. Come spesso mi capita in queste occasioni , abbondo con la provvigione degli ingredienti così inevitabilmente la mia famiglia si ritrova a mangiare quella cosa per giorni e giorni ma in versioni diverse, li ho abituati bene lo so !

Avevo letto da qualche parte la combinazione stracchino uova e farina, e mi sono così cimentata in un miscuglio che ora è stata “codificato” e già passato ad amici che abitano qui vicino e che hanno potuto assaggiare i vari esperimenti.
Il risultato sono queste “nuvolette” ai mille sapori, che si possono o friggere oppure cuocere al forno, sono davvero buone in entrambi i modi, si mantengono morbide e si possono pure scaldare il giorno dopo, le ho trovate perfette per un aperitivo o per arricchire una cena o un buffet, la scelta poi della mortadella piuttosto che le olive o i pomodorini secchi, acciughe salate, peperoncini, prosciutto cotto o salame, è naturalmente a vostra discrezione come nella quantità, una ricetta meglio di questa ve la potevo dare ?
Provate e mi farete sapere, io mi metto al lavoro mica posso sempre stare qui a chiacchierare!!!

 

nuvolette di stracchino

Nuvolette di stracchino

Facile
10 minuti

Ingredienti

  • 100 g di farina
  • 50 g di formaggio semistagionato (pecorino provola, fontina ecc)
  • 2 uova
  • 1 confezione di stracchino (da 160 fino a 200g)
  • 1 cucchiaino di lievito per torte salate

per il condimento a piacere

  • 100 g di mortadella fatta a dadini oppure (o prosciutto cotto o salamino )
  • olive verdi o nere (a pezzetti)
  • pomodorini secchi (a pezzetti)
  • acciughe

­Procedimento

  • Mescolate lo stracchino alle uova, aggiungete la farina con il lievito il formaggio tritato e in più i vostri condimenti.
  • Potete anche dividere l'impasto in più parti e condirne tante diverse, tenete conto che vi verranno circa 20/25 nuvolette, che saranno spazzolate in un attimo specie se le offrirete prima di cena com'è capitato a me (Elisa ne ha fatte fuori almeno 6).
  • Se decidete di friggerle basterà prelevarle direttamente con un paio di cucchiaini formando dei mucchietti che tufferete in olio di semi caldo e profondo.
  • Se invece le volete cuocere al forno gli stessi “mucchietti” li adagiate su carta da forno e fate cuocere a 180 per circa 10 minuti.

 

Vuoi condividere questa ricetta?

formaggio, fritti, mortadella, polpette, prosciutto, uova


Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (40)

Rispondi a claudia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency