Stella di pane con prosciutto cotto Negroni, crema di mozzarella e verdure grigliate

Post sponsorizzato

A chi non piacciono i panini?
Quando mi è stato chiesto se avevo voglia di “ideare” un panino che sarebbe poi andato a finire nel blog Panino d’autore  di una nota marca di salumi italiana  non ho per nulla esitato e sapete perchè?


Prima di tutto adoro i panini, anzi tutta la mia famiglia li ama, per noi equivalgono ad un pasto confortante, appagante e anche, se vogliamo, trasgressivo che ci permette di evadere dalla solita formula “mangiaresedutiatavolaperbene” e ci fa stare in libertà, godendoci il nostro pranzo magari su un bel prato, in vacanza , o anche e perchè no, sul divano di casa purchè ci venga concesso ;).

Il mio compito è stato quello di creare un panino utilizzando il prosciutto cotto della Negroni, completa libertà per tutto il resto, tenendo presente che l’idea finale deve essere quella di preparare un panino da consumare al mare.
Tzè roba da ragazzi…. farmi una proposta del genere è come “invitarmi a nozze”!
Il primo obiettivo è stato subito quello di renderlo invitante per i nostri bambini, tra l’altro il prosciutto cotto è particolarmente indicato per loro sia come tipo di salume che come gusto: dolce, dal sapore non invadente capace di esaltare i sapori che lo accompagnano.
Così in omaggio alla famosissima stella di Negroni ( il motivetto della pubblicità dei miei tempi mi rimane sempre in mente!) è nata la mia “stella marina con cotto crema di mozzarella e zucchine grigliate”, un bel nome ,begli ingredienti e tanto gusto.
La cremina di mozzarella è una chicca che sto sfruttando alla grande in questo periodo, una volta preparata la utilizzo per ogni cosa, la spalmo sui crostini caldi, ci condisco la pasta fredda la mescolo ad altri ingredienti , insomma basta davvero poco per ottenere qualcosa di speciale.

Con questo post (non voglio assicurarvelo) ma dovrei riuscire a riprendere a scrivere nel blog, con calma eh, non ho ancora finito tutti i miei impegni che procedono comunque bene, rientrata dalla settimana di “cucina a pieno ritmo” (ma quante volte mangiano lupetti e coccinelle?) ora cercherò di riposarmi un po’ e lo sapete che per me il riposo lo trovo anche e soprattutto venendo qui!

 

stella di pane con cotto e verdure grigliate

Stella di pane con prosciutto cotto Negroni, crema di mozzarella e verdure grigliate

Ingredienti

  • prosciutto cotto Negroni
  • 100 g di mozzarella
  • 1 cucchiaio di olio extravergine fruttato 
  • pane bianco per tramezzini
  • un paio di zucchine 
  • olive taggiasche
  • basilico
  • stampini per biscotti a forma di stella

­Procedimento

  • Per prima cosa tagliate le zucchine a fettine non troppo sottili e grigliatele sulla piastra.
    stella di pane con cotto e verdure grigliate
  • Nel frattempo fate la vostra crema di mozzarella: tagliate il formaggio a tocchetti, mettete tutto in un piccolo frullatore, aggiungete il cucchiaio di olio e fate andare le lame fino a raggiungere una consistenza cremosa.
  • Tagliate le fette di pane a forma di stellina marina. Iniziate a comporre il vostro panino: spalmate la crema di mozzarella sulla prima stellina di pane, adagiate le zucchine grigliate, le olive taggiasche fatte a pezzetti grossolani e le foglioline di basilico; sistemate poi un altro strato di pane, spalmate con la crema e le fette di prosciutto cotto, chiudete con un’altra stellina e mettete in un sacchettino di plastica.
  • Il vostro panino è pronto per essere portato con voi al mare e per essere gustato in ogni momento!

Note

Un’avvertenza: per conservane tutta la freschezza, se potete, conservate in una borsa frigorifero.

 

Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, merenda, mozzarella, prosciutto, sponsored post, verdure


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (9)

  • Lo Stella Negroni mi ricorda l’infanzia, al tempo era il miglior cotto sul mercato e credo lo sia tuttora.
    Buona idea, anche da portare in spiaggia.

  • Ma che bel panino!! Un ritorno alla grande qui nel blog…tutti ingredienti freschi e buoni, perfetti per questo periodo!
    Prenditela con comdo, comunque!!
    Bye e Baci!

  • Ciao e bentornata! Con una piccola magia e semplici ingredienti riesci a trasformare il classico panino in qualcosa di nuovo e invitante.
    Per noi che faremo delle vacanze “casalinghe” con qualche gita domenicale nei paraggi, il panino riveste un importante significato, quello di stare in famiglia, partendo all’avventura, senza mete o programmi prestabiliti, fermandosi quando e dove si preferisce. Questa per me è la vera vacanza!

  • …le stelle sono tante, milioni di milioni, la stella di Negroni..vuol dire qualità!!!
    Questo jingle è ancora nella mia testa nonostante i tanti anni trascorsi.
    E diciamo la verità: era buono allora e lo è ancora oggi!!
    Carina l’idea per una gita fuori porta o un pic-nic, e perchè no, anche per merenda!!!

  • @cla- prova a renderla cremosa. è davvero fantastica!

    @giunela – in effetti la qualità è alta!

    @Patrizia – come vedi a casa mia ci sono sempre imprevisti che fanno slittare i buoni propositi!

    @Robby – sono della tua stessa opinione…allora goditi la tua famiglia !

    @Stef – infatti questo jingle è rimasto nella testa di noi ragazzi di ieri!!! io mi ricordo benissimo il salamino che portavo sempre con e alle gite degli scout!!! ciao Stef stammi bene mi raccomando

  • Ciao Natalia,
    avrei dovuto scrivertelo subito ma… abbiamo sperimentato questa tua ricetta proprio per una piccola festa estiva che abbiamo fatto a fine luglio! Al di là degli ingredienti la mossa vincente è stata la stella: andavano a ruba! 😀

Rispondi a Stef Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency