Torta alle nocciole con mele olio e poco zucchero

Torta alle nocciole con mele olio e poco zucchero, buona e profumata .

Vi avviso subito che ho iniziato la missione di questo periodo : esaurire gli ingredienti della mia dispensa prima che venga l’estate e badate bene che raggiungere questo obiettivo in casa mia non sarà cosa facile, ho effettivamente tanta roba…troppa.

Oggi con questa ricetta ho smaltito un po’ di frutta secca, farina di mais e uvetta , in compenso ho conservato lo zucchero, già in questa torta ho messo la metà degli zuccheri previsti, mi sono ispirata alla cucina vegana e crudista che per dolcificare utilizzano la frutta secca dolce come i datteri , uvetta , albicocche etc…

Il risultato: una torta buona, profumata, umida e dolce da fare e mangiare con meno sensi di colpa, non tanto per le calorie risparmiate (non penso che siano molte di meno) ma per la qualità degli ingredienti naturali che ho utilizzato, tende a sbriciolarsi un po’ ma quelle bricioline sono così buone…

So che l’uvetta secca in genere non piace, almeno qui a casa mia la scartano che è una meraviglia, ma frullata con le nocciole magicamente sparisce svolgendo il compito di dolcificare in un modo meraviglioso.

Capisco che questa sostituzione non può avvenire nella preparazione delle torte classiche dove viene richiesto un bilanciamento degli ingredienti minuzioso e attento, ma in queste torte più rustiche e naturali credetemi ci sta benissimo. Volete provare con la vostra torta di mele ? Dimezzate la dose dello zucchero e sostituitela con una di uvetta o datteri o anche prugne secche ben tritate (non idratatele così riuscirete a sminuzzarle meglio) e poi fatemi sapere, ogni tanto gli esperimenti li dovete fare anche voi , o no?

Torta alle nocciole con mele olio e poco zucchero

Torta alle nocciole con mele olio e poco zucchero, buona e profumata

Facile
40 minuti

Ingredienti

  • 1 Tortiera da 18 cm
  • 125 g di farina 0
  • 125 g di farina di mais fioretto (la più fine)
  • 80-100 g di nocciole già spellate e tostate
  • 80 g di uvetta secca
  • 80-100 g di zucchero (anche 80g)
  • 80 g di latte
  • 80 g di olio di semi (o di extravergine di oliva leggero)
  • 2 uova
  • 2 cucchiaini colmi di lievito per dolci
  • 1 mela

­Procedimento

  • Inserite 2/3 delle nocciole in un robot con l’uvetta e fate andare fino a tritare finemente il tutto.
  • Togliete il composto dal contenitore e tritate anche la mela.
  • In una ciotola mettete le due uova, mescolate con lo zucchero fino a montare leggermente il composto.
  • Unite alle uova l’olio, mescolate a mano con una frusta e poi a seguire versate il latte.
  • Aggiungete le farine setacciate con il lievito.
  • Versate il composto di uvetta e nocciole, ed infine amalgamate bene anche la mela tritata.
  • Versate il tutto in una tortiera da 18 cm ben imburrata.
  • Cospargete la superficie con le restanti nocciole tritate grossolanamente e un cucchiaio circa di zucchero.
  • Cuocete nel forno caldo a 180 gradi per circa 40 minuti.
Vuoi condividere questa ricetta?

frutta, mele, merenda, nocciole, torta


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (33)

  • mi sa che sia superbuona …………ma devo crederti sulla parola perchè non ho “fondi di dispensa” da eliminare …peccato!!!!!!

  • Ciao Nat ecco la dispensa con la frutta secca e’ proprio da sistemare anche qui da noi..come il cambio armadi e’ da fare assolutamente…i miei bambini amano invece l’uvetta…ih ih che invece un po’ scarto io, forse presa dalla mania della mia mamma che la tirava via dai panettoni ed io la imitavo…
    Deve essere davvero ottima questa torta “riciclosa”, un’ottima idea ;)! Buona serata baci luisa

  • Ciao!
    Sarà l’ora tarda e un po’ di malessere ma non ho capito bene il discorso di sostituire lo zucchero con l’uvetta che fai prima della ricetta! Se per esempio ho 100 gr di zucchero ne metto 50 gr più 100 gr di uvetta?!
    Quanto al resto…non sò se ti devo premiare per inserire sempre queste prelibatezze oppure punire non venendo più a guardarti perché sei una tentazione continua!!! Io la risposta la sò…impossibile starti lontana ormai!!! 🙂
    Senti…la notte sono più prolissa del solito, se mettessi un mix di frutta secca perché anche io devo svuotare la dispensa e ho un po’ di rimasugli vari ( che poi non andranno proprio sprecati perché li utilizzerò per il pesto, da grande estimatrice di questo condimento )! Però mi rispondo da sola dicendo che poi non è più una torta alle nocciole!! 🙂
    Dopo questo poema ti saluto!
    Bye e Baci!

    • @Patrizia – io ti adoro e mi piace il tuo essere prolisso, scrivimi sempre di sera :)!!! allora ti rispondo per punti : primo lo zucchero lo dimezzi e il resto usi l’uvetta quindi 50 di zucchero e 50 di uvetta, il mix di frutta va benissimo se devi finire gli avanzi non comprare le nocciole questa torta in fondo è nata così :). Ti prego non mi abbandonare , senza i tuoi commenti costruttivi e interessanti pieni di attenzioni anche ne miei confronti non potrei resistere, un abbraccio e grazie come sempre di tutto!

  • W la frutta secca, che tra l’altro fa BENISSIMO!!!
    Quindi sì alla torta alle nocciole, nella mia metterò l’uvetta fatta dalla mia mamma, slurpissimo

  • Ma tu guarda che furbata!!!
    l’ho sempre detto cheeee… ne sai una più del diavolo tu… uh io di esperimenti ne faccio e ne combino anchee di parecchie, sai? eheheee…
    questa ricetta ci piace un sacco…. comunque lo avevo già detto in qualche post fa, ma è sempre bene ribadire, si può ridurre lo zucchero andando a fare una specie di sciroppo con un poco di acqua…e montando i tuorli con questo sciroppo e gli albumi a parte! 😉
    in questo modo lo zucchero si può ridurre di 1/4!!! bello no!!!?

    • @Emanuela – anche tu ne sai sempre una nuova, certo che bisogna ribadire e ripetere queste cose sono molto interessanti e importanti, grazie un abbraccio per tutto il tuo adorabile sostegno, grazie davvero

  • … è superbuona … appena l’hai postata mi è venuta l’acquolina in bocca!
    Così sabato ho comprato lo stampo da 18 cm. … e ho fatto di corsa questa fantastica torta.
    Ho utilizzato 80 gr di zucchero di canna per l’impasto e alla fine ho cosparso la torta con lo zucchero di canna misto a scaglie e poi le nocciole!
    Rocco mi ha detto “da rifare assolutamente 🙂 ;)”

    • @Sandra – sono contenta che vi sia piaciuta e soprattutto che sia piaciuta a Rocco salutamelo tanto. Avere in casa lo stampo da 18 è comodo perchè si fanno piccoli dolcetti che spariscono subito e non lasciano troppo il segno 🙂 baci a tutti

  • Arieccomi di sera per recensire questa torta!! 😉
    Io l’ho fatta con le nocciole perché ho scoperto di averne una confezione, quindi è stato un bel ritrovamento! Io ho usato il latte alle nocciole perché l’avevo preso per provarlo e quando ho visto la ricetta mi sono detta di usare quello!! Il risultato?! Mi aspettavo una torta che sapesse più di nocciole, dato l’inserimento anche del latte, ma complessivamente mi è piaciuta perché rimane morbida e delicata!! La consiglierei a chi non ama troppo i dolci!!
    Evvai…mi sono lanciata in questa nuova rubrica di recensione!!! Vedi che non devo più scrivere di sera!!! 🙂
    Bye e Baci!

  • Ciao Natalia! Volevo provare a fare qst stupendo dolce, ma nn ho la farina di mais; posso sostituirla con un altro tipo di farina? Pensavo alla farina 00 o di riso… il risultato nn cambia?
    Grazie. …. un abbraccio!

  • @Patrizia – mi piace questa rubrica e mi diverte molto, continua così!

    @Eva – si certo usa pure la farina oo, non sentirai il sapore tipico del mais ma la torta sarà ugualmente buona

  • Salve Natalia sono una tua nuova fan . Ti seguo nella trasmissione della “prova del cuoco” e devo dire che sono rimasta veramente colpita dalle tue ricette e dal tuo modo di presentarle. Ho provato la torta Zebina, i miei nipotini l’adorano. Devo dire che quando provo a realizzare una tua ricetta sono molto rilassata primo perché sono sicura che andrà bene, perché le tue spiegazioni sono chiarissime ed il risultato assicurato, ma soprattutto BUONISSIME.
    Ora devo confessarsi una mia difficoltà. Io amo cucinare ma il mio problema è come creare un menù. Puoi darmi qualche consiglio?
    Grazie per l’amore e la dedizione con curi questo blog.

    • @Geni – grazie per questi bellissimi complimenti, mi fai emozionare . i menù per i tuoi pasti quotidiani dovrebbero essere vari ed equilibrati, mio marito che è cardiologo e nutrizionista consiglia sempre di organizzarli nella giornata in modo che siano dissociati es: pranzo pasta e verdure cena proteine di carne o pesce o formaggi e poi verdure che non devono mai mancare. se fai pranzi o cene importanti non ripetere mai gli stessi ingredienti nei piatti (no pasta ai funghi e scaloppine ai funghi ad es) per quanto riguarda la loro combinazione mi hai dato un idea magari se decido di mettere di nuovo mano sul blog potrei creare una sessione con i menù! a presto

    • @Silvana- da 24 ti rimarrà un po’ più bassina, è capitato anche a me di farla in stampi di quelle dimensioni ed ho risolto tenendo meno impasto da mettere sopra a tutto . sono rimasti spazi non coperti ma la torta è venuta ella ugualmente

  • Ciao Natalia ,ti seguo da un bel po’,devo dire che fai delle ricette stupende.In quanto a questa torta , non ho la tortiera da 18 ,bensì da 24 , come mi regolo con le dosi ? Ti ringrazio

  • Ricetta da provare, come tutte le tue prelibatezze. Le tue torte in padella mi hanno fatto compagnia per tutta l’estate ? non so se lo posso dire qui, ma lo dico lo stesso. La tua mancanza è quella che si sente di più ❤️

  • Ho trovato per caso questa ricetta e mi ha subito incuriosito, perché sto cercando di usare meno zucchero. Ho sostituito le nocciole con le noci e ho usato degli stampini monoporzione da mini plumcake. Risultato ottimo. Grazie Natalia!

  • Ciao Natalia Scusa ma non ho ben capito le dosi da seguire per questa ricetta degli zuccheri..Devo tenere 80/100 gr di zucchero e anche 80 gr di uvetta da tritare insieme??oppure al posto di 100 gr di zucchero metto 50 zucchero e 50 uvetta?porta pazienza ma sono andata in confusione leggendo i commenti sotto..Grazie ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency